Scafati ospita uno tra i più grandi telescopi del mondo, non ancora ultimato, che sarà in grado di guardare sino al Cile e di scrutare il cielo alla conquista delle stelle sconosciute.Il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino ha voluto visitare il telescopio che è in costruzione da tre anni, in un padiglione dell’industria Mec Sud. Si tratta di uno strumento di altissima tecnologia che, appena ultimato, potrà raggiungere il Cile. Pesa circa cento tonnellate, è alto nove metri e largo cinque, ed è uno strumento unico nel suo genere. Basti pensare che, al suo interno, sono stati collocati circa duecento computer, atti a garantirne la massima precisione e le grandissime prestazioni. La Iervolino non ha nascosto la sua sorpresa, tanto da dire:”Non sapevo dell’esistenza di questo telescopio. Ne sono stata informata per puro caso, solo qualche mese fa, da mia figlia che vive a Bruxelles. È stato il presidente dell’istituto internazionale di astronomia a complimentarsi con lei per questo progetto che si stava realizzando a Scafati. Ho deciso perciò di fare visita alla Mec Sud. Ero curiosa di vedere questo famoso telescopio che certo porterà fama anche alla nostra regione che in tal modo si pone all’avanguardia scientifica”. L’intero progetto esecutivo è stato realizzato presso l’Osservatorio astronomico di Napoli, con la supervisione di Dario Mancini. Un motivo di vanto in più e la speranza di poter rientrare tra le regioni più avanzate in quanto a ricerca scientifica.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.