24 settembre 2004 – Gli avvenimenti del 25 e 26 settembre.

1) Il 25 e 26 settembre in tutta la regione Campania visite gratuita a musei e siti archeologici organizzate dalla FAI

2) Il 25 e 26 settembre, Napoli: Terzo Concerto del IX FESTIVAL BAROCCO e … della Nuova Orchestra Scarlatti
Coralità e intimità
musiche corali e strumentali di
O. Messiaen, D. Buxtehude, B. Marini, D. Scarlatti, B. Britten, A. Vivaldi
clarinetto Gaetano Russo oboe Domenico Rinaldi coro “Axia” direttore Andrea Guerrini
Sabato 25 settembre ore 19.00
Domenica 26 settembre ore 11.30
Biglietto: Euro 9,00
Visite guidate alla Biblioteca (sabato) e agli Scavi (domenica) di San Lorenzo
abbinate ai concerti
Complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore – Sala Sisto V
Napoli – Via Tribunali, 316
Sabato 25 settembre alle ore 19.00, e in replica domenica 26 settembre alle ore 11.30, presso la Sala Sisto V del Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore (Via Tribunali, 316) si terrà il terzo concerto del “IX Festival Barocco e…” realizzato dalla Nuova Orchestra Scarlatti con il contributo dell’Assessorato al Turismo e allo Sviluppo del Comune di Napoli.
Coralità e intimità: brani solistici del Novecento musicale si alterneranno in un gioco di contrasti e di echi con pagine dell’ispirazione corale sacra barocca. L’Abîme des oiseaux (“L’abisso degli uccelli”) per clarinetto solo dal Quartetto della fine dei tempi, concepito da Olivier Messiaen nell’inferno di un lager nazista, getterà un ponte verso un corale, luminoso annunzio di rinascita: Das Neugeborne Kindelein, (“Il neonato bambinello”), cantata sacra per coro e archi di Dietrich Buxtehude, uno dei massimi compositori tedeschi del Seicento, venerato modello di Bach; le farà eco un raro e suggestivo Balletto per archi del bresciano Biagio Marini. Poi di nuovo il coro, prima con un intimo inno di D. Scarlatti, e quindi nel pieno della sua potenza vocale con un Corale di G. F. Händel.
La seconda parte riaprirà nel segno di Händel con il brillante Concerto per oboe e archi in sol min., troverà ancora un momento di solistica intimità novecentesca con le Metamorfosi per oboe di Benjamin Britten, per poi culminare all’apice della magnificenza corale con pagine sacre di A. Vivaldi.
Il coro “Axia” e gli archi della Nuova Orchestra Scarlatti saranno diretti dal M° Andrea Guerrini.
Solisti: il clarinettista Gaetano Russo e l’oboista Domenico Rinaldi.
Il biglietto, del costo di Euro 9,00, dà diritto alla visita guidata della Biblioteca “Landolfo Caracciolo” di San Lorenzo Maggiore, recentemente restaurata (il sabato) e a quella degli Scavi del Chiostro di San Lorenzo (la domenica). Le visite guidate si effettuano un’ora prima dell’inizio dei concerti.
L’ultimo appuntamento del Festival barocco sarà: sabato 2/domenica 3 ottobre Stili a confronto
Nuova Orchestra ScarlattiUfficio stampa Luisa Maradei 081.410175 – 333.5903471 info@nuovaorchestrascarlatti.it

3) Il 25 e 26 settembre la Regione Campania al salone della piccola editoria di Bel Gioioso.
La Regione Campania sarà presente, per il terzo anno consecutivo, al Salone della Piccola editoria “Parole nel tempo”, la cui quattordicesima edizione è in programma nella tradizionale cornice del Castello di Belgioioso (in provincia di Pavia) sabato 25 e domenica 26 settembre.
Per l’edizione di quest’anno, l’Assessorato alla Cultura ha predisposto un’area espositiva di oltre 200 metri quadrati divisi in ben quattro sale del Castello pavese. In questo stand saranno esposte le pubblicazioni di settanta piccole e medie case editrici campane, in rappresentanza di tutte e cinque le province, ma anche molto materiale promozionale turistico messo a disposizione dagli Enti Provinciali per il Turismo e dalle Aziende Autonome di Cura Soggiorno e Turismo.
Nell’area eventi dello stand campano, sabato 25 alle ore 17, è prevista una presentazione-spettacolo del libro di Fulvio Fiori, “Il giorno che sono nato c’era sciopero delle cicogne”: il libro è pubblicato dall’editore napoletano Alfredo Guida ed è stato insignito del Premio Massimo Troisi 2003 per la migliore scrittura comica.
«Il 2004 è stato un anno molto prolifico – sottolinea l’assessore alla cultura, Teresa Armato – per la piccola e media editoria campana. A Belgioioso, dunque, le case editrici presenti nello stand della Regione potranno proporre le loro novità agli oltre trentamila visitatori che, di solito, frequentano questo significativo appuntamento editoriale. Tra l’altro, a Belgioioso c’è sempre grande attenzione nei confronti dei piccoli editori campani, dato che spesso le loro pubblicazioni sono poco reperibili nelle librerie del Nord. Nelle passate edizioni, tra l’altro, lo stand regionale ha sempre riscosso molto successo e, l’anno scorso, la Campania è stata ospite d’onore della manifestazione».

4) 26 settembre 2004 – Le Vie del Latte 2004: tre domeniche per scoprire secoli di tradizione casearia di Campania, Puglia e Molise
Le Vie del Latte 2004, Tre domeniche per scoprire secoli di tradizione casearia di Campania, Puglia e Molise Domenica 26 settembre, 3 e 10 ottobre, 58 aziende zootecnico/casearie aprono le porte ai visitatori per la terza edizione de “Le Vie del Latte”. La novità più importante di quest’edizione è il coinvolgimento di due nuove regioni. Dopo la Campania, infatti, la manifestazione tocca i caseifici del Molise e della Puglia, creando un’occasione di conoscenza straordinaria per i consumatori appassionati del mondo del formaggio. Dopo il successo di due anni fa con oltre 40.000 presenze nei vari luoghi del buon formaggio della Campania, la terza edizione che è alle porte non cambia formula cercando di avvicinare consumatori e produttori in una forma di approccio rivolta a rappresentare culture tramandate e qualità alimentari straordinarie. La volontà di Slow Food va nella direzione di contribuire allo sviluppo della consapevolezza dei consumatori, per un recupero del diritto al piacere che passa attraverso la conoscenza di questi mondi straordinari di cui Campania, Molise e Puglia sono depositari, con circa 50 tipologie casearie ed oltre una dozzina di razze autoctone, di cui alcune a rischio di estinzione. Patrimoni caseari e zootecnici che rappresentano diversità ed appartenenza che bisogna imparare a conoscere fin da piccoli, l’approccio didattico/divulgativo è alla base dell’accoglienza che si ritroverà nei luoghi del formaggio de “Le Vie del Latte”, per offrire ai gruppi familiari, alle scolaresche o agli appassionati, delle occasioni irripetibili d’esperienza come ad esempio assistere alle fasi della produzione di un formaggio, dalla mungitura alla trasformazione della cagliata, capire l’evoluzione organolettica di un affinamento di stagionatura, scoprire le attitudini delle razze selezionate in secoli di adattamento in certi territori ed apprezzarne i sapori unici. Tutto questo si è reso possibile con il determinante sostegno degli assessorati all’agricoltura delle regioni coinvolte. L’iniziativa si avvale della preziosa collaborazione del Movimento del Turismo del Vino che si svilupperà con veri e propri gemellaggi tra aziende casearie e vitivinicole, e del supporto dell’Anfosc, con la quale si realizzeranno tre cataloghi (uno per regione) dei formaggi e delle razze autoctone da latte della Campania. Sul sito www.slowfood.it è consultabile l’elenco dei caseifici aderenti all’iniziativa dove prenotare una visita. ufficio stampa: Le Vie del Lattee-mail: viedellatte@libero.it tel. 3492169757 Sandro Tacinelli
26 settembre 2004 – Il saluto del presidente Villani tutto pronto per Expo 2004 il 27settembre
«La Provincia di Salerno investe nella scuola ritenendo tale istituzione il cardine per lo sviluppo e la qualificazione del territorio». Da Palazzo Sant’Agostino giunge il saluto congiunto del presidente della Provincia Angelo Villani, e dell’assessore all’edilizia scolastica Pasquale Stanzione. «Tra i nostri auspici – si legge nella lettera indirizzata ai dirigenti scolastici – vi è quello di poter complementarmente accompagnare l’opera delle nostre scuole nella direzione di una formazione che si nutra dei valori di pace, solidarietà, tolleranza e accoglienza». Nella lettera gli amministratori provinciali ribadiscono la disponibilità all’impegno collaborativo per «sostanziare in maniera sempre più pregnante l’autonomia scolastica e i rapporti tra sistema formativo ed enti locali». Nella nota viene ricordato, a tangibile esempio di rapporto tra scuola e territorio, la manifestazioene dell’Exposcuola che domani 27 settembre vedrà la prima riunione tecnica per definire il programma dell’annuale edizione della kermesse che sta qualificando il profilo del salone della offerta formativa.

5) – Il saluto del presidente Villani tutto pronto per Expo 2004 il 27settembre
«La Provincia di Salerno investe nella scuola ritenendo tale istituzione il cardine per lo sviluppo e la qualificazione del territorio». Da Palazzo Sant’Agostino giunge il saluto congiunto del presidente della Provincia Angelo Villani, e dell’assessore all’edilizia scolastica Pasquale Stanzione. «Tra i nostri auspici – si legge nella lettera indirizzata ai dirigenti scolastici – vi è quello di poter complementarmente accompagnare l’opera delle nostre scuole nella direzione di una formazione che si nutra dei valori di pace, solidarietà, tolleranza e accoglienza». Nella lettera gli amministratori provinciali ribadiscono la disponibilità all’impegno collaborativo per «sostanziare in maniera sempre più pregnante l’autonomia scolastica e i rapporti tra sistema formativo ed enti locali». Nella nota viene ricordato, a tangibile esempio di rapporto tra scuola e territorio, la manifestazioene dell’Exposcuola che domani 27 settembre vedrà la prima riunione tecnica per definire il programma dell’annuale edizione della kermesse che sta qualificando il profilo del salone della offerta formativa.

6) Domenica 26 settembre, Albanella(Sa), viaggio nel pianeta bufala:il 26, dibattito a Matinella.
Discussione sul futuro del settore bufalino nella Piana del Sele. “La bufala nella Piana del Sele, tipicità e prospettive” è il tema del convegno che si terrà domenica 26 settembre, ore 10.30, nei locali della palestra comunale di Matinella e nell’ambito dell’annuale sagra della “Bontà di Bufala”. Dopo i saluti del sindaco Giuseppe Capezzuto, del senatore Gaetano Fasolino sono previsti gli interventi di Ettore Bellelli, vicepresidente nazionale degli allevatori bufalini; Giuseppe Morese, presidente degli allevatori salernitani; Luigi Morena, presidente dell’Ordine dei Veterinari; Donato De Rosa, presidente della comunità montana e Corrado Martinangelo, assessore provinciale all’agricoltura. La discussione, coordinata da Oreste Mottola, sarà conclusa da Luciano Pignataro, giornalista enogastronomico e scrittore. All’attacco di un prodotto di successo. I grandi nomi dell’agroalimentare italiano e i produttori di formaggi europei contro la mozzarella di bufala campana prodotta nella Piana del Sele.
Oreste Mottola – Cellulare 338 4624615 – orestemottola@ilvalcalore.it –

zione della kermesse che sta qualificando il profilo del salone della offerta formativa.

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.