CINQUE VOLTE GIULIANA:LA DE SIO RICONFERMATA ALLA DIREZIONE DEL
“SETTEMBRE AL BORGO”.
BASSOLINO-ARMATO: “PIENA SODDISFAZIONE PER UN FESTIVAL DI QUALITA’ ”.
11 Settembre 2004 – Quattordici giorni di spettacolo, musica, teatro, danza e comicità. Un festival da scoprire in diagonale, con appuntamenti internazionali e prime d’autore.
E’ tempo di bilanci per la 34° edizione del Settembre al Borgo che ha chiuso ieri sera con lo spettacolo di Erri De Luca, Marco Paolini, Gianmaria Testa, Gabriele Mirabassi e Mario Brunello (ancora un tutto esaurito in teatro).
E alla vigilia dell’ultimo spettacolo, arriva la notizia più attesa.
L’assessore al Turismo, Spettacolo e Cultura della Regione Campania, Teresa Armato affida con piena soddisfazione ancora una volta il Settembre al Borgo nelle mani di Giuliana De Sio, che si conferma per il quinto anno consecutivo alla direzione artistica di uno dei 10 grandi eventi di spettacolo sostenuti dalla Regione.
“Il presidente Bassolino e io – ha dichiarato l’assessore – siamo molto soddisfatti del lavoro svolto da Giuliana De Sio e, dunque, abbiamo deciso di confermarla subito anche per l’edizione dell’anno prossimo.
In questo modo, la direttrice artistica potrà iniziare a lavorare già da domani alla prossima edizione, con tutto il tempo necessario per allestire un cartellone di elevata qualità e per permettere un’adeguata promozione di “Settembre al Borgo” in Italia e all’estero, nel segno del lavoro fatto quest’anno ”.
L’assessore Armato ha proseguito: “L’edizione di quest’anno del festival casertano ha ottenuto risultati davvero significativi: nel corso di quattordici giorni di spettacoli sono stati tantissimi i turisti, giunti anche da fuori regione, che hanno scoperto il borgo antico di Casertavecchia e le tante bellezze della zona. L’Ente Provinciale per il Turismo di Caserta, tra l’altro, ha pubblicato per l’occasione nuove guide turistiche e depliant su Casertavecchia ed ha organizzato una serie di escursioni, di grande successo, legate alle serate del festival. Con tutte queste iniziative abbiamo voluto tener conto delle giuste esigenze del territorio, senza incidere sulle scelte artistiche di Giuliana De Sio”.
Scelte che il direttore artistico commenta con la stampa, non nascondendo soddisfazione per il rinnovato rapporto di collaborazione con Regione ed Ept e conquistando il personale primato di direttore artistico più longevo della rassegna negli ultimi dieci anni.
“Ormai, in parte, mi sento casertana anche io – ha detto la De Sio – perché questo festival ha rappresentato per me un banco di prova importante, un’esperienza stimolante e coinvolgente sin dal primo anno di collaborazione. Sono grata all’assessore Armato e al presidente Bassolino per la fiducia e la stima dimostrate nei miei confronti e per aver accettato tutte le mie proposte artistiche. Ripartire da oggi significa guadagnare tempo prezioso, indispensabile nella promozione di un evento importante come il Settembre al Borgo. Significa poter cercare tutto l’anno spettacoli ed avvenimenti in Italia ma anche all’estero. Significa poter pensare a produzioni con il marchio del festival. Significa poter rimettere in moto una squadra che lavora intensamente e alla quale va il mio ringraziamento: questa vittoria è la vittoria del gruppo di professionisti, a partire proprio da Casimiro Lieto, che mi affianca in ogni scelta. Devo dire che senza di loro non riuscirei a ricoprire un ruolo così delicato”.
Nel corso della conferenza stampa c’è spazio per un commento agli spettacoli di quest’anno.
“Parto proprio dallo spettacolo di venerdì, dai detenuti-attori della Compagnia della Fortezza, che hanno portato al borgo un’energia, una passione ed una carica di adrenalina da veri professionisti. Amo il teatro non istituzionale, amo il teatro che offre un palcoscenico anche a chi non è abituato a stare sul palco, a chi vuole comunicare oltre le etichette. Quest’anno abbiamo presentato un cartellone ricco di appuntamenti di qualità, di artisti internazionali, di occasioni di spettacolo pensate per questo borgo meraviglioso e magico. Abbiamo parlato di paesaggi sonori, di paesaggi visivi aggiungo io, di un borgo che diventa a tutto tondo palcoscenico. Gli artisti di questa edizione sono stati dei veri fuoriclasse che hanno conquistato il pubblico – vi ricordo che per quasi per tutti gli spettacoli abbiamo registrato il tutto esaurito – e hanno parlato linguaggi diversi, antichi e moderni, recuperando la tradizione e proponendo innovazione. Un cartellone completo, che la comicità ha suggellato con i cinque appuntamenti in piazza gratuiti e di grandissima affluenza. I comici sono uomini benedetti, protetti dagli Dei. Finchè ci sarò io, la comicità, l’ironia avranno sempre un ruolo importante nel festival. Infine voglio citare gli interventi degli artisti cosiddetti casertani: sono davvero contenta di aver voluto e ospitato attori e scrittori che, è vero, sono nati a Caserta ma che hanno avuto spazio in cartellone soprattutto perché sono bravi, intensi, attenti, anche innovativi”.
E l’incontro con la stampa disegna anche possibili scenari futuri.
Sulla formula e la durata del festival, la De Sio spiega: “Dovremo valutare attentamente l’opportunità di replicare la formula di quest’anno o eventualmente immaginare di cambiare direzione. Sono consapevole delle esigenze degli operatori economici del borgo e cercheremo di rispondere alle esigenze di tutti. In ogni caso penso che un festival debba durare quanti sono gli spettacoli di qualità che riusciamo a presentare in cartellone. Non ci sono formule magiche prestabilite. E’ la qualità dell’offerta l’unica arma da giocare sempre”.
Per il prossimo anno, infine, l’assessore Armato lancia un’importante proposta: “Già nelle prossime settimane – ha spiegato – convocheremo un tavolo di lavoro permanente con i rappresentanti delle varie istituzioni e i responsabili artistici e organizzativi dei Grandi Eventi regionali, per mettere a punto un calendario più razionale e meglio coordinato in vista della prossima stagione: e anche questa è una risposta concreta per ottimizzare la straordinaria offerta di cultura e spettacoli della nostra regione e far sì che, sempre di più, essa si possa proporre come reale elemento di attrattività turistica di qualità”.
Copia di questo comunicato in posta elettronica Ufficio Stampa : Luca Cipriano – Tel/Fax 0823.371071 – 347.6311765 – lucacipriano@hotmail.com
IL FESTIVAL DA I NUMERI…
14 GIORNI DI SPETTACOLI
100 ARTISTI TRA TEATRO E PIAZZA
450 ARTICOLI PUBBLICATI DALLA STAMPA NAZIONALE E LOCALE
40 TESTATE ACCREDITATE
3 COURTESY CAR PER OLTRE 15MILA KM PERCORSI
4 KM DI CAVI ELETTRICI E 200 KW DI LUCI IMPIEGATI OGNI SERA
50 INSERZIONI PUBBLICITARIE PER 1 MILIONE DI CONTATTI STAMPA
1 CAVALLO BIANCO – TOLEDO – ALL’INTERNO DEL TEATRO DELLA TORRE
2 SPETTACOLI IN ESCLUSIVA NAZIONALE (DULCE PONTES – JULIO BOCCA)
5 READING
23 DETENUTI-ATTORI IN SCENA CON LA COMPAGNIA DELLA FORTEZZA
600 PASTI OFFERTI AD ARTISTI ED ADDETTI AI LAVORI
100 PERSONE DI STAFF
1000 SCATTI FOTOGRAFICI PER RACCONTARE IL FESTIVAL
34 EDIZIONI
1 GRANDE VECCHIO, ANTONIO PICCININNO, 88 ANNI
4 ANNI DI DIREZIONE ARTISTICA DI GIULIANA DE SIO
700 POLTRONCINE IN TEATRO, 400 IN PIAZZA
340 MQ DI PALCO TRA PIAZZA E TEATRO
100 CANDELE BIANCHE ACCESE IN TEATRO
PER RICORDARE LE VITTIME DEL TERRORISMO IN RUSSIA
178 MESSAGGI ARRIVATI AL FORUM FESTIVAL ATTIVATO IN INTERNET
35.000 PROGRAMMI PIEGHEVOLI DISTRIBUITI IN TUTTA LA CAMPANIA
123 FAX INVIATI E 500 PASS RILASCIATI
130 CAMERE OCCUPATE NEGLI ALBERGHI DELLA ZONA
1 PORZIONE DI SUSHI, 1 PASSEGGINO, 1 BOTTIGLIA DI CHAMPAGNE, 1 ZUPPA DI POLLO,
1 CONFEZIONE DI OLI ESSENZIALI, 1 TAPPETINO DA YOGA, 1 UMIDIFICATORE, 1 CHAISE LONGUE
PER SODDISFARE LE RICHIESTE DEGLI ARTISTI


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.