BIBLIOTECA NAZIONALE GIOVEDI’ 15 OTTOBRE ore 11

conferenza stampa di presentazione della
XV EDIZIONE PREMIO DOMENICO REA
che si terrà il 23-24 ottobre 2009 ad ISCHIA
salone delle feste del NH resort and thermae Ischia, già hotel Jolly

Dal 1995 per rendere omaggio alla memoria del grande scrittore napoletano Domenico Rea si tiene annualmente nell’isola d’Ischia il premio letterario a lui dedicato.
Il premio ideato dal prof. Davide d’Ambra si articola in due sezioni: autori (narrativa e saggistica) e giovani lettori.

La sera del 24 ottobre 2009 nel salone delle feste del NH resort and thermae Ischia, già hotel Jolly, la giuria popolare della XV edizione del Premio Domenico Rea sceglierà il vincitore tra i cinque finalisti per la narrativa in concorso:
– Angelo Cannavacciuolo “Le cosa accadono” Cairo editore,
– Raffaele Nigro “Santa Maria delle Battaglie” Rizzoli editore,
– John Domini “Terremoto napoletano” Pironti editore,
– Christian Frascella “Mia sorella è una foca monaca” Fazi editore
– Danilo Mainardi “L’acchiappacolombi” Cairo editore

La giuria tecnica del Premio Domenico Rea presieduta dal direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli, Mauro Giancaspro è composta da:
– prof. Massimo Capaccioli (Ordinario di Fisica Università Federico II),
– prof. Luigi Mascilli Migliorini (storico italiano),
– Josè Vicente Quirante Rives (dir. Ist. Cultura spagnolo Cervantes),
– prof. Massimo Loiacono (docente universitario)
– Patrizio Marrone (dir. Conservatorio S. Pietro a Maiella di Napoli),

I giurati hanno assegnato per la sezione saggistica il premio ex aequo a Mimmo Liguoro per il saggio “Dove sta Zazà” di Pironti editore ed Ernesto Mazzetti per il libro “Storie del sud di ieri e di oggi” edito da Guida editore. Premiati quindi due tra i maggiori editori napoletani.

Per la sezione Premi Speciali la giuria ha voluto premiare Mauro Mazza, giornalista della RAI per i “TG2 Dossier Storie” e Katia Massaro presidente dell’Associzione DELPHIS che si occupa di ricerca, studio e conservazione dei cetacei delle isole di Ischia e Ventotene, per la prolifica ed incessante divulgazione della salvaguardia dei nostri mari anche attraverso le numerose pubblicazioni scientifiche.

Per la sezione dedicata ai giovani studenti che si affronteranno nella gara di lettura di cinque classici della letteratura sabato 24 ottobre 2009 alle ore 11 nella sala aragonese dell’hotel Jolly.
Premi in denaro dal primo al terzo posto e premi degli sponsor dal quarto al decimo posto.

Alla giuria per la sezione giovani lettori presieduta da Mauro Giancaspro e composta da Nunzia Sena, Laura De Giorgio, Giuseppina Tripodi, Etta Russo il compito dello svolgimento della gara di lettura che quest’anno prevede una novità.
Gli studenti dopo la gara saranno invitati a comporre in estemporanea un breve testo ispirato all’isola d’Ischia.
Il miglior testo designato dalla giuria sarà pubblicato sul periodico Ultimora.

La XV edizione del premio Domenico Rea, riservato ai giovani lettori e agli autori, avrà uno svolgimento eccezionale.
Due giorni di “happening culturale” con il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole medie superiori, la giuria tecnica e i cinque autori dei libri finalisti.
Mostre iconografiche.
Concerti di musica classica.
Dibattiti.
Incontri con i giovani lettori. Retrospettiva per ricordare l’opera di un grande amico dell’isola d’Ischia: Domenico Rea.

Nella due giorni di manifestazione culturale arrivano ad Ischia, sede del Premio, centinaia di ospiti italiani e stranieri.
Dagli autori dei libri, agli studenti delle scuole medie superiori per la gara di lettura, editori, la giuria popolare (120 pp.) giornalisti, artisti e presentatori.
Tra questi citiamo solo alcuni dei nomi illustri che nelle passate edizioni hanno partecipato al Premio Letterario Domenico Rea, da Enzo Biagi a Luciano Violante, Jean Noel Schifano, Vincenzo Consolo, Francesco Leonetti, Anna Casella Martelli, Romeo De Maio.

BNNUFFiCiOSTAMPA
lydia tarsitano 081 7819381
bn-na.ufficiostampa@beniculturali.it

La Biblioteca Nazionale di Napoli ha sede presso il Palazzo Reale di Napoli. Si accede attraverso l’ingresso di piazza Trieste e Trento.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.