SOTTOSEGRETARIO BONO: “RESTAUREREMO PELLICOLE ORIGINALI DELLA CINETECA ALBANESE,
COMPRESE COPIE UNICHE DI FILM ITALIANI”
GIOVANI ALBANESI FARANNO STAGE ALLA SCUOLA NAZIONALE DI CINEMA DI ROMA
IN AUTUNNO SI TERRA’ IL PRIMO FESTIVAL DEL CINEMA PER RAGAZZI ALBANESI
Sostenere la cinematografia albanese, restaurare le pellicole più antiche della cineteca nazionale e riproporre in Albania il festival del cinema di Giffoni. Il sottosegretario di Stato del Ministero dei Beni Culturali, Nicola Bono, ha spiegato i prossimi interventi del Governo italiano a sostegno del cinema nel Paese delle aquile. “Abbiamo assunto questi impegni dopo una stimolante iniziativa del Giffoni Film Festival – ha spiegato Bono, ospite questo pomeriggio a Giffoni, per un forum sulla produzione, distribuzione ed esercizio cinematografico albanese – e abbiamo deciso che era necessario intervenire subito con alcuni progetti mirati”. “Delegazioni di giovani albanesi – è poi sceso nei dettagli Nicola Bono – verranno in Italia per partecipare a stage promossi presso la Scuola nazionale del Cinema di Roma, diretta da Alberoni. E’ questo un primo intervento per intraprendere un percorso di collaborazione culturale tra i due paesi. Inoltre, intendiamo procedere al restauro di alcuni film contenuti nella cineteca albanese. Si tratta di opere storiche e di grande pregio culturale che rischiano di essere perdute per sempre senza un adeguato restauro”.
Nicola Bono, rispondendo ai giornalisti, ha poi confermato che “nella ricca cineteca albanese ci sono molte pellicole italiane, in copia unica, che vanno al più presto restaurate. E’ un elenco di opere su cui bisognerà fare una prima ricognizione, che necessitano di un restauro d’urgenza e che sono di grande valore storico – culturale”. Infine, il sottosegretario Bono ha espresso tutto il suo compiacimento per il progetto avviato dal Giffoni Film Festival che prevede, a partire dal mese di ottobre, la realizzazione in Albania di un festival del cinema per ragazzi”. Nel 1985 il Giffoni Film Festival è stato il primo, in Italia, a portare alla ribalta internazionale pellicole albanesi. Dei progetti di collaborazione tra Italia ed Albania per la cinematografia si è parlato questa sera durante un forum alla presenza dei vertici del GFF, dello stesso sottosegretario Bono, del suo collega albanese Edmond Dragot e di alcuni tra i più importanti cineasti albanesi.

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.