Fiera di Calitri, (Av) 28/8-5/9: di scena la riforma della scuola
Domani pomeriggio 2 settembre, nell’ambito della rassegna espositiva, convegno organizzato dal locale Istituto scolastico “Angelo M. Maffucci” Calitri Fiera, di scena la riforma della scuola
in relazione alla rete informatica in Irpinia
CALITRI – Con il patrocinio della locale amministrazione comunale, della Comunità montana “Alta Irpinia”, dell’Ente Fiera e della Provincia di Avellino, nel pomeriggio di domani, nella sala riunioni del quartiere espositivo di Calitri, è in programma un importante convegno sui contenuti e sugli obiettivi della riforma scolastica alla luce dei sistemi informatici già in attuazione in tutto il territorio dell’Irpinia.
All’insegna dell’efficace slogan “L’uomo con il computer”, l’atteso appuntamento persegue lo scopo di attualizzare e di modernizzare il comparto dell’istruzione pubblica, già da anni proteso verso la definizione di attività didattico-metodologiche che si mostrino, soprattutto sul piano tecnico e operativo, sempre più all’altezza della situazione, anche al fine di elevare i livelli di istruzione e formazione. Temi, quest’ultimi, legati all’attuazione della cosiddetta “scuola dell’autonomia”, non limitata solo agli aspetti amministrativi dell’organizzazione scolastica, ma anche alla strutturazione e all’applicazione di metodi scolastici innovativi.
Su questo piano, per esempio, si pone in modo lodevole e efficace il lavoro dell’Istituto scolastico “Angelo Maria Maffucci” che, tra l’altro, è anche il promotore dello stesso convegno (“La riforma scolastica e la rete informatica in Irpinia”) organizzato nell’ambito di “Calitri Fiera 2004”.
I relatori dell’importante incontro, in particolare, sono il dirigente tecnico del Csa di Avellino, dott. Giuseppe Romei, l’ispettore del ministero della Pubblica istruzione, dell’Università e della ricerca scientifica, dott. Emilio Ambrisi, il dirigente dell’Usr della Campania, dott. Antonio De Angelis, del dirigente del Csa di Avellino, dr. Gennaro Iaverone, e del prof. Vincenzo Luongo, docente del Liceo scientifico di Calitri.
E’ nelle previsioni che, così come annunciano gli organizzatori dell’iniziativa di studio realizzata in Fiera, si ribadisca il concetto secondo cui l’autonomia scolastica, così come definita dalla legge n. 59 del 1997, vada sempre più inquadrata nella più ampia prospettiva del decentramento; una prospettiva che esige un profondo e radicale cambiamento dell’istituzione scuola.
È proprio nei nuovi processi d’innovazione pedagogica e didattica che si possono cogliere appieno il significato e il senso del cambiamento in atto. Le innovazioni tecnologiche che hanno profondamente modificato le vecchie logiche di organizzazione scolastica, possono racchiudersi nel concetto di “rete” che, tra l’altro, diventa la metafora più idonea a decifrare il nuovo modello di autonomia scolastica.
“Per rete, infatti, si intende – specificano gli organizzatori dell’Istituto Maffucci – una struttura non gerarchica di elementi interconnessi tra di loro in cui la comunicazione circola facilmente e con gran velocità. Per definire al meglio questo passaggio con una immagine geometrica, si può parlare di passaggio dalla Piramide alla Rete”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.