Il capogruppo dello Sdi alla Regione Campania, Antonio Simeone, sulle problematiche afferenti i collegamenti con e tra le isole del golfo, ha inviato a tutte le autorità preposte una nota che si riassume.” Le Isole del Golfo rappresentano, nel sistema economico della nostra Regione, un rilevante ed imprescindibile fattore di sviluppo, in particolare in relazione alle attività turistiche, che garantiscono occupazione stabile e qualificata. Sia sotto tale aspetto, che per la tutela dell’imprescindibile diritto alla mobilità delle decine di migliaia di residenti e di pendolari, per le istituzioni che ciascuno di noi è chiamato a rappresentare i collegamenti marittimi rappresentano un settore di fondamentale importanza sia per quanto concerne il traffico passeggeri che per il non meno rilevante comparto del trasporto commerciale, senza il quale la vivibilità stessa delle isole sarebbe irrimediabilmente compromessa. Purtroppo i collegamenti con le Isole, in particolare con Ischia e Procida, sono pesantemente e negativamente condizionati dalle carenze e dalle inadeguatezze delle strutture portuali e dalle condizioni della viabilità, sia in tali realtà che negli scali della terraferma, Pozzuoli in particolare. Tale situazione è stata, in particolare negli ultimi anni, drammatizzata da una serie di iniziative, adottate dalle Amministrazioni Comunali, che hanno introdotto, motivandole con la tutela di interessi locali, pesanti limitazioni al traffico commerciale. A queste – che già hanno suscitato forti proteste delle categorie sociali interessate – si sono recentemente aggiunti provvedimenti del Comune di Pozzuoli che hanno imposto consistenti “pedaggi” a chi intendesse imbarcarsi per le Isole.Per un dovuto rispetto istituzionale non formulo osservazioni a queste iniziative, delle quali non posso tacere la scarsa considerazione per la tutela degli interessi generali, per i diritti degli operatori del settore, i cittadini, i lavoratori pendolari. Giunti come ormai siamo alla vigilia di una stagione turistica negativamente condizionata dalla situazione economica, dalla minaccia del terrorismo e dallo stato di guerra, i livelli istituzionalmente competenti ritengo siano chiamati ad interventi urgenti ed improcrastinabili, finalizzati ad assicurare la regolarità, la sicurezza, l’efficienza dei trasporti marittimi da e per le Isole. Rivolgo pertanto al Sig. Prefetto, quale Rappresentante del Governo, al Presidente della Giunta Regionale della Campania , all’Assessore Regionale al Turismo ed ai Trasporti, al Presidente della Commissione Consiliare Trasporti, cui la riforma del Titolo V° della Costituzione ha assegnato in materia compiti di programmazione e di indirizzo, un pressante invito a che convochino, con l’urgenza che le tematiche ed i tempi impongono, un tavolo di confronto che, con la partecipazione dei Sindaci interessati e delle Associazioni rappresentative, individui iniziative urgenti e condivise per superare l’emergenza, definendo contestualmente una adeguata programmazione che permetta – in tempi definiti – provvedimenti organici e strutturali che, garantiscano il diritto alla mobilità, la continuità dei rifornimenti e dei collegamenti, scongiurando una crisi che avrebbe conseguenze drammatiche. Sottolineando la gravità della situazione, rimango, certo della costante attenzione, in attesa di urgente riscontro. Antonio Simeone”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.