GALA DEL VINO
sabato 15, ore 18,30
al Musa,Benevento

BENEVENTO, AL VIA LA PRIMA EDIZIONE DEL “GALA’ DEL VINO”
Sarà la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Sandra Lonardo, insieme a Pasquale Grimaldi (Vice Presidente della Provincia di Benevento), Fausto Pepe (Sindaco di Benevento), Gennaro Masiello (Presidente della Camera di Commercio di Benevento) e Filippo Bencardino (Rettore dell’Università degli Studi del Sannio) ad inaugurare sabato (ore 18,30) presso il MUSA di Benevento la prima edizione del “Galà del Vino”, promosso dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Benevento ed organizzato dalla società AGLAIA.
Alla cerimonia di inaugurazione dell’evento, che vuole rappresentare una vetrina dei vini sanniti, seguirà un convegno nell’ambito del quale sarà premiata la migliore tesi di laurea presentata all’ateneo sannita sul settore vitivinicolo.
Gli organizzatori hanno anche previsto dei riconoscimenti ufficiali a Luciano Pignataro, Roberto Riccio e Matteo Rossi.
Dalle ore 18 e fino alle ore 24 sarà poi possibile effettuare una degustazione gratuita dei vini abbinati ad un bouffett di prodotti tipici del Sannio.
Previsti dagli organizzatori anche momenti di musica dal vivo.

LA NOTA PRELIMINARE

Presentata il 10 marzo alla Rocca dei Rettori la 1a Edizione del Galà del Vino in programma sabato 15 marzo alle ore 18.00 presso il MUSA (Museo della tecnica e del lavoro in agricoltura).

Il progetto, da un�idea di Beatrice Donofrio, Lia Cacace, Rita Maio, Quirino Zamparelli, è stato illustrato dal vice presidente della Provincia Pasquale Grimaldi e dal presidente della Camera di Commercio Gennarino Masiello, alla presenza del prof. Giuseppe Marotta dell’Università del Sannio presidente del Corso di laurea in Economia e gestione dei servizi turistici.

Il Galà del Vino ha il patrocinio della Provincia, della Camera di Commercio, dell’Università degli studi del Sannio, della Banca del Lavoro e del piccolo risparmio di Foglianise, per l’organizzazione di AGLAIA sas.

L’iniziativa si rivolge a:
– Consumatori;
– Operatori della filiera vitivinicola;
– Associazioni di categoria;
– Grande distribuzione organizzata;
-Esperti Tecnici degustatori;
intende promuovere e dare impulso alle aziende vitivinicole della nostra Provincia e valorizzare attraverso il prodotto Vino le altre specifiche caratteristiche del territorio contribuendo allo sviluppo delle produzioni gastronomiche delle bellezze artistiche ed ambientali della storia e delle tradizioni.

L’evento si svolgerà in un’unica serata, quella appunto del 18.00, presso il MUSA all’interno della tendo-struttura grande che raggiunge un’estensione di circa 2.500 mq. Sono previsti:

– Allestimenti scenografici curati per l’occasione abbelliranno la struttura all’interno della quale le aziende vitivinicole del territorio esporranno i propri prodotti effettuando degustazioni in loco.

– Un Convegno sul tema Vino e territorio cui parteciperanno come relatori i maggior esperti della Regione Campania.

– Premiazione della miglior tesi di laurea sull�argomento, presentata all�Università degli Studi del Sannio.

Il Galà del Vino sarà dunque occasione per incrementare il dibattito sugli indirizzi e sulle nuove strategie da adottare per la promozione del vino del Sannio.

Il settore del vino è strategico per l’agricoltura, a livello comunitario e a livello nazionale, ma oggi fronteggia un difficile rapporto domanda – offerta ed una sempre più accentuata concorrenza da parte dei nuovi paesi produttori extracomunitari.

Al tempo stesso è un settore che, come dimostrano i dati sulle esportazioni dei vini italiani, è in grado di dimostrare una notevole vivacità e di ampliare la propria presenza sui mercati internazionali.

Il settore vitivinicolo nell’economia della provincia sannita è un comparto di grande importanza sia per estensione della coltura della vite che per la tipicità e qualità dei suoi prodotti: quasi la metà dell�intera produzione vinicola campana si concentra in provincia di Benevento.

L’ambiente di coltivazione è caratterizzato da un mix di fattori ambientali e climatici che porta la produzione vitivinicola sannita al vertice in termini qualitativi rispetto alla produzione totale regionale. La vitivinicoltura è importante non solo per il volume di produzione ma anche per la tipologia di uve presenti, infatti i comuni beneventani possono vantare una notevole varietà di vitigni autoctoni: in particolare l’Aglianico, la Falanghina, il Piedirosso, la Coda di Volpe.

Nei comuni del Sannio il processo di ammodernamento dei vigneti è stato intenso e volto alla valorizzazione dei vigneti autoctoni di pregio infatti negli ultimi tempi i vini della provincia di Benevento hanno conseguito importanti riconoscimenti in concorsi e rassegne nazionali ed internazionali uscenti in tal modo dai confini della regione.

Nel territorio sannita ci sono diverse realtà che riguardano il modo di produrre e vendere vino.

Vi è la presenza di piccoli produttori dediti soprattutto alla viticoltura, ed in modo marginale alla produzione vinicola destinata o all’autoconsumo, o ad una vendita rivolta al consumo locale, senza apposizione di alcun marchio si tratta in questo caso di vendita di vino sfuso.

Forme associative di produzione, rappresentate dalle cantine sociali che raccolgono gran parte delle produzioni viticole eccedenti l’autoconsumo dei piccoli produttori.

Aziende produttrici di vini DOC e IGT che, riuscendo ad internalizzare tutte le fasi della filiera produttiva dalla coltivazione della vite sino all’imbottigliamento con marchio proprio e alla relativa commercializzazione, hanno potuto valorizzare gli aspetti qualitativi delle produzioni vinicole tipiche del Sannio, ottenendo un proprio mercato di riferimento.

E’ necessario esaltare un giusto mix tra vino, vitigno e territorio elementi che se sapientemente dosati diventano una base straordinaria per il successo dei nostri vini.

Bisogna puntare sulla valorizzazione dei propri vitigni autoctoni perché il vino non può far altro che esprimere la zona di origine .
Il tema della competitività internazionale, non può essere affrontato senza una concentrazione tra le forze produttive e gli enti: la competitività sui mercati internazionali, in un contesto di lungo periodo, richiede questo catalizzatore che nel caso del Sannio, ha potenzialità sconfinate.

Il prodotto vinicolo può e deve rappresentare il nostro territorio, ma per dargli questa valenza importante riuscire ad incorporare in esso i valori culturali e storici del Sannio.

INFO
Le Aziende presenti al Galà sono: Aldo Coletta, Ariano Agnese, Anna Bosco, Antica Masseria Venditti, Azienda Vinicola Ciabrelli, Cantine lannella, Caputalbus, Ca’stelle, Castelmagno, Cantina del Taburno, Cantine Iorio, Corte Normanna, De Lucia, Di Santo Ugo, Durante Franco, Falluto Mennato, Fattoria Monserrato, Fattoria la Rivolta, Fontana delle Selve, Fontanarosa Anna Rita, Fontanavecchia, Foresta,Fuschini, Fratelli Muratori, F.lli Parisi, Fratelli Pugliese, I Pentri, La Guardiense, Masseria Frattasi, Masseria del Procaccia, Masseria Vigne Vecchie Mustilli, Nifo Sarrapocchiello, Ocone, Orsini, Petrare, Podere Veneri Vecchio, Rotola, Santimartini, Santiquaranta, Serra degli Ilici, Solopaca, Terra dei Briganti, Terre d’Aglianico, Terre Stregate, Torre del Pagus, Torre Gaia, Torre Varano, Taburni Domus, Vigne Sannite, Vinicola Monte Pugliano, Vinicola del Vecchi, Vinicola Barone S.r.l., Vinicola del Sannio, Vinicola del Titerno, Votino, Wartalia S.r.l.

da: Mira Relations [mirarelations@virgilio.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.