10 dicembre 2003 – 33. Bonsai, II parte: lo stile han-kengai o a semi cascata.
La differenza fondamentale tra questo stile e quello kengai è che l’alberello, superato il bordo del vaso, in nessun caso scende sotto la sua base.
Gli alberi adatti sono gli stessi elencati per lo stile a cascata.
Per l’han-kengai bisogna servirsi di contenitori profondi.
Uno o due forti rami di base superano il bordo del contenitore per incurvarsi dolcemente verso il basso e poi risollevarsi, senza mai scendere oltre la base del contenitore bonsai.
Gli alberi più adatti sono: acero, melo selvatico, biancospino, cotogno, azalea, cotoneaster, glicine, pino, ginepro, e in generale ogni tipo di albero a struttura piangente, quali il salice e il alburno.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.