Gioacchino Majone(nella foto) eletto nuovo presidente dell’Associazione Regionale Allevatori della Campania

L’Arac coordina e offre servizi a tutti gli imprenditori del settore, che dà lavoro a oltre cinquantamila persone in tutta la regione
Napoli, 2 novembre 2005 – Gioacchino Majone è stato eletto all’unanimità presidente dell’A.R.A.C. (Associazione Regionale Allevatori della Campania), che riunisce gli allevatori di bestiame operanti in tutta la regione.
Cinquant’anni, laureato in medicina e chirurgia e specializzato in anestesia, Majone è un allevatore. Ricopre o ha ricoperto importanti cariche sindacali, nell’adempimento delle quali ha lavorato per lo sviluppo del settore: è stato presidente dell’APA (Associazione Provinciale Allevatori) di Salerno, ed è attualmente presidente dell’Associazione Regionale Produttori Latte della Campania, consigliere nazionale dell’UNALAT (Unione delle Associazioni Produttori Latte), presidente di una nota azienda salernitana di trasformazione del latte e consigliere dell’Unione Agricoltori di Salerno.

L’ARAC coordina ed offre servizi a tutti gli allevatori del comparto, che si compone di oltre diecimila aziende (di cui cinquemila allevamenti bovini, millecinquecento bufalini, trecento caprini, ecc.) e che dà lavoro ad oltre cinquantamila persone nella sola Campania. L’ARAC ha la responsabilità della tenuta dei libri genealogici delle razze e delle specie e offre numerosi servizi di assistenza zootecnica. I suoi organismi direttivi sono composti dai rappresentanti delle organizzazioni professionali più rappresentative del settore, Confagricoltura, Coldiretti e CIA.

All’atto dell’insediamento Majone ha ribadito il proprio “impegno per il totale rilancio dell’associazione e dell’intero comparto, confidando nella massima collaborazione dei Consiglieri e delle Organizzazioni Professionali Agricole”; ha ringraziato in particolare Confagricoltura Campania che lo ha proposto alle altre organizzazioni “per presiedere una così importante istituzione della regione Campania”.

Sotto la guida di Majone l’Arac continuerà ad operare per acquisire le funzioni oggi a carico dei livelli provinciali, al fine di rafforzare l’economicità e l’efficienza dei servizi offerti agli allevatori e per diventare interlocutore unico nel campo zootecnico per la Regione Campania.
Per comunicazioni: Responsabile Comunicazione Confagricoltura Campania, Michele M. Ippolito [michele.ippolito@fastwebnet.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.