PARLIAMO DI OLIO CAMPANO.
La storia del Frantoio Ferraro a Montechiaro di Vico Equense.
Nel 1948, il nonno Nicola Ferraro si trasferisce a Montechiaro, una ridente frazione del Comune di Vico Equense in provincia di Napoli, posta poco fuori di esso, sulla strada provinciale che porta a Sorrento, dove rileva un’azienda agricola con circa due ettari di uliveto, da qui l’esigenza di installare un piccolo frantoio per la lavorazione delle proprie olive; nasce così il Frantoio Ferraro.
Nel 1952, il figlio Vincenzo, per soddisfare le sempre crescenti richieste dei coltivatori della zona e dei comuni vicini, decide di realizzare un impianto più moderno e con maggiore capacità produttiva. Da allora il frantoio, per circa 26 anni, rimane il punto di riferimento costante dei suoi contadini, ormai diventati amici oltre che collaboratori, e che con lui condividono la passione per l’olio buono.
Nel 1978, ormai stanco di una lunga vita di fatica dedicata esclusivamente al lavoro e alla soddisfazione dei suoi clienti, Vincenzo Ferraro decide di passare la mano ai figli, nella certezza della continuità della sua opera; in particolare, trova nel figlio Nicola la sua stessa passione.
Così Nicola junior porta avanti la tradizione e nel 1993 con la giovane moglie Pia, che con lui condivide la sua scelta di continuità, modernizza l’impianto, venendo incontro alle crescenti esigenze qualitative della sua clientela per “l’olio buono”. Clientela abituata e viziata dal nonno a ricevere direttamente nelle proprie case i prodotti della Ferraro e molti vengono da fuori provincia, sparsi un po’ ovunque nella regione.
Va detto che, nel rispetto dei principi che hanno dato vita all’attività, e a seguito di normative nazionali ed europee sopravvenute nel 2003, il Frantoio Ferraro, continua a privilegiare la qualità della sua produzione attraverso una metodologia che comprende:
– Rigorosi ed efficaci controlli sul campo dove le olive vengono attentamente selezionate con costante controllo di esperti e raccolte a mano al giusto punto di maturazione.
– Lavorazione delle olive che avviene con sistema a ciclo continuo integrato a freddo, che garantisce e valorizza le caratteristiche organolettiche dell’olio.
– Controllo e qualità.L’olio viene sottoposto ad analisi, per accertarne il grado di acidità e di perossidi.
Il risultato è che gli ulivi, aiutati nella crescita dalla posizione collinare, dal sole e dall’aria umida del mare, forniscono un olio extravergine del quale con giusta ragione i Ferraro menano vanto. Provare per credere:
– messo a crudo sul pane, fresco o tostato, è un’ ottima bruschetta sorrentina;
– con un pizzico di zucchero risulta una delizia per i bambini;
– per la caprese, mozzarella e pomodorino del piennolo, e per le insalate, l’extravergine è l’optimum;
– per i piatti in cottura, pasta, sughi e minestre, fornisce sapore e leggerezza per il bassissimo grado di acidità.
A questo punto delle due l’una, andare a farsi una passeggiata al Frantoio Ferraro, anche in un giorno di festa, oppure telefonare, oppure ancora inviare una email per avere informazioni o per ricevere il prodotto a casa.
Chi scrive l’ha fatto e se ne trova contento, lo testimonia la sua ormai veneranda età.
NOTIZIE UTILI
Frantoio Ferraro s.a.s. – Via G.B.della Porta 21, 80066 Montechiaro di Vico Equense.
Tel. E fax 0818028039
email: info@frantoioferraro.it www.frantoioferraro.it
Partita Iva 0126771214.
Ci si arriva costeggiando la provinciale da Vico Equense verso Sorrento, a tre km circa c’è il bivio per Montechiaro.
(primo testo il 5 marzo 2006)


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.