Non c’è solo il tabacco nei tagli agli aiuti economici decisi a Bruxelles e in via di ratifica, salvo veto italiano che tutti i produttori di tabacco si augurano, c’è l’olio, il cotone e il luppolo. L’Italia sarebbe colpita anche da queste altre misure. Per l’olio, infatti, ci sarebbe una perdita secca almeno del 40%. Il commissario Franz Fishler, ha reso noto in un comunicato proprio durante lo sciopero di ieri a Roma che tra gli altri capitoli dell’Ue c’è quello dell’olio d’oliva, del cotone e del luppolo. In sostanza, secondo il piano stabilito dalla Commissione, il 60% del contributo sarebbe trasformato in un aiuto unico per le aziende che hanno una superficie superiore a 0,3 ettari. Mentre il 40%, non disaccoppiato, sarebbe versato in una dotazione da distribuire a cerete condizioni. Per le imprese più piccole il contributo dell’Ue sarebbe infine totalmente disaccoppiato. Una vera iattura per chi aspettava dall’Ue un aiuto e non altre difficoltà.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.