25 dicembre 2003 – 36. Bonsai, II parte: lo stile ishizuki, albero sulla roccia.(3)
Determinata la posizione, liberare le radici dalla terra che le avvolge, scotendole delicatamente, e preparate ad allacciarle alla roccia. Affinché il risultato sia sicuramente positivo si consiglia di legarle alla roccia con l’ausilio di un filo metallico sottile.
Pezzettini di piombo malleabile serviranno a fissare nelle fessure della roccia segmenti di filo metallico piegati in due.
A questo punto applicare con generosità alle fessure entro cui si inseriscono le radici un impasto di argilla e torba di una certa densità; reggendo bene la pianta sistemare le radici nelle fessure, spruzzandole di tanto in tanto con un po’ d’acqua durante l’operazione. Si fisseranno con un filo metallico predisposto in precedenza, usando al massima delicatezza e badando bene a non danneggiarle.
Si elimineranno poi le parti di filo eccedenti e si ricoprirà la roccia e radici con il miscuglio di torba e argilla. Si potrà anche rivestire il tutto con uno strato di sfango. La roccia e l’alberello andranno sistemati in un contenitore ricoprendo bene di terra le estremità delle radici si presenteranno ben sviluppate, si potranno ripulirle ben bene della rocia, daranno all’insieme un aspetto ancora più naturale e piacevole.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.