A CASTELVENERE (BN) TORNA LA RICCA RASSEGNA ‘LA VENDEMMIA DEI LIBRI’ DAL 23 NOVEMBRE AL 28 DICEMBRE SEI APPUNTAMENTI CHE ASSOCIANO LA NARRATIVA AL RACCONTO DEL TERRITORIO ATTRAVERSO I VITIGNI STORICI
La direzione artistica della rassegna è affidata al giornalista Marzio Di Mezza.
Le presentazioni si svolgeranno presso gli spazi dell’Enoteca comunale di Castelvenere (piazza San Barbato), con inizio alle ore 18.

Si parte con la riflessione intorno al libro ‘Telesia 1349, peste e terremoto’
con una serata speciale ricordando il sisma che colpì l’Irpinia e il Sannio nel 1980
La prima edizione, che aveva fatto registrare una straordinaria partecipazione di pubblico e un entusiasmo quasi mai scontato nei confronti di un evento culturale, si era chiusa con la promessa di “rilanciare”. Di lavorare affinché ‘La Vendemmia dei Libri’ potesse diventare un appuntamento fisso nel panorama delle manifestazioni regionali dedicate ai libri e alla riscoperta del territorio. Così, con questa premessa e anche memori di quella promessa, il Comune di Castelvenere e la Pro Loco, presentano la seconda edizione della rassegna eno-letteraria che si svilupperà con un appuntamento a settimana, dal 23 novembre al 28 dicembre.
Come per la scorsa edizione a ogni libro sarà abbinato un vigneto, proseguendo la formula risultata vincente di associare alla narrativa il racconto del territorio. Un territorio, quello di Castelvenere, che può contare su una produzione vitivinicola di qualità, che negli ultimi anni si è fatta apprezzare sui mercati italiani e internazionali. Ma anche sui numeri, essendo il Comune più vitato del Sud.
Veniamo agli appuntamenti. Come anticipato si partirà giovedì 23 novembre e subito con un tema di grande attualità, quello della gestione del rischio sismico e della ricostruzione post-terremoto. Una riflessione intorno al libro ‘Telesia 1349, peste e terremoto’ di Michele Selvaggio (pubblicato dalla casa editrice sannita ‘2000diciassette’) per una serata speciale ricordando il sisma che colpì il 23 novembre del 1980 l’Irpinia e il Sannio e per discutere anche della gestione del patrimonio artistico dopo i terremoti.
Insieme all’autore parteciperanno: Edoardo Cosenza, Michele Di Santo e Lorenzo Morone. Cosenza è professore ordinario di Tecnica delle Costruzioni presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Napoli, dove è stato anche Preside; attualmente è presidente dell’Ordine Ingegneri provincia di Napoli, presidente commissione nazionale Strutture Uni, è stato vicepresidente della commissione nazionale Grandi Rischi, sezione rischio sismico; fondatore del Consorzio interuniversitario ReLuis; Assessore regionale alle Opere e Lavori pubblici e alla Protezione civile. Lorenzo Morone, architetto, oltre ad essere stato amministratore impegnato nella civica amministrazione di Cerreto Sannita è uno dei più profondi conoscitori della storia e delle tecniche che segnarono la ricostruzione di Cerreto Sannita dopo il terremoto del 1688. Michele Di Santo, di origini castelveneresi, è stato preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Salerno.
Gli altri appuntamenti in programma sono:
– 29 novembre con il libro ‘Il ventre di Scampia’ di Emanuele Cerullo (una serata speciale “Oltre le Vele” dedicata ai giovani del Sud e a Scampia con la partecipazione straordinaria del rapper Pepp Oh);
– 7 dicembre, con il libro ‘Felicissime condoglianze’, di Tonino Scala, dal quale è stato tratto l’omonimo film girato a Vitulano, nelle sale dal 2 novembre 2017;
A ‘La Vendemmia dei Libri’ irrompe il lato ironico della profonda scrittura di Tonino Scala. Giovedì l’autore partenopeo sarà ospite del terzo incontro. In passerella il libro ‘Felicissime condoglianze’ (Il Quaderno Edizioni, 2016), interamente ambientato a Vitulano (cittadina sannita dell’area Taburno). Il libro racconta la metamorfosi di due fratelli: Leo e Max. Leo è prossimo al matrimonio e lavora in uno studio legale, non è un brillante avvocato anzi, è sottomesso al suocero, suo datore di lavoro. Max, ancora afflitto dalla prematura scomparsa dei suoi genitori, morti quando i due fratelli erano ancora piccoli in un incidente stradale, cerca di esorcizzare quel dolore. In che modo? Partecipando a tutti i funerali del paese e spacciandosi per l’organizzatore degli eventi funebri. Max è un funeral planner e Saverio, il suo migliore amico, sarà suo socio. Leo e Max, per motivi diversi, faranno scelte, indotte dagli eventi, che cambieranno radicalmente la loro vita. Dal libro è stato tratto l’omonimo film diretto da Claudio Insegno e interamente girato a Vitulano, uscito nelle sale cinematografiche lo scorso 2 novembre, con la prima proiezione consumatasi nelle sale del Torrevillage di Torrecuso. La pellicola, di cui è regista Claudio Insegno, vanta la partecipazione di Andrea Roncato, Enzo Salvi, Sandra Milo, Milena Miconi, Gino Cogliandro, Corrado Ardone, Ettore Massa, Massimo Peluso, Antonio Fiorillo, Paco De Rosa, Simona Ceruti, Simone Gallo, Peppe De Rosa, Massimiliano Buzzanca, Nadia Rinaldi e tante comparse locali. Prodotta da Antonio Portella Film con la coproduzione di Maxafilm e Legend Film e con la collaborazione di Carmen Vollaro, con la distribuzione è affidata alla Sly production di Silvestro Marino.
La presentazione del libro diventa occasione per una riflessione sul tema della promozione del territorio. Il film, infatti, ha ricevuto un forte sostegno da parte dell’amministrazione comunale vitulanese guidata da Raffaele Scarinzi. La volontà dell’amministrazione è quella di promuovere il territorio in maniera alternativa rispetto alle iniziative tradizionali. Proprio il sindaco Scarinzi discuterà sul tema insieme all’altro illustre ospite della serata, il presidente Confindustria Benevento, Filippo Liverini. Il presidente Liverini con l’azienda di famiglia (la Liverini Spa) da anni è in prima linea nell’organizzazioni di tantissimi eventi, molti di natura sportiva, con la convinzione che anche le manifestazioni di sport (in particolare il podismo e il ciclismo) rappresentano un formidabile veicolo di promozione territoriale.
Il vitigno abbinato alla serata de ‘La vendemmia dei libri’ dedicata al libro di Tonino Scala sarà il vitigno coda di volpe, un vitigno considerato di minore importanza rispetto ai più blasonati aglianico e falanghina, ma fortemente rappresentativo della Campania Felix, uno dei simboli della biodiversità che caratterizza il “Vigneto Sannio”. In degustazione durante l’incontro le etichette Sannio Cosa di Volpe 2016 delle aziende Fattoria Ciabrelli, Le Vignole e Mario Pacelli.

– 14 dicembre, con il libro, ‘Gotham city. Viaggio segreto nella camorra dei bambini’ di Simone Di Meo; All’incontro del 14 dicembre parteciperanno Franco Buononato (storica firma de ‘Il Mattino’) e Claudio Silvestri (redattore del ‘Roma’ e segretario del sindacato dei giornalisti campani) .
In abbinamento si potranno degustare le etichette ‘Sannio Barbera’ prodotte dalle
aziende castelveneresi La Feromani, Vitivinicola Anna Bosco e Grillo Mariamichela
Con l’incontro dedicato al libro ‘Gotham city. Viaggio segreto nella camorra dei bambini’ (Edizioni Piemme, 2017), opera del giornalista-scrittore Simone Di Meo, compie il giro di boa la seconda edizione de ‘La Vendemmia dei Libri’, la rassegna eno-letteraria in programma a Castelvenere (Benevento) fino al prossimo 28 dicembre. All’appuntamento, in programma giovedì 14 dicembre, insieme all’autore parteciperanno i giornalisti Franco Buononato (storica firma de ‘Il Mattino’) e Claudio Silvestri (redattore del ‘Roma’, segretario del Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania). Insieme discuteranno intorno all’ultima importante fatica letteraria di Di Meo, un romanzo costruito su atti processuali e inchieste, ma anche su interviste off the record e materiale raccolto minuziosamente dall’autore. «Questo libro – scrive l’autore nella quarta di copertina è un bastardo. È un romanzo ma è anche un reportage nato dall’incrocio tra gli atti processuali, che hanno scandagliato i gironi infernali dei baby camorristi e l’attività giornalistica sul campo. È dura realtà, con quel pizzico di fantasia che serve a renderla accettabile». Storie di giovanissime vite deviate, dunque, che, comunque andranno a finire, hanno già una sorte segnata da sconfitte che rappresentano altrettante cicatrici per la nostra società. Di Meo vive e lavora a Napoli, scrive per il quotidiano il Giornale e per il settimanale Panorama. Si occupa di criminalità organizzata, terrorismo internazionale e servizi segreti. Ha pubblicato libri sui maggiori fatti di cronaca giudiziaria locale e nazionale. Nel 2006 denuncia per plagio Roberto Saviano accusandolo di aver appreso direttamente da lui notizie confluite in ‘Gomorra’ (indiscrezioni giudiziarie, atti investigativi e processuali). L’iter giudiziario non si è ancora concluso.
La formula de ‘La Vendemmia dei Libri’ prevede di abbinare ad un libro la storia e le caratteristiche di un vigneto, rinnovando la formula della prima edizione, risultata vincente, di associare alla narrativa il racconto del territorio. Un territorio, quello di Castelvenere, che può contare su una produzione vitivinicola di qualità, che negli ultimi anni si è fatta apprezzare sui mercati italiani e internazionali. Ma anche sui numeri, essendo il Comune più vitato del Sud.
Il vitigno abbinato alla serata de ‘La vendemmia dei libri’ dedicata al libro di Di Meo sarà il vitigno “barbera”, sicuramente quello che più rappresenta e identifica lo spirito dei vitivinicoltori castelveneresi. In passerella durante l’incontro le etichette prodotte dalle aziende La Feromani, Vitivinicola Anna Bosco e Grillo Mariamichela.
La direzione artistica della rassegna è affidata al giornalista Marzio Di Mezza.
Le presentazioni si svolgeranno presso gli spazi dell’enoteca comunale di Castelvenere, con inizio alle ore 18.
—————————————–

– 21 dicembre con ‘Sacco bancario. Il grande imbroglio nel racconto di manager, gole profonde e risparmiatori truffati’, scritto da Vincenzo Imperatore e Ugo Biggeri e pubblicato nell’ottobre scorso dalla casa editrice ‘Chiarelettere’;

– 28 dicembre, un doppio appuntamento dedicato ai ragazzi e ai giovani, con i libri ‘Che storia è questa?’ di Esterita Selvaggio e di Roberto Ricci, entrambi pubblicati nel 2017.

Anche quest’anno la direzione artistica è stata affidata al giornalista Marzio Di Mezza.
Il materiale fotografico e alcune anticipazioni della rassegna eno-letteraria, verranno pubblicate sulla pagina facebook al link https://www.facebook.com/lavendemmiadeilibri/
Tutte le serate si svolgeranno presso gli spazi dell’enoteca comunale di Cast
Pasquale Carlo giornalista vicepresidente argacampania.it consigliere comunale di Castelvenere con delega alla cultura.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.