La 18° Festa Internazionale della Primavera, organizzato da Cecilia Coppola, presidente dell’associazione culturale Cypraea, si svolge come di consueto con la partecipazione di migliaia di giovanissimi al Beau Villane di Meta di Sorrento per socializzare e confrontarsi sulle ricerche fatte. Il tema di questa festa di compleanno è ”Il ruolo della frutta nell’alimentazione: dall’albero all’industria, dall’arte al mito”. Saranno presentati studi sulla frutta scomparsa, sugli antichi sapori gustati dai nostri nonni ma diluiti con l’avvento dei cibi cotti in anticipo e i raccolti anticipati con le tecniche della stimolazione delle semime. I giovani provenienti da Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Puglia, Basilicata, Sicilia con la Campania a fare da ospite, dunque, a parlare della passata agricoltura, ma anche giovani che vengono da Messico, Inghilterra, Germania, Svizzera, Spagna, Taiwan. Non c’è l’Africa che invece avrebbero fatto bene ad invitare visto che in quel continente la maggiore risorsa economica consiste nell’agricoltura, peraltro fatta ancora con sistemi antichi visto che mezzi economici per le tecnologie moderne a supporto dell’agricoltura non ce ne sono. Ci saranno video, filmati, cartelloni, dossier, manuali, cd-rom e ancora giochi da tavolo, calendari, sculture e canzoni rap. Piace riportare il concetto base del meeting, espresso da Cecilia Coppola: nelle tavole di ogni paese non può mancare la frutta, un filo verde che diventa buon conduttore non solo di un’alimentazione sana ma anche il ponte di collegamento tra quei bambini, giovani ed insegnanti di varie nazioni, che già da un anno lavorano su questo tema per partecipare al concorso della Cypraea. L’evento continuerà il 4, 5, 6, con Convegni, Tavole Rotonde, canti e folclore, giochi, laboratori di aquiloni, mini crociere offerte dallai “Marine Club”, manifestazioni culinarie alle quali offriranno la loro professionalità l’Associazione Cuochi Penisola


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.