20 maggio 2004 – 65. Bonsai, V parte:i contenitori.(2)
Inoltre, per quel che riguarda la maggioranza dei contenitori ovali o rettangolari, il rapporto tra lunghezza e larghezza sarà di 3 a 2. Anche il posizionamento del bonsai nel contenitore, pur con varianti a seconda dello stle prescelto, segue regole precise. Diviso il contenitore con due linee ideali che, passando per il suo centro, lo sezionino nel senso della lunghezza e in quello della larghezza, e ottenute così 4 zone, si ricorderà prima di tutto, di non posizionare mai il bonsai nelle 2 zone frontali o anteriori. La collocazione dell’albero andrà sempre scelta all’interno della linea tracciata nel senso della lunghezza, ossia nella parte posteriore del contenitore. All’interno di quest’area, la scelta della collocazione dell’albero sarà determinata dallo stile del bonsai. In nessun caso, però, sarà centrale, ma sempre spostata verso destra o verso sinistra.
Forme, colori e stili dei contenitori. Forma e colore del contenitore devono essere in stretta e armonica relazione con lo stile prescelto per il bonsai. I contenitori Kobe, in gres opaco, di colore marrone scuro e, più raramente, nero, come in generale i contenitori color terra, si adatteranno un po’ a tutti gli stili, non dando troppo nell’occhio e fondendosi bene con il bonsai. Sono ideali soprattutto per i pini e le conifere, che preferiscono anche la forma rettangolare. Un albero in stile a scopa rovesciata farà invece più bello effetto in un contenitore ovale molto basso. Lo stesso tipo di contenitore ovviamente in dimensioni più ampie, viene detto a vassoio ed è ideale per il bonsai di gruppo.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.