Gelate primaverili: prevenzione e interventi in vigna post danno. Ecco cosa hanno detto gli esperti ieri ad Avellino nel convegno organizzato da Assoenologi Campania

AVELLINO – Si è tenuto ieri, lunedì 12 giugno, ad Avellino presso la Sala Convegni della CCIAA, il seminario tecnico sul tema “cambiamento climatico e viticoltura” con un focus di estrema attualità: le gelate primaverili. Organizzato da Assoenologi Campania, che rappresenta i tecnici vitivinicoli del territorio regionale, l’incontro ha avuto un grande successo, registrando oltre cento presenze, sia per l’importanza del tema sia per l’autorevolezza dei relatori, esperti dell’argomento a livello nazionale, internazionale e locale. Ad aprire i lavori il prof. Stefano Poni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, con un intervento dal titolo “Danni da brina su vite: prevenzione e interventi post-danno”. Poni ha approfondito le cause delle gelate, ha illustrato vari casi di danno e le possibilità di risposta della vite, i possibili mezzi di difesa e una serie di indicazioni sulle possibilità di intervento in campo. A seguire l’intervento del prof. Albino Maggio dell’Università di Napoli Federico II, dal titolo “Agricoltura e cambiamenti climatici”, con cui ha approfondito il tema dei cambiamenti del clima e le cause, l’adattamento delle piante ai cambiamenti climatici e le possibilità di interventi per le mitigazioni di questi fenomeni. A concludere i lavori il prof. Boris Basile dell’Università di Napoli con un intervento dal titolo “Cambiamento climatico e rischio di danno da brina per la viticoltura campana”: Basile ha illustrato il rischio dei danni da brina negli areali viticoli campani, i sistemi locali di prevenzione, l’evoluzione della viticoltura regionale in funzione delle risposte delle varietà locali ai cambiamenti climatici, ed una rappresentazione della frequenza di tali eventi in zona negli ultimi 40 anni.
, ha commentato Roberto Di Meo, Presidente Assoenologi Campania. .
Info: sezione.campania@assoenologi.it – Tel. 0825 981419–
Irene Bernabò Silorata cell. 340 0659907 info@dipuntostudio.it

————————————————————————
Assoenologi Campania presenta un incontro-dibattito per fare il punto su un tema controverso approfondendo rischi, danni e possibili rimedi.
Avellino – Lunedì 12 giugno ore 17
AVELLINO – Il fenomeno del global warming sta generando importanti cambiamenti climatici segnati da eventi repentini, non prevedibili e con conseguenze dannose per l’agricoltura: gelate improvvise, piogge violente e con masse d’acqua enormi stanno causando danni ingenti al settore. Nasce da qui l’incontro dibattito “Viticoltura e cambiamenti climatici: conseguenze e interventi”, organizzato da Assoenologi Campania – l’associazione rappresentante di circa cento tecnici del settore vitivinicolo sul territorio regionale – in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Agraria e con il patrocinio della Camera di Commercio di Avellino. Lunedì 12 Giugno, alle ore 17, presso la sede della Camera di Commercio Avellino in Piazza Duomo si discuterà di rischi, danni e possibili rimedi con relatori accademici che hanno esperienza consolidata in materia sia a livello nazionale sia a livello regionale. Intervengono:
• Prof. Stefano Poni – Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza
“Danni da brina su vite: prevenzione e interventi post-danno”
• Prof. Albino Maggio – Università degli studi di Napoli Federico II
“Agricoltura e cambiamenti climatici”
• Prof. Boris Basile – Università degli studi di Napoli Federico II
“Cambiamento climatico e rischio di danno da brina per la viticoltura campana”
Partecipano all’incontro-dibattito
Matteo Lorito, Direttore del Dipartimento di Agraria Università degli Studi di Napoli Federico II;
Oreste La Stella Presidente Camera di Commercio Avellino e
Maurizio Petracca Presidente VIII commissione Regione Campania,fondi europei e statali per lo sviluppo agricoltura, caccia e pesca.
Modera Luigi Frusciante dell’Università degli studi di Napoli Federico II.
Ad introdurre i lavori sarà Roberto Di Meo, Presidente Assoenologi Campania, che chiarisce gli intenti dell’incontro:
“Il tema del cambiamento climatico è quanto mai attuale, complesso e controverso, il nostro incontro punta i riflettori in particolar modo sui danni delle gelate che nella storia climatica campana degli ultimi decenni hanno rappresentato un evento piuttosto raro, causato da improvvisi abbassamenti di temperatura notturna nel periodo primaverile nella fase di formazione e sviluppo dei germogli delle viti generando necrosi dei tessuti vegetali. Negli ultimi anni le gelate si stanno verificando con maggiore frequenza, quasi a delineare una costante nel clima territoriale, condizionando gravemente le prime fasi vegetative dei vigneti in quasi tutti gli areali di produzione della nostra regione. Da qui l’esigenza di mettere sotto la lente il fenomeno con lo scopo di offrire agli enologi del territorio maggiori conoscenze, strumenti di prevenzione e rimedi in vigna ai danni scaturiti dalle brine”
Info: sezione.campania@assoenologi.it – Tel. 0825 981419
Ufficio Stampa Irene Bernabò Silorata


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.