Mancano solo tre giorni all’avvio ufficiale dell’evento più importante dell’anno di enogastronomia che si svolge in Campania. E’ la prima volta, infatti che in questa regione ed in particolare nell’Area Flegrea si riuniscono i ristoratori che nel Mondo esportano con risultati degni di nota il nome della cucina “made in Italy”. Ed i cento ristoratori che da martedì mattina daranno vita a questa convention mondiale sono già arrivati a Napoli, da ogni parte del Mondo. A dare loro il benvenuto, il coordinatore delle Ascom flegree, Vittorio Rotta: “E davvero emozionante – dice Rotta – vedere aderire a questo congresso, il primo del genere che si svolge in terra flegrea, tanti eccellenti ristoratori che portano in tutto il mondo, il buon nome della bravura enogastronomia italiana. Abbiamo ottenuto una partecipazione al di sopra di ogni positiva aspettativa. Vuol dire che la seconda edizione, quella del 2005 sarà ancora più imponente”. Alla manifestazione, patrocinata oltre che dalle Ascom anche dai Ministeri dell’Ambiente, dell’Agricoltura e della Partecipazione, nonché da Regione Campania, della Provincia di Napoli ed i Comuni di Napoli, Quarto, Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida e dall’Associazione degli Albergatori, prenderanno parte anche i maggiori rappresentanti e produttori dell’enogastronomia campana. Il congresso che è in sintesi una tre giorni (dal 23 al 25 marzo) di confronti, spettacoli, mostre e percorsi gastronomici volti alla produzione turistica del “prodotto” Campi Flegrei ha fra i suoi obiettivi la possibilità di esportarne la sua immagine nel mondo. Non a caso l’iniziativa ospita i rappresentanti dell’Università dei Sapori di Perugia, dell’Enoteca Italiana e dell’Associazione dei ristoratori italiani nel mondo Ciao Italia. Dunque prima dell’apertura vera e propria della tre giorni con il convegno iniziale che si terrà martedì 24 mattina alle ore 10 presso la Casina Vanvitelliana di Bacoli. Ma intanto c’è grande attesa per la cena di gala che si terrà lunedì sera 23 marzo, che aprirà ufficialmente il congresso ed alla quale prenderanno parte autorità civili, militari e religiose provenienti da tutto il Mondo e che si svolgerà nell’affascinante cornice della Sala dei Convegni del Museo del Castello Aragonese di Baia. Sono previsti oltre 250 partecipanti. “Nulla splende al mondo più dell’amena Baia, questo diceva Orazio – spiega ancora Vittorio Rotta – e sarà quindi proprio Baia ad ospitare la cena di apertura del congresso. L’arte, la cultura, le tradizioni culinarie lanceranno l’immagine di questa gloriosa ed ospitale terra. Sarà presente l’Area flegrea che produce, l’Area flegrea delle grandi aziende che hanno raggiunto prestigiosi obiettivi. La sfida con la cena di lunedì sera è appena iniziata. Lo spettacolo ha inizio, apriamo le porte di questa terra al Mondo”. Comunicato dell’Ufficio stampa. (Inviato alle Arga)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.