VITIGNOITALIA: CHIUSA LA XIV EDIZIONE CON IL RECORD DI 18.000 VISITATORI
LA MANIFESTAZIONE SI CONFERMA PUNTO DI RIFERIMENTO NEL PANORAMA ITALIANO
LA XV EDIZIONE A NAPOLI DAL 19 AL 21 MAGGIO 2019
Oltre 18mila visitatori – circa il 10% in più rispetto al 2017 – con un boom di presenze soprattutto da parte di stranieri e giovani. Ha chiuso ieri con numeri da record la 14^ edizione di VitignoItalia, il Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani che a Napoli ha visto protagoniste 250 aziende vitivinicole con 2.000 etichette. Un successo lusinghiero che si rispecchia anche nei contenuti, con un vero e proprio sold-out sul fronte degli incontri e delle degustazioni guidate organizzate nelle splendide sale di Castel dell’Ovo.
“Una partecipazione così massiccia di pubblico e addetti ai lavori – dichiara Maurizio Teti, direttore di VitignoItalia – insieme all’altissimo gradimento registrato nei confronti dell’offerta convegnistica, squisitamente dedicata agli aspetti tecnici ma anche commerciali su mercati chiave come la Cina, confermano che VitignoItalia è una delle manifestazioni leader nel panorama nazionale, grazie ad un format vincente in grado di fornire preziose occasioni di incontro e scambi per far fronte alle sfide future del comparto vitivinicolo tricolore”.
“L’internazionalizzazione e la promozione in chiave business – aggiunge Chicco De Pasquale, presidente di VitignoItalia – saranno prioritari nella prossima edizione della manifestazione, che torna a Napoli dal 19 al 21 maggio 2019, forte di una nuova validissima squadra di organizzatori e di una, ci auguriamo, proficua collaborazione con le istituzioni, che anche quest’anno si è dimostrata fondamentale. Non da meno, è stata la liaison con il Festival della Filosofia in Magna Grecia che ha permesso di raccontare il legame ancestrale tra vino, cultura e storia, dando un importante valore aggiunto al Salone”.
E se VitignoItalia riaprirà i battenti di Castel dell’Ovo solo nel 2019, alcuni dei vini che ne hanno decretato il successo resteranno invece ancora a Napoli per tutto il mese di giugno 2018. Ogni mercoledì del mese, infatti, una selezione di importanti cantine del territorio sarà protagonista delle cene organizzate da Pastificio Di Martino (partner della manifestazione) all’interno dell’innovativo Sea Front Pasta Bar, a Piazza Municipio 1. Si tratta di special dinner, sotto forma di piccoli laboratori, durante i quali i produttori potranno raccontare le proprie realtà, illustrare le caratteristiche di ciascun vino e spiegarne gli abbinamenti con la pasta. Maggiori info sulle pagine social @seafrontpastabar e @pastadimartino, dove nelle prossime settimane saranno pubblicati i dettagli delle serate.
A fornire i calici più adeguati per la degustazione durante VitignoItalia è stato il partner tecnico Vdg Glass.
Main sponsor dell’evento: Pastificio Di Martino, Caraiba, Caputo, Fiart Rent, Solania.
VitignoItalia si è svolto con il patrocinio del Comune di Napoli,MIPAAF, ISMEA e in collaborazione con la Regione Campania, Unioncamere Campania e Italian Trade Agency (ITA).
www.vitignoitalia.it – Tel 081/4104533; segreteria@vitignoitalia.eu
Ufficio Stampa MG Logos – Tel 06/45491984; comunicazione@mglogos.it

————————————————————–
VITIGNOITALIA 2018:PER TRE GIORNI NAPOLI CAPITALE DEL VINO SARANNO OLTRE 1.500 LE ETICHETTE PRESENTI
ALLA XIV EDIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE.GRANDE ATTESA PER IL CONCORSO NAPOLI WINE CHALLENGE
A Napoli, dal 20 al 22 maggio 2018, presso Castel dell’Ovo
VITIGNOITALIA, XIV Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani
Castel dell’Ovo, via Eldorado 3, Napoli
Domenica 20, lunedì 21 e martedì 22 maggio 2018
Dalle ore 15.00 alle ore 22.00
Prezzi: domenica € 30, lunedì e martedì € 25
(prevendita on-line domenica € 25, lunedì e martedì € 20)
www.vitignoitalia.it – Tel 081/4104533; segreteria@vitignoitalia.eu

A Napoli fino a domani, 22 maggio, presso l’incantevole Castel dell’Ovo
VITIGNOITALIA 2018: UN SUCCESSO INTERNAZIONALE
TRA GLI OSPITI, AURELIO DE LAURENTIIS CHE ‘ABBINA’ I CALCIATORI DEL NAPOLI AI VINI: “KOULIBALY UN BAROLO, INSIGNE UN AGLIANICO”
Da sinistra: Aurelio De Laurentiis, Maurizio Cortese, Maurizio Teti.
Ha un carattere sempre più internazionale la XIV edizione di VitignoItalia, che apre oggi la sua seconda giornata forte di un +20% registrato ieri in apertura sul fronte dei visitatori, non solo wine lover del Belpaese ma anche molti stranieri. Un risultato che segna già un record rispetto all’edizione 2017 e che fa ben sperare per un nuovo primato quest’anno in termini di numeri complessivi. Il Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani, in programma fino a domani a Napoli, ha raggiunto inoltre il tutto esaurito per quanto riguarda le degustazioni andate in scena nelle sale dell’incantevole Castel dell’Ovo e che oggi continueranno con due verticali targate Allegrini e i tasting dei vini e degli spumanti premiati con i Tre Cornetti GOLD, in compagnia dell’Associazione Italiana Sommelier Campania e della Regione Campania.
“Siamo estremamente soddisfatti questo esordio – ha detto Maurizio Cortese, new entry della compagine societaria di VitignoItalia, insieme a Giancarlo Di Luggo e Antimo Caputo – vista la grande affluenza di visitatori italiani e da tutto il mondo, a cui corrisponde un notevole entusiasmo da parte dei produttori che hanno gradito l’alto livello di pubblico intervenuto ieri nello splendido scenario di Castel dell’Ovo. Appassionati sempre più competenti, con i giovani in prima linea che hanno ormai le idee chiare su come bere e cosa scegliere tra i diversi terroir italiani. E’ una bellissima sorpresa, inoltre, poter constatare il crescente numero di ospiti stranieri che affollano le nostre sale”.
Tra i tantissimi ospiti di VitignoItalia 2018 presenti ieri, anche il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis che, reduce dell’ultima partita in campionato della sua squadra, ha visitato gli spazi della kermesse, dimostrando una grande competenza enoica e anche voglia di scherzare, al punto da prestarsi ad un gioco di abbinamenti tra alcuni suoi giocatori e i vini.
“Koulibaly? Un Barolo che invecchiando migliora sempre di più – ha detto Aurelio De Laurentiis, in veste di insolito sommelier – Insigne un Aglianico, mentre in Milik vedo un ottimo Borgogna e in Hamšík un Renano elegante”.
Centinaia i vini che sarà possibile toccare con mano nel corso della XIV edizione del Salone, grazie alla presenza di 250 aziende italiane con le loro 2.000 etichette proposte in assaggio. Per i più curiosi, infine, non mancheranno le degustazioni guidate che domani, per l’ultima giornata di eventi, vedranno in scena: Le regioni degli altri (ore 15.30), un approfondimento sulle denominazioni Lacryma Christi del Vesuvio DOP Bianco (Cantina del Vulcano 2017, Nocerino Vini 2017, Cantina del Vesuvio 2017) e Sannio DOP Coda di Volpe (La Guardiense Janare 2017, Vigne Sannite 2017, Lauranti 2016) con Luciano Pignataro e l’enologo Marco Giulioli; l’incontro Biodiversità: gemme minori dell’ampelografia campana (ore 17.00), con le delegazioni Fisar di Avellino, Caserta, Napoli e Salerno; La Campania del vino:i vini e gli spumanti premiati con i Tre Cornetti GOLD, con l’Associazione Italiana Sommelier Campania e l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania che presentano la sesta edizione dellaGuida – Catalogo delle aziende vitivinicole e vinicole della Campania, seguita dalla degustazione dei Tre Cornetti GOLD a cura di AIS Campania. (Per partecipare alle degustazioni di martedì 22 maggio si prega di fornire la propria adesione scrivendo a Fisar – vesuvio@fisar.com).
Sul fronte convegnistico, dopo l’esordio con il focus sulle modalità di vendita del vino in Cina tramite il canale dell’e-commerce, è ancora il Celeste Impero uno dei principali protagonisti con Le prospettive del vino italiano in Cina (ore 16.00), a cui partecipano la delegazione cinese del Fujian e Rossella Di Conno (Intrado Srl).
A VitignoItalia prosegue inoltre il sodalizio con il Festival della Filosofia in Magna Grecia. Domani, dalle ore 16.30 alle 17.30, ci sarà spazio quindi perpiccoli monologhi itineranti filosofico-teatrali dedicati al vino, intitolati Gocce Filosofiche, a cui seguiranno una degustazione a cura di Annalisa Di Nuzzo ed Enrico Ariemma, arricchita da un dialogo filosofico attorno al mondo di Bacco (dalle 17.30 alle 18.00), e un intrattenimento dionisiaco esperienziale sul tema “Quando assaggi il vino chi sei?” con Salvatore Ferrara (dalle 18.00 alle 19.00).
A fornire i calici più adeguati per la degustazione ci pensa il partner tecnico Vdg Glass.
Main sponsor dell’evento sono Pastificio Di Martino, Caraiba, Caputo, Fiart Rent, Solania.
VitignoItalia si svolge con il patrocinio del Comune di Napoli,MIPAAF, ISMEA e in collaborazione con la Regione Campania, Unioncamere Campania e Italian Trade Agency (ITA).
VITIGNOITALIA, XIV Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani
—————————————————-
VITIGNOITALIA 2018:TUTTO PRONTO PER LA PIÙ IMPORTANTE KERMESSE DEL CENTRO-SUD
XIV EDIZIONE DEL SALONE DEI VINI E DEI TERRITORI VITIVINICOLI ITALIANI
CON 250 AZIENDE E 2.000 ETICHETTE.IN PROGRAMMA DEGUSTAZIONI, INCONTRI, PRESENTAZIONI E WORKSHOP PER UNO SGUARDO A 360° SUL MONDO PRODUTTIVO INSIEME AI SUOI PROTAGONISTI.PROSEGUE IL FELICE CONNUBIO CON IL FESTIVAL DELLA FILOSOFIA.

17 maggio 2018 – LA MANIFESTAZIONE È STATA PRESENTATA OGGI, GIOVEDÌ 17 MAGGIO, A NAPOLI,
PRESSO LA SEDE DELLA REGIONE CAMPANIA ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DE LUCA
Interventi di Antimo Caputo (imprenditore), Alessandro Scorsone (sommelier AIS), Maurizio Teti (direttore VitignoItalia), Vincenzo De Luca (presidente Regione Campania), Giorgio Dell’Orefice (giornalista Il Sole24Ore), Luciano Pignataro (giornalista Il Mattino).
Sta per terminare l’attesa per la XIV edizione diVitignoItalia, il Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani in scena nell’incantevole scenario di Castel dell’Ovo, a Napoli, da domenica 20 a martedì 22 maggio.
Tre giorni di manifestazione interamente dedicati al vino, con uno sguardo a 360° sul mondo produttivo e con il coinvolgimento diretto dei suoi protagonisti. Saranno circa 250 le aziende presenti per tutta la durata dell’evento, per un totale di 2.000 etichette in assaggio; in programma inoltre un fitto calendario di incontri, ricco di spunti e tematiche stimolanti, con degustazioni guidate, presentazioni, workshop e seminari.
Di questo e molto altro si è parlato oggi, giovedì 17 maggio, a Napoli, nel corso della conferenza stampa di presentazione che si è svolta presso la sede della Regione Campania alla presenza del presidente Vincenzo De Luca insieme a Maurizio Teti, direttore di VitignoItalia, Antimo Caputo, imprenditore e membro della compagine societaria di VitignoItalia, Alessandro Scorsone, sommelier AIS, Giorgio Dell’Orefice, giornalista de Il Sole24Ore, e Luciano Pignataro, giornalista de Il Mattino.
“Ci sono i presupposti per fare un’ottima edizione anche quest’anno – ha sottolineato Teti – a cominciare da una nuova squadra con cui abbiamo creato un programma davvero interessante. Non da meno il lavoro svolto sul fronte dell’internazionalizzazione che ci ha permesso di portare nei vari anni 600 buyer non solo alla stessa manifestazione ma anche in giro per i territori – quest’anno ne porteremo 30 a Benevento e Caserta – per far loro toccare con mano il nostro sistema e le nostre produzioni, mettendo sul podio il vino campano”.
“Quelli campani stanno conoscendo un momento di grande boom sul fronte export, segnando un trend di gran lunga superiore alla media nazionale – ha dichiarato Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania – Abbiamo vini eccezionali, nei bianchi siamo tra le prime regioni e stanno emergendo rossi di eccellenza. Una carta che dobbiamo certamente implementare è quella dell’internazionalizzazione, non solo in mercati consolidati come Germania, Regno Unito e Svizzera, ma anche sui grandi mercati dell’Oriente, come la Cina, dove dobbiamo potenziare gli investimenti. Allo stesso tempo dobbiamo continuare sulla strada della valorizzazione del legame tra vino e gastronomia, certamente un binomio vincente, e turismo. Puntando nel complesso a questo insieme di elementi agevoleremo il processo di affermazione dei nostri territori. In questo senso Vitignoitalia rappresenta un volano importante e proprio per questo è per noi un piacere supportarne le iniziative”.
Ecco dunque il programma delle varie iniziative che si svolgeranno durante la tre giorni di evento.
Tasting guidati al via domenica 20 maggio, alle ore 15.30, con la verticale di Vigna Caracci, Falerno del Massico di Villa Matilde: un incontro, moderato da Francesco Continisio, che vedrà la partecipazione di Daniele Cernilli, Maria Ida e Salvatore Avallone, con l’assaggio delle annate 2006, 2008, 2012, 2014 e, in anteprima, 2015.

Alle ore 17.00 il giornalista Luciano Pignataro e l’enologo Sebastiano Fortunato conducono Le regioni del Piedirosso, con focus sulle denominazioni Lacryma Christi del Vesuvio DOP Rosso (Casa Setaro Munazei 2017, Bosco de’ Medici 2016, Villa Dora Forgiato 2015) e Sannio DOP Piedirosso (Vinicola del Sannio 2017, Fattoria La Rivolta 2016, Mustilli 2016).

Alle ore 18.30 il Consorzio di Tutela Vini Irpini, con l’intervento di Stefano di Marzo, Gerardo Perillo e Francesco Continisio, presenta I grandi vitigni dell’Irpinia: Fiano, Greco, Aglianico. In degustazione: Fiano di Avellino 2017 D’Antiche Terre, Fiano di Avellino 2016 Cantina Riccio, Greco di Tufo 2017 Fattoria De Lillo, Greco di Tufo 2015 Feudo di Castel Mozzo, Campi Taurasini 2015 Gerardo Perillo, Taurasi Cantina de Lisio.

La giornata si chiude, alle ore 20.00, con un’altra ghiotta verticale che vede protagonista l’azienda Masciarelli e il suo Castello di Semivicoli Trebbiano d’Abruzzo delle annate 2006, 2008, 2011, 2013; intervengono Antonio Guerra e Francesco Continisio.

(Per partecipare alle degustazioni di domenica 20 maggio si prega di fornire la propria adesione scrivendo a European Sommelier – presidente@eurosommelier.it)

Lunedì 21 maggio spazio alla storica azienda Allegrini,con ben due verticali, che vedranno entrambe la presenza di Marilisa Allegrini e Luciano Pignataro: si comincia alle ore 15.30 con Solosole “Il Vermentino di Bolgheri che non ti aspetti” – 2008, 2010, 2011, 2013, 2015, 2017; si prosegue alle ore 17.00 con Poja: 2000, 2004, 2006, 2008, 2011.

Alle ore 19.00 va in scena La Campania del vino:i vini e gli spumanti premiati con i Tre Cornetti GOLD. L’Associazione Italiana Sommelier Campania e l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania presentano la sesta edizione della Guida – Catalogo delle aziende vitivinicole e vinicole della Campania, con degustazione dei Tre Cornetti GOLD a cura di AIS Campania.
(Per partecipare alle degustazioni di lunedì 21 maggio si prega di fornire la propria adesione scrivendo ad AIS Campania – info@aiscampania.it)

L’ultima giornata di eventi, martedì 22 maggio, si apre invece alle ore 15.30 con Le regioni degli altri, un approfondimento sulle denominazioni Lacryma Christi del Vesuvio DOP Bianco (Cantina del Vulcano 2017, Nocerino Vini 2017, Cantina del Vesuvio 2017) e Sannio DOP Coda di Volpe (La Guardiense Janare 2017, Vigne Sannite 2017, Lauranti 2016). Conducono Luciano Pignataro e l’enologo Marco Giulioli.

Alle ore 17.00 è la volta delle delegazioni Fisar di Avellino, Caserta, Napoli e Salerno per l’incontro Biodiversità: gemme minori dell’ampelografia campana, mentre alle 19.00 torna La Campania del vino: i vini e gli spumanti premiati con i Tre Cornetti GOLD.
(Per partecipare alle degustazioni di martedì 22 maggio si prega di fornire la propria adesione scrivendo a Fisar – vesuvio@fisar.com)

Sul fronte convegnistico, lunedì 21 maggio alle ore 12.00 va in scena un interessante incontro con Sergio Miele: INCACONSULT. Modalità di vendita del vino in Cina tramite il canale dell’E-Commerce, la cui realizzazione richiede come presupposto essenziale l’aggregazione di imprese, in modo da creare la massa critica necessaria in termini di fatturato e di capacità finanziarie, per realizzare un progetto di vendite elettroniche in Cina.

Nel pomeriggio, alle 15.30 è in programma il seminario Regimi di qualità, Dop e Igp, la tutela delle produzioni e l’evocazione dei toponimi, aspetti sanzionatori, a cura dell’OTACL – Ordine dei tecnologi alimentari Campania e Lazio, con l’avvocato Francesco Aversano (per ragioni organizzative si prega di confermare la propria adesione via email a: segreteria@otacl.it).

Martedì 22 alle ore 16.00, infine, si torna a parlare di Oriente con Le prospettive del vino italiano in Cina; partecipano la delegazione cinese del Fujian e Rossella Di Conno (Intrado Srl).
Prosegue inoltre il felice connubio tra VitignoItalia e il Festival della Filosofia in Magna Grecia. In primo piano dunque, martedì 22 dalle ore 16.30 alle 17.30, Gocce Filosofiche, piccoli monologhi itineranti filosofico-teatrali dedicati al vino, a cui seguiranno altri due appuntamenti: una degustazione a cura di Annalisa Di Nuzzo ed Enrico Ariemma, arricchita da un dialogo filosofico attorno al mondo di Bacco (dalle 17.30 alle 18.00), e un intrattenimento dionisiaco esperienziale sul tema “Quando assaggi il vino chi sei?” con Salvatore Ferrara (dalle 18.00 alle 19.00).
A fornire i calici più adeguati per la degustazione ci penserà il partner tecnico Vdg Glass.
Main sponsor dell’evento saranno Pastificio Di Martino, Caraiba, Caputo, Fiart Rent, Solania.
VitignoItalia si svolge con il patrocinio del Comune di Napoli, MIPAAF, ISMEA e in collaborazione con la Regione Campania, Unioncamere Campania e Italian Trade Agency (ITA).

Ufficio Stampa MG Logos – Tel 06/45491984; comunicazione@mglogos.it
MG LOGOS SaS di Stefano Carboni & C.E-MAIL: PRESS@MGLOGOS.IT WWW.MGLOGOS.ITpress@mglogos.it

———————————————————–
È cominciato il conto alla rovescia per tutti i winelover: domenica 20 maggio prenderà il via VitignoItalia 2018, XIV edizione delSalone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani, di scena, come di consueto, nel meraviglioso scenario di Castel dell’Ovo, a Napoli. Tre giornate, fino a martedì 22 maggio, interamente dedicate al nettare di Bacco, con degustazioni, convegni e incontri, per quello che è ormai divenuto per numeri, contenuti tecnici, vocazione al business e attenzione dei media, l’evento enoico di riferimento dell’intero Centro-Sud.
Saranno presenti circa 250 aziende vitivinicole provenienti da tutta la Penisola, per un totale di oltre 1.500 etichette in assaggio. A farla da padrone saranno chiaramente le cantine campane (circa il 40% delle aziende partecipanti), in rappresentanza di una regione in crescita esponenziale, sempre più stimolante per appassionati e addetti ai lavori. Ma ad essere protagonisti saranno tutti i territori italiani, dall’Alto Adige alla Sicilia, per una panoramica esaustiva e golosa del variegato vigneto nazionale. Fondamentale plus della manifestazione è senza dubbio la location: l’affascinante Castel dell’Ovo, Patrimonio Unesco e simbolo della città, dal quale si gode di una vista sul Golfo senza paragoni.
“Come ogni anno – sottolinea Maurizio Teti, Direttore di VitignoItalia – cerchiamo di portare a Napoli quanto di meglio il panorama vitivinicolo italiano può offrire. Oltre alle degustazioni per il pubblico stiamo allestendo un interessantissimo programma convegnistico, con workshop e seminari condotti da personalità note del mondo del vino. Indispensabile poi, come sempre, l’aspetto business: per questo motivo, anche quest’anno, una delegazione di 25 buyer internazionali, proveniente da 17 differenti Paesi, incontrerà le aziende partecipanti in proficui B2B. Quella di saper combinare l’aspetto culturale a quello commerciale del vino rimane la peculiarità che caratterizza questa manifestazione fin dai suoi esordi”.
Sono già partite inoltre le degustazioni del “Napoli Wine Challenge”, seconda edizione del concorso realizzato in collaborazione con Luciano Pignataro Wine Blog e Doctorwine e aperto a tutte le aziende che aderiscono alla kermesse partenopea. Anche quest’anno a presiedere la giuria è Daniele Cernilli, una delle più prestigiose firme del giornalismo enogastronomico. Cinque le categorie in concorso: vini rossi, bianchi, rosati, spumanti e dolci. Quattro il numero massimo di campioni che ogni azienda potrà sottoporre al giudizio rigorosamente anonimo della giuria. Cinquanta, quindi dieci per categoria, i vini finalisti che saranno riassaggiati sabato 19 maggio a Castel dell’Ovo, nel corso di una seduta pubblica e trasmessa in streaming, al termine della quale sarà consegnato un solo premio per ogni categoria.
La XIV edizione di VitignoItalia sarà anche la prima che vedrà all’opera la nuova compagine societaria. Ai nomi di Chicco de Pasquale, Maurizio Teti, Luigi Cremona e Roberto De Santis, si vanno infatti ad aggiungere quelli di Maurizio Cortese, Giancarlo Di Luggo (Fiart Rent) e Antimo Caputo (Farine Caputo). Un team di imprenditori del territorio che certamente contribuiranno a una ulteriore crescita della manifestazione.
Da sottolineare anche l’ingresso dei nuovi main sponsor Pastificio Di Martino, Caraiba, Caputo, Fiart Rent, Solania.
VitignoItalia si svolge con il patrocinio del Comune di Napoli, MIPAAF, ISMEA e in collaborazione con la Regione Campania, Unioncamere Campania e Italian Trade Agency (ITA).

VITIGNOITALIA, XIV Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani
Castel dell’Ovo, via Eldorado 3, Napoli
Domenica 20, lunedì 21 e martedì 22 maggio 2018
Dalle ore 15.00 alle ore 22.00
Prezzi: domenica € 30, lunedì e martedì € 25
prevendita on-line domenica € 25, lunedì e martedì € 20
www.vitignoitalia.it – Tel 0814104533; segreteria@vitignoitalia.eu
Ufficio Stampa MG Logos – Tel 06/45491984; comunicazione@mglogos.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.