LA SAGRA DEI FUNGHI A CUSANO INIZIERÀ VENERDÌ 22 SETTEMBRE E DURERA’ 10 GIORNI.
A Caserta invece…

1)(e.c.) – L’annuale appuntamento dell’ultima decade di settembre durerà 10 giorni e quest’anno e previsto un programma ancora più ricco degli altri anni. Un programma descritto qui di seguito, con la sua consueta bravura, da Francesca Petrillo, giovane addetto stampa del Comune di Cusano Mutri.

“La ventottesima edizione della “Sagra dei funghi” di Cusano Mutri è pronta a prendere il via: dal 22 settembre al 1° ottobre il paese, posto alle pendici del Monte Mutria, ospiterà la prestigiosa kermesse, mèta, ogni anno, di migliaia di visitatori provenienti da tutta la Campania e dalle regioni limitrofe.

Vasto e variegato è il programma, che spazia dall’offerta gastronomica degli stand situati in Piazza Orticelli, effondenti l’inconfondibile profumo dei funghi porcini, alle proposte per lo svago, il tempo libero e la cultura.

Scenari naturali unici si apriranno alla vista dei visitatori che si cimenteranno nell’entusiasmante percorso avventura delle splendide “Gole di Caccaviola” (da acqua viola), un sentiero tra alte pareti rocciose, incise dalla potenza erosiva dell’acqua, ed una vegetazione ancora selvaggia che ammalia giovani e adulti, oppure che raggiungeranno, dopo un affascinante giro in fuoristrada, il sentiero del “Salto dell’Orso”, per ammirare una poderosa cascata d’acqua limpida, alta ben trenta metri.

Le escursioni naturalistiche continuano lungo il fiume Titerno, nell’itinerario che si snoda tra le “Forre di Lavelle” per osservare la bellezza dei fenomeni carsici. E sempre la natura è la nota caratterizzante delle passeggiate a cavallo tra le vecchie mulattiere del Matese e delle camminate al sentiero del “Monte Calvario”, un itinerario immerso nel verde, circondato da fede e tradizione, a pochi passi dal centro abitato.

Il divertimento prosegue, poi, nella Villa Comunale, in località Palata, per muoversi tra i “ponti tibetani” (tesi tra gli alberi) dell’esilarante Parco-Avventura, per lanciarsi con liane ed attraversare il percorso, da un albero all’altro, attaccati a teleferiche sospese ad altezze mozzafiato, ma nella massima sicurezza. Anche i più piccoli, inoltre, potranno giocare nel divertente parco giochi gonfiabile e partecipare a giochi ed animazione predisposti appositamente per loro, mentre i genitori trascorreranno ore spensierate, affidando i propri figli ad animatori esperti, sostenendo solo una modica spesa.

Nelle strade del centro storico, nelle vecchie botteghe di un tempo, i visitatori troveranno la mostra mercato dei prodotti artigianali e tipici locali, che consentirà loro di acquistare e portare a casa i manufatti, i dolci, i salumi, i formaggi e quant’altro di tipico offre la tradizione locale.

Il giro nel centro storico prosegue nella visita alle chiese ed al Museo Civico del Territorio, dove è possibile osservare fossili e rocce al microscopio, o riscoprire tutti gli utensili che le generazioni passate avevano escogitato per agevolare i lavori quotidiani.

Presso il Museo, inoltre, sarà possibile prenotare e partire per la visita al famosissimo Parco Geo-paleontologico di Pietraroja, dove, accompagnati da guide esperte, si potranno visitare i luoghi dove nacque, visse (113 milioni di ani fa) e fu rinvenuto (poco meno di 30 anni fa) il celeberrimo fossile “Scipionyx Samniticus”, meglio noto come “Ciro”, cucciolo di dinosauro “Ciro” che continua a destare l’attenzione degli esperti di tutto il mondo.

Dal Museo ci si sposta all’ex-Convento dei Padri Agostiniani, un antico stabile, attualmente in restauro, ospitante le mostre di rinomati artisti contemporanei, quali Marco Orlandi, Giovanni Mancini ed Antonio Frusciante.

Tra musica, balli, animazione, artisti di strada, maschere, spettacoli per grandi e bambini, si ritorna in Piazza Orticelli e si sosta davanti alla Mostra Micologica di funghi veri del Matese: un angolo di sottobosco, ricreato per l’occasione in pieno centro cittadino, per far ammirare a tutti i visitatori quali varietà e ricchezza racchiudono le selve che circondano Cusano.

Storia, cultura, natura, tradizione e divertimento: questi sono gli ingredienti noti della sempre vincente formula della “Sagra dei funghi” di Cusano Mutri, un evento pronto a decollare, per soddisfare, come sempre, le aspettative di quanti, sempre più numerosi, non rinunciano a parteciparvi.
Info: www.comunecusanomutri.it

COME ARRIVARVI
da Napoli:
Autostrada A1 (Napoli-Roma) uscita Caserta Sud, Fondovalle Isclero direzione Telese Terme, Cerreto Sannita, Cusano Mutri

da Roma:
Autostrada A1 (Roma-Napoli) uscita Caianello, superstrada Caianello-Benevento uscita Cerreto Sannita, Cusano Mutri

da Bari:
Autostrada Bari-Napoli uscita Benevento, superstrada Benevento-Caianello uscita Cerreto Sanita, Cusano Mutri.

Referente Arga per Benevento: Pasquale Carlo
email: pasqualecarlo@libero.it

2) VISITARE CASERTA E…DINTORNI
ANCHE AD OTTOBRE C’E’ UN MOTIVO IN PIU’ !
1 OTTOBRE 2006
CASERTA: Teatro di corte, Solisti del Teatro Bolshoi
Appuntamento con la grande musica classica e il balletto d’autore questa sera, alle 19, uno dei teatri in assoluto più belli del mondo: il Teatro di Corte della Reggia vanvitelliana di Terra di Lavoro. Si esibiranno infatti per l’Italia, in uno spettacolo unico, che fa tappa solo a Roma e Caserta, alcuni dei solisti del Teatro Bolshoi di Mosca, uno dei maggiori templi mondiali della lirica e del balletto. Uno dei motivi principali per cui gli artisti russi hanno insistito fortemente per esibirsi a Caserta. Ad esibirsi in città saranno Sergei Gaydey, tenore; Larisa Rudakova, soprano; L’etoiles Anna Antonicheva ed Alexander Volchkov, acompagnati nel pianoforte Elena Ostroukova (www.bolshoi.ru), tutti facenti parte integrante della compagnia stabile del Bolshoi e solisti di primo piano. Una vera chiccha dunque per gli amanti della grande musica e del balletto sulle punte, aperta a tutti: la serata infatti è gratuita, fino ad esaurimento degli inviti da richiedere presso gli enti promotori. L’iniziativa è stata resa possibile dalla collaborazione con Confartigianato e Banca Marche, della locale Sovrintendenza, del Comune di Caserta, Provincia di Caserta-Assessorato alle Attività produttive; Regione Campania; Camera di Commercio; Ept; Ersac; Sun; e sponsor privati.Il programma della serata prevede uno spettacolo di 105 minuti, diviso in due parti con un intervallo di 15 minuti, in cui gli artisti spazieranno dalla musica e balletto russo, con alcune cantate popolari della “Santa Madre” ai capolavori del balletto e della lirica internazionale in un ideale viaggio da “Notte di Maggio” a Rachmaninov a Verdi, Mozart e alcune chicche dedicate alla musica napoletana, da sempre patrimonio del Bolshoi. Capua: tappa capuana per la manifestazione “Da Annibale a Garibaldi”
Ancora oggi, domenica 1 ottobre, prosegue la tappa nella città di Capua della manifestazione “Da Annibale e Garibaldi”. A Capua rivivrà il “ Placito Capuano “. L’evento si chiuderà a Palazzo Lanza con “Capua Legge” maratona di lettura organizzata dall’Ass Cult. ARCHITEMPO in collaborazione con l’Ass. Presidi del Libro Campani in occasione della “Festa del Lettore”
Claudio Mingione [claudio.mingione@aliceposta.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.