LO STRAORDINARIO BILANCIO DELLA FIERA ENOLOGICA: A TAURASI (AVELLINO) OLTRE SESSANTAMILA PRESENZE IN CINQUE GIORNI, 300 ETICHETTE IN DEGUSTAZIONE,
OLTRE CENTO AZIENDE PRESENTI: APPUNTAMENTO AL 2009.

La grande soddisfazione degli organizzatori. Parlano il presidente della Pro loco Taurasi, Tranfaglia, il presidente della Comunità Montana Terminio Cervialto, Di Iorio, il sindaco di Taurasi, Buono, e il direttore dello Stapa Cepica, Tartaglia.

TAURASI (AVELLINO) – Oltre 60mila presenze in cinque giorni, 300 etichette in degustazione per 65 aziende vitivinicole, 50 aziende di prodotti tipici presenti e un programma ricchissimo fatto di degustazioni e banchi d’assaggio, laboratori enogastronomici, musica live con più di dieci concerti, film a tema, visite alle cantine, spazi espositivi, spettacoli itineranti, estemporanee di pittura, il confronto con la realtà vitivinicola della Lombardia, regione ospite di quest’anno, la presentazione della guida sui vini d’Irpinia di Luciano Pignataro e la giornata dedicata a “Le donne del borgo”, focus sul lavoro al femminile nelle zone rurali.
E’ il bilancio della Fiera Enologica, che quest’anno, per la sua decima edizione, taglia un altro importante traguardo, superando le 60mila presenze e rappresentando ormai di diritto uno dei maggiori eventi dell’estate campana, garantendo anche un indotto decisamente positivo per l’economia di Taurasi e dell’intera zona: nei giorni della manifestazione si è infatti registrato il tutto esaurito nei bar, nei ristoranti e negli agriturismo della zona.
Una edizione studiata nei minimi dettagli, con l’allestimento curato dall’architetto Gaetano Iannuzzi e la partecipazione di uno staff di oltre 80 persone, con la preziosa collaborazione del paese. Cinque giornate che si sono svolte nella massima tranquillità e sicurezza, chiuse dal gran finale con fuochi pirotecnici che hanno illuminato il paese.

“Ringrazio tutto lo staff della Pro loco Taurasi – commenta il presidente Antonio Tranfaglia – per la preziosa collaborazione. Senza di loro la manifestazione non potrebbe avere il successo che ogni anno conferma. Ma intendo dire il mio più sentito grazie all’intera comunità di Taurasi che si prodiga durante i giorni della rassegna e anche in quelli precedenti per assicurare un buon esito alla Fiera Enologica. Tutto questo per noi è di grande stimolo ed è il segno di un lavoro che viene apprezzato da tutti i taurasini e non solo. Per l’anno prossimo, dunque, assicureremo tante sorprese ed un’edizione ancora più ricca della Fiera Enologica Taurasi”.

“Il bilancio di questa edizione della Fiera non può che essere estremamente positivo sotto vari aspetti – afferma il presidente della Comunità Montana Terminio Cervialto, Nicola Di Iorio – ovvero sia dal punto di vista dell’offerta complessiva dell’evento che per la qualità delle degustazioni, nonché per il numero di aziende presenti e soprattutto per l’afflusso di gente che si è registrato nei cinque giorni della manifestazione. Un grandissimo risultato che va senza dubbio confermato anche negli anni a venire, e che rappresenta la conferma di come la Fiera Enologica rappresenti un evento di primaria importanza sul piano regionale. Viene infine confermata l’intuizione che da nove anni portiamo avanti, e cioè che i prodotti irpini devono legarsi sempre più al proprio territorio. Una formula che, come è sotto gli occhi di tutto, è sicuramente vincente”.

“L’impegno delle istituzioni e della comunità – afferma il Sindaco di Taurasi, Antonio Buono – deve concretizzarsi ancora di più nello sviluppo della cultura dell’accoglienza. Dobbiamo prendere coscienza delle nostre potenzialità e proprio per questo a breve organizzeremo dei corsi di accoglienza. Il turista si aspetta da noi la stessa qualità che trova nel nostro vino, ed è su questo – e su un’offerta che va portata su 365 giorni l’anno – che dobbiamo lavorare”.

“In questa manifestazione – afferma il direttore dello Stapa Cepica, Alfonso Tartaglia – non si celebra solo il vino, ma la correlazione di vari prodotti, ed è proprio sui binomi agricoltura-turismo e agricoltura-impresa che bisogna insistere. Diversi sono i treni che arriveranno a breve, e che non possiamo permetterci di perdere, dal PSR al PIF e, se è vero che bisogna fare partenariato, è anche vero che sul versante della filiera istituzionale questo si sta già facendo, mentre va potenziata la componente privata. Le nostre aziende devono capire l’importanza del partenariato con il pubblico”.

L’appuntamento è per il 2009 con la undicesima edizione della Fiera Enologica.
Taurasi, 19 agosto 2008

INFO

Per informazioni
Pro loco Taurasi: tel. 349.1847927 – e mail info@prolocotaurasi.it
UFFICIO STAMPA
X FIERA ENOLOGICA
Diana Cataldo – tel. 320.4332561
Daniele Moschella – tel. 339.8685903
Sito web: www.fieraenologica.it – www.prolocotaurasi.it

Da: stampa@fieraenologica.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.