Casertavecchia: Settembre al borgo(29/8-11/9): la comicita’ scende… in piazza.
arrivano i campioni della risata.
31 AGOSTO 2004 – Marco Della Noce, Diego Parassole, Leonardo Manera, Alberto Patrucco e Max Giusti ovvero Zelig, Colorado Cafè, Quelli che il Calcio: la tv tutta da ridere.
La allegra carica della comicità scende in piazza al Settembre al Borgo.
Con il primo giorno di settembre si apre stasera (mercoledì) il filone della comicità in piazza Vescovado, tradizionale appuntamento gratuito del festival che registra, negli anni, migliaia di presenze da tutta la regione. Tutto pronto in piazza, con il palco a contornare la naturale scenografia di storia e architetture medioevali che fanno da sfondo ad attori comici campioni di ascolti televisivi, beniamini di un pubblico eterogeneo e fedele negli anni.
Apre la comicità senza freni del capo meccanico di casa Ferrari più famoso d’Italia: Marco Della Noce (Drive in – Mai dire Gol – Striscia la notizia – Facciamo cabaret – L’ottavo nano fino al successo di Zelig Circus) per uno spettacolo “Non solo Ciccioli” che s’annuncia puro distillato di comicità.
“Non solo ciccioli” è un film, un film a teatro formato dagli spezzoni della vita di Marco Della Noce, che racconta come può succedere che un ragazzo destinato a diventare perito prenda la strada del cabaret e della comicità. E’ predestinazione o solo poca voglia di lavorare ?
Il racconto va dagli esordi nelle cantine, in situazioni in cui è impossibile lavorare, ai successi dei personaggi di Zelig (Larsen, il comandante dei Nocs, Oriano Ferrari) ed è interrotto dai fatti della vita reale di Marco.
Una riflessione sulla comicità che si intreccia con la propria storia personale e sul come cavarsela nella vita senza essere costretti a trovarsi un vero lavoro.
Dai box di casa Ferrari si arriva dritti alle “Nuvole” di Diego Parassole (Maurizio Costanzo Show, Facciamo Cabrate, Zelig) in cartellone venerdi 3, sempre in piazza Vescovado.
“Nuvole” ci parla di un uomo che non ha ancora finito di essere un figlio e già si trova ad essere padre, che non sa ancora cosa farà da grande ed è già grande. Uno spettacolo che passa dalla filosofia allo scherzo, andata e ritorno, con il ritmo scoppiettante che Parassole sa dare ai suoi spettacoli (neanche lui sa bene come).
“Nuvole” è una scrittura teatrale adatta a tutti quelli che almeno una volta nella vita hanno pensato di diventare genitori e a tutti quelli che almeno una volta nella vita si sono sentiti “figli”.
Ancora campioni della risata dal circo di Zelig al palco di Casertavecchia. Il 5 settembre è la volta di Leonardo Manera (Paperissima, Quelli che il calcio, Ciro) e il suo tormentone “Adriana… Adriana”.
Irresistibili i duetti con Claudio Bisio nei panni di un improbabile psicoanalista alla prese con un paziente fuori dalle righe, al sapore di “Fluoro…”.
Per lui la piazza del festival è già pronta ad un’ovazione di applausi.
Il 7 settembre è di scena Alberto Patrucco (Maurizio Costanzo Show – Facciamo Cabaret – Zelig – Zelig Circus – Colorado Cafè) e le sue Zoomate.
Con il suo spettacolo comico Patrucco si presenta al pubblico in veste di disincantato osservatore dello scorrere di questo nostro tempo bizzarro. Riprende, senza travisamenti o forzature, vicende e fatti noti, che racchiudano aspetti comici, portandoli velocemente in primo piano con inconsuete zoomate.
Un rincorrersi quasi ininterrotto di battute e situazioni comiche, vivacizza continuamente il monologo. E’ da sottolineare che Patrucco non manca mai di cogliere al volo e trattare l’eventuale “argomento del giorno” che suscita sensazione e fa titolo, purché si presti, ovviamente, ad una rilettura in chiave comica. “Zoomate” quindi, è uno spettacolo che può dirsi sempre “work in progress”, rinnovato sera dopo sera.
Il 9 settembre chiude la carica della risata il Biscardi nazionale, Max Giusti, pronto a vestire i panni dei suoi personaggi più celebri (Malgioglio, Biscardi, Gaucci, Maradona) nel suo fortunatissimo “Mettete la moviola in campo”. Reduce da una fortunata stagione televisiva al fianco di Simona Ventura, Max promette risate a tutta velocità in uno spettacolo – paradossalmente – tutto giocato alla moviola.
“La comicità è l’altra faccia del festival – commenta Giuliana De Sio – un appuntamento sempre di grande richiamo che completa a 360° l’offerta di spettacolo che offriamo al nostro pubblico. La piazza, poi, si presta particolarmente a far da sfondo a spettacoli da vivere tutto d’un fiato, sotto le stelle del borgo, in una sorta di piccolo teatro a cielo aperto. Sono affezionata agli appuntamenti con la piazza quanto il pubblico che segue i nostri comici. Anche quest’anno ci sarà deridere a crepapelle”.
Copia di questo comunicato in posta elettronica
Ufficio Stampa : Luca Cipriano – Tel/Fax 0823.371071 – 347.6311765 – lucacipriano@hotmail.com


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.