Centoventi milioni di euro da dare alle regioni che salvaguardano il vino autoctono, ma anche per la riconversione e la ristrutturazione dei vigneti. Lo ha deciso l’Ue che interviene massicciamente in Italia a difesa dei vitivinicuoltori italiani. Nell’area flegrea i comuni di Pozzuoli, Quarto, Marano, Baia, Bacoli, Procida e Monte di Procida, nonché tutta la parte occidentale di Napoli sono in lizza per tutelare la Falangina e il Piedirosso. C’è da dubitare sull’assegnazione dei fondi visto che sarà la Col diretti regionale a gestire le fasi di assegnazione?


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.