In seguito all’incendio verificatosi a Positano e circoscritto grazie all’applicazione del piano A.I.B. (Anti Incendi Boschivi) varato dalla Regione Campania, la SMA Campania, partner dell’amministrazione regionale per la prevenzione, l’individuazione e lo spegnimento degli incendi precisa che le modalità di intervento si sono svolte tempestivamente grazie al sistema di segnalazione partito dalle UPR (unità non presidiate dislocate nelle zone a rischio) e inviato al COL (Centro Operativo Locale). Di qui, la segnalazione è immediatamente giunta al C.O.R. (Centro Operativo Regionale) di cui fa parte anche la nuova Sala Operativa SMA Campania, collocata nello stesso spazio edificato della Regione Campania, al Centro Direzionale di Napoli: la tempestività dell’azione è stata favorita anche dall’unificazione delle forze a disposizione della Regione Campania, che ha fortemente voluto dotarsi di sistemi aggiuntivi e integrati per coordinare, nel minor tempo possibile, un intervento congiunto.
Attualmente, infatti, la Regione Campania è l’unica sul territorio nazionale a disporre di servizi integrati come la società mista pubblica-privata SMA Campania, di cui ha incentivato la creazione: la sinergia che ne deriva consente al patrimonio boschivo regionale di essere tutelato al meglio, con larga disponibilità di sofisticate attrezzature per scoprire, segnalare e circoscrivere i focolai d’incendio.
Il fronte del fuoco può essere più facilmente arginato grazie all’opera di manutenzione invernale di cui si fanno carico le strutture preposte come il Corpo Forestale dello Stato, le Comunità Montane, i VV:FF: e la SMA Campania che gestisce 19 postazioni dislocate in ambito regionale; essa dispone, inoltre di risorse umane, scelte fra i LSU (Lavoratori Socialmente Utili), addestrate al contrasto del fuoco e adibite alla cure delle apparecchiature tecnologiche e alla messa in sicurezza di boschi e foreste con un capillare lavoro invernale di pulizia di viali tagliafuoco, di individuazione di fonti idriche, di svuotamento di alvei intasati da vegetazione non controllata.
A capo della SMA Campania vi è Achille Natalizio che vanta un curriculum decennale in materia di ambiente, come consigliere regionale per le materie agricole e vicepresidente della Comunità Montana “Matese”: la sinergia fra le risorse umane della SMA Campania e gli uomini dell’Assessorato regionale diretto da Vincenzo Aita ha consentito un rapido intervento per ridurre al minimo i danni e arginare la foga e la portata distruttiva del fuoco, salvando una larga fetta di territorio da ben più gravi conseguenze. (Laura Caico)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.