65. Vino: posizione delle bottiglie.
Dopo la tappatura le bottiglie devono restare per una decina di giorni in posizione verticale, per permettere ai tappi di dilatarsi.Le bottiglie vanno poi coricate, in modo che il vino inumidisca il tappo e, facendolo gonfiare, ne aumenti la capacità di tenuta. Se i tappi sono sani non c’è alcun rischio che il vino sappia di tappo, se i tappi sono malati il vino ne prenderà il sapore anche se la bottiglia viene tenuta verticale. Per di più tenendo le bottiglie in piedi si corre il rischio che il tappo si secchi e permetta un eccessivo passaggio di ossigeno che potrebbe provocare fioretta, spunto o acescenza. Le bottiglie sdraiate si possono tenere su scaffalature, sovrapponendole a strati regolari. Un metodo diffuso è quello di costruire sul pavimento due muretti con mattoni o assi di legno alti circa 50cm. Nello spazio fra due spalliere si metterà della sabbia su cui si appoggerà il primo strato di bottiglie, per poi proseguire in strati successivi; la sabbia impedirà alle bottiglie che stanno alla base di rotolare. Può capitare che sul tappo di qualche bottiglia compaia una gocciolina di vino; se questa infiltrazione, in poche ore, si interrompe, non bisogna preoccuparsi troppo: il tappo si è gonfiato e la bottiglia è a posto. Se l’evento dovesse continuare è meglio destinare quella bottiglia a un rapido consumo, perché evidentemente il tappo non si è dilatato a sufficienza. Un ultimo suggerimento: segnare sempre sugli scaffali il tipo di vino che vi si trova e la data di imbottigliamento. Si avrà così sempre il modo di consumare vino che abbia avuto la possibilità di restare in bottiglia per il necessario periodo di affinamento.
I consigli del contadino: è utile apprestare in cantina un ripiano su cui porre verticalmente un numero di bottiglie pari all’incirca al consumo settimanale. Di volta in volta si provvederà a rimpiazzare le bottiglie consumate, ponendone altre in posizione verticale. In questo modo di potrà avere sempre in tavola vino che è stato per almeno una settimana in posizione verticale cosicché gli eventuali depositi saranno precipitati sul fondo. Anche una semplice scaffalatura in legno è utilissima per riporre le bottiglie in posizione orizzontale. Una versione più economica può essere facilmente allestita con assi di legno sostenute da mattoni o plinti di cemento.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.