3. Vino: La chimica nel terreno, ospite gradito.
Oltre alla struttura fisica di un terreno è necessario conoscere la reazione chimica, il famoso Ph, che poi dipende dalla quantità di joni OH, o di atomi H, che in esso sono presenti.
Se prevalgono gli joni OH, ossigeno e idrogeno, un terreno si dice a reazione alcalina. Al contrario, la prevalenza degli H (idrogeno) rende acido un terreno.
Gli studiosi hanno appositamente compilato una scala di valori, dallo 0 al 14, che valuta appunto il rapporto tra joni Oh e atomi H.
La lettura avviene nel modo che segue: da 0 a 6,9 sono compresi i valori dell’acidità, dove l’acidità massima è lo 0 e la minima è 6,9. 7 indica la reazione neutra del terreno, ossia joni OH e atomi H si equivalgono.
Da 7,1 a 14 sono compresi i valori alcalini, dove il massimo dell’alcalinità è il 14 e il minimo è il 7,1.
In commercio esistono appositi apparecchi, non costosi, che con una semplice operazione possono fornirci la reazione chimica del terreno.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *