Napoli, dal 31/8 al 3/9 Water Raid Powerade nelle acque del golfo.
Una gara a livello nazionale con due caratteristiche principali: essere multidisciplinare e soprattutto ecocompatibile. Un evento sportivo innovativo, giunto alla sua terza edizione, che abbina lo sport e l’avventura al turismo ed alla conoscenza ed il rispetto dell’ambiente. E’ questa in estrema sintesi il Water Raid Powerade, il raid sportivo organizzato dal Movimento ecosportivo Sportchallengers in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole e Forestali e con l’importante collaborazione del Comune di Castelvolturno, istituzione da sempre sensibile agli argomenti dello sport e dell’ambiente. La competizione si svolgerà, in Campania dal 31 agosto al 3 settembre ed è l’unico raid al mondo che si sviluppa in zona marina. Dodici team composti ognuno da quattro persone provenienti da tutta Italia si sfideranno in ben 12 discipline come gozzo a remi, kayak, nuoto, apnea, orientamento, corsa su strada, spiaggia e montagna, arrampicata e mountain bike. “Ogni anno nel mondo – spiega Carlo Ferrari, presidente di Sportchallengers – si organizzato circa 700 raid, i più importanti in Francia. Questo tipo di competizioni accrescono la socializzazione, lo spirito di gruppo, il rispetto per se stessi e l’autostima. Lo sport è un impegno fisico ma soprattutto mentale. Molte squadre professionistiche usano le tecniche del raid per velocizzare la coesione del gruppo durante gli allenamenti”. Tra le prove sportive di particolare suggestione è l’arrampicata e la discesa in corda all’interno del cratere del Vesuvio, e la costruzione di una vera e propria zattera con tanto di bidoni e corde che dovrà essere in grado di navigare e raggiungere il traguardo. L’ultimo giorno ci sarà la premiazione della corsa al parco Virgiliano di Napoli. Come nelle altre edizioni il raid riserva anche un importante spettacolo sportivo. Tra i partecipanti infatti troviamo anche due importanti nomi dello sport internazionale: Alex Bellini, il multiatleta che dopo questo raid partirà per cercare di raggiungere un record mondiale: attraversare l’oceano Atlantico in barca a remi da solo ed in completa autonomia, e Mario Giacometti già recordman mondiale di arrampicata veloce sulle pareti del mOnte Rosa, Monte Bianco ed Himalaya. Il Water Raid Powerade però non è soltanto sport, ma anche turismo e conoscenza dei luoghi. Infatti a conclusione di ogni giornata di gare sono previste grandi mangiate a base di prodotti tipici locali. A Castelvolturno ci sarà un buffet di prodotti ittici offerto dal comune. Sul Vesuvio è organizzata una sagra dei prodotti caratteristici, mentre l’ultimo giorno dopo le varie premiazioni, è stata programmata una festa finale con braciata sulla spiaggia di Misero. I partecipanti, specialmente quelliprovenienti da altre regioni italiane, durante lo sviluppo delle quattro giornate avranno la possibilità di conoscere luoghi dove non sono mai stati o che conoscono solo superficialmente. Le gare attraverseranno il litorale flegreo, il litorale domizio tutto il golfo di Napoli nonché il famoso parco del Vesuvio. Navigando si partirà dalla foce del fiume Volturno per arrivare sulla epica spiaggia di Misero, la corsa porterà dal Castello di Baia all’Anfiteatro Flavio, costeggerà il lago d’Averno, i panorami di Posillipo, il fascino del Castel dell’Ovo fin a giungere sul cratere del vulcano più famoso d’Italia. A sottolineare l’importanza dell’iniziativa il Movimento Sporghallengers, si avvale di due pregevoli testimonial: il Ministro Giovanni Alemanno e l’onorevole Alfonso Pecoraro Scanio che già la scorsa edizione si sono confrontati nella gara di discesa in corda nel cratere, vinta da Alemanno. Quest’anno la rivincita tra i due politici non ci sarà per impegni di entrambi.Infatti, era prevista una gara di nuoto nelle acque del lago del bioparco HK resort, un villaggio a metà tra sport e turismo immerso nella natura che sorge in località Castelvolturno. Oltre agli aspetti ludici dello sport e del divertimento nel corso del raid verrà svolto un importante studio proprio sulla socializzazione dei team prima durante e dopo il raid con tre livelli di test da sviluppare in altrettanti momenti della gara. La conclusione del lavoro verrà poi pubblicata, con le relazioni ed i commenti di vari studiosi del settore. Per informazioni: Carola Rossetto 335-6338244.
ufficio stampa nazionale Romana Fabrizi 339.2335481 romana_fabrizi@hotmail.com
Sportchallengers Italia Carlo Ferrari 335.5293016 c.ferrari@sportchallengers.com
Sono disponibili foto e immagini.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.