OLTRE I RESTI PROPONE VISITE IN CITTA’DI SEGUITO 4 APPUNTAMENTI
Le prenotazioni avvengono solo via mail

SABATO 24 MARZO ORE 10.10 TEATRO S. CARLO: l’ARTE della MUSICA (SOLO 15 POSTI LIBERI)
———————————————-
SABATO 24 MARZO ORE 18.30 INSIDIOUS: OLTRE i CONFINI del MALE
————————————–
DOMENICA 25 MARZO ORE 10.30 IO DALI’ e il SURREALISMO
————————————–
SABATO 31 MARZO ORE 16.15 Dai MICENEI ai ROMANI: VERGINI SOTTERRATA (ultimi 5 posti)

————————————-
SABATO 24 MARZO ORE 10,10
TEATRO S. CARLO: l’ARTE della MUSICA
“La prima impressione è di essere piovuti nel palazzo di un imperatore orientale. Gli occhi sono abbagliati, l’anima rapita… ” scriveva Stehdhal nell’opera Naples et Florence del 1817.
Il più antico teatro del mondo dove i grandi della musica si sono ispirati ed hanno presentato le loro opere ci apre le porte e ci fa viaggiare sulle “note” della storia. Costruito nel 1737, per volontà del Re Carlo III di Borbone fortemente intenzionato a dare alla città un nuovo teatro che rappresentasse il potere regio ed il progetto venne affidato all’architetto Giovanni Antonio Medrano e ad Angelo Carasale. Così il Teatro acquisisce le connotazioni del tempio, diventando monumento-simbolo della città. Ora non ci resta che entrare nel Tempio della Musica e scoprire i segreti nascosti in un pentagramma d’Arte.
Di seguito l’itinerario:
– Storia del Teatro;
– l’apertura e l’inaugurazione;
– A. Medrano e A. Carasale;
– architettura del Teatro;
– il Corridoio “segreto”;
– la concussione del Carasale;
– le voci bianche e i grandi musicisti;
– segreti e magie musicali.
Numero chiuso PER SOLO 35 PERSONE. Prenotazione obbligatoria.
IMPORTANTE: NON E’ ASSOLUTAMENTE POSSIBILE AGGIUNGERE ALTRI PARTECIPANTI LA MATTINA STESSA OLTRE QUELLI PRENOTATI
la struttura ci segnala che:
NOTA: Ricordiamo al pubblico che la visita al Teatro San Carlo viene gestita in maniera complementare alle attività del Teatro (prove, attività in Sala…). Potrebbero, perciò, verificarsi variazioni di percorso.
L’appuntamento è all’ingresso (ESTERNO) Teatro S.Carlo in via S.Carlo,98,
alle ore 10,10;
il contributo associativo è di 11 euro a persona ed comprensivo del ticket di ingresso della struttura.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
——————————————————-
SABATO 24 MARZO ORE 18,30
INSIDIOUS: OLTRE i CONFINI del MALE
Infido, ingannevole, sleale, subdolo. Così l’anima vagante prende possesso di persona od oggetto, ma soprattutto di un luogo. Così quel posto cela insidie, pericoli e diviene ai nostri occhi pericoloso, rischioso. L’anima umana sente e avverte presenze, un peso soffia sul cuore, e la paura si concentra nei suoni che ci circondano. Pura tensione corre sulla nostra pelle, brividi e sensazioni corrodono la mente e plasmano le emozioni che si tramutano in nere visioni, presenze velate e immagini irreali. L’inquilino si è insidiato e si nutre della nostra paura, dell’assenza di sicurezza, come un parassita attende che il nostro corpo sia indebolito, auto-annientato e lo possiede… un viaggio sulla strada dell’800 napoletano, nel solco su cui correva un fiume antico, forse il Sebeto. Racconteremo di storie nere e case infestate, di dame e cavalieri vaganti, di fantasmi e leggende antiche, di misteri e negromanzie, per aprirci ad un mondo che va OLTRE il Male.
Di seguito l’itinerario:
– lo Spiritismo;
– le anime insidiose;
– tragedie e case maledette;
– Palazzo Della Porta e Magia Naturalis;
– Negromanzia napoletana;
– Monsù Desiderio;
– la Piuma di Grifone;
– storie nere di vicoli infestati;
– lo stanzino dei Misteri;
– la Dama del Piliero;
– ‘a criatura del bar Gambrinus;
– il cavaliere dal braccio spezzato;
– l’uocchie ‘e Partenophe, incanto;
– i fantasmi di Palazzo Reale;
– Carlo di Borbone e ‘o Monaco.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria
L’appuntamento è a Piazza Carità (davanti al Monumento di Salvo d’Acquisto);
alle ore 18.30;
il contributo associativo è di 6 euro a persona.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
——————————————————-
DOMENICA 25 MARZO ORE 10.30
IO DALI’ e il SURREALISMO
Uno straordinario viaggio nel Surrealismo dell’IO Dalì. La più surrealista fra tutte le sue creazioni, tuttavia, è lui stesso queste sono le parole di Philippe Halsman, il grande fotografo statunitense, che lo immortalato nel suo percorso artistico. Così l’approccio a Napoli della Mostra sul grande pittore, con l’autocostruzione ossessiva, provocatoria e del tutto consapevole del personaggio Dalì. Dipinti, video, disegni, fotografie e riviste vintage raccontano i retroscena della creazione di un mito, svelando la personalità dell’artista catalano anche nei suoi aspetti meno noti. Insieme all’Autoritratto con collo raffaellesco del 1921 e agli scatti di Halsman, i visitatori potranno scoprire i disegni quando Dalì aveva soltanto 38 anni. Un grande itinerario nella mente di uno dei più geniali interpreti del XX secolo, con lo scopo di farne comprendere l’attualità, il talento, l’unicità.
Di seguito l’itinerario:
– la vita di Dalì;
– gli scatti di Halsman;
– il Surrealismo;
– dipinto l’Autoritratto con collo raffaellesco;
– disegni realizzati per “La mia vita segreta”;
– I Baffi alla Velasquez;
– Dalì Gioconda;
– La Madonna vista da Dalì;
– L’amore per Galatea e le opere dedicata alla sua musa;
– Il Museo Dalì.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria.
L’appuntamento è all’ingresso (esterno) del Museo PAN (Palazzo Arti di Napoli) in via dei Mille, 60;
alle ore 10.30.
Il contributo associativo è di 14 euro a persona ed è comprensivo del ticket di ingresso alla struttura.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
———————————————————
SABATO 31 MARZO ORE 16.15
Dai MICENEI ai ROMANI: VERGINI SOTTERRATA
(ultimi 5 posti)
A nord della poderosa murazione di Neapolis, nel cuore del quartiere Vergini-Sanità, sepolta dalle alluvioni, si estende una straordinaria necropoli. I monumenti nei versanti tufacei delle colline di Capodimonte, caratterizzati da raffinati prospetti, richiamano potentemente architetture di ambiente macedone. Gli Ipogei funerari rappresentano il prestigio delle famiglie aristocratiche del IV sec. a.C., costituendo una sottolineatura autorevole dell’identità greca nella quale si riconosce Napoli. Entrando in alcune strutture si scenderanno delle scalinate e ci si ritroverà tra catacombe e aree di necropoli con brani di affreschi e testimonianze della Napoli Micenea, Greca e Romana, tra acquedotti e altorilievi.
Di seguito l’itinerario:
– storia ed origini dei Vergini;
– la Necropoli dei Vergini e l’Alluvioni;
– gli Ipogei Funerari Ellenistici;
– Ipogeo dei TOGATI con Altorilievi scena di fides;
– la Cisterna e l’acquedotto Augusteo;
– Ipogeo dei MELOGRANI (facoltativo e se accessibile) + dolce di Poppella
Numero chiuso. ultimi 5 posti. Prenotazione obbligatoria
LA VISITA CONSISTE IN IPOGEI
L’appuntamento è a Porta San Gennaro su Via Foria;
alle ore 16.15;
il contributo associativo è di 12 euro ed è comprensivo della visita guidata + del ticket della struttura + dolce di Poppella.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it

———————————————————————————————

SABATO 17 MARZO ORE 9.45 FARMACIA DEGLI INCURABILI
———————————————-
SABATO 17 MARZO ORE 18.00 GHOST TOUR: LA SERA DEI FANTASMI
————————————–
DOMENICA 18 MARZO ORE 10.30 POPPEA: LE DELIZIE DI OPLONTI
————————————–
SABATO 31 MARZO ORE 16.15 Dai MICENEI ai ROMANI: VERGINI SOTTERRATA (strutture IV secolo a.C.)
————————————

SABATO 17 MARZO ORE 9.45
FARMACIA DEGLI INCURABILI
Un tuffo nella storia del primo Ospedale del SUD e del Regno di Napoli, tra luoghi e cortili, chiese e musei, e la bellissima FARMACIA che nasconde e racconta il mondo della medicina. Un primato della storia impregnato di veneti e di aneddoti che ci faranno conoscere una Napoli diversa.
Di seguito l’itinerario:
Farmacia degli Incurabili,
– Quadreria,
– Museo delle arti mediche,
– Chiostro della spezieria,
– Chiostro di S. Maria delle Grazie.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria.
L’appuntamento è all’ingresso dell’Ospedale Incurabili a Via Luciano Armanni (DAL LATO DI VIA ANTICAGLIA);
alle ore 09,45;
il contributo associativo è di 12 euro a persona.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
——————————————————-
SABATO 17 MARZO ORE 18
GHOST TOUR: LA SERA DEI FANTASMI
L’associazione OLTRE I RESTI Vi accompagnerà alla scoperta dei FANTASMI di Napoli tra vicoli e case infestate. Lungo il percorso racconteremo di leggende popolari, di delitti amorosi, di spiriti vaganti, di creature mostruose che hanno segnato la storia della città. Partendo da Piazza San Domenico Maggiore con il fantasma di Maria D’Avalos e la storia della famiglia Gray, passando agli Spiriti di Spaccanapoli, tra fatture nere e bianche, si risalirà verso il Decumano Maggiore e passo dopo passo si rivivranno le vicende di Bianchina di Palazzo Spinelli, dei Gemmelli assassini e della “Criatura” di San Pietro a Majella.
Di seguito l’itinerario:
– i Fantasmi a Napoli;
– Piazza San Domenico e la tragedia di Maria d’Avalos;
– il Medaglione della famiglia Gray;
– Fattura Nera e Bianca;
– il Cavallo di fuoco;
– i Gemelli assassini;
– Bianchina a Palazzo Spinelli;
– la Pietrasanta e il cinghiale indemoniato;
– ‘A criatura.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria
L’appuntamento è a Piazza San Domenico Maggiore all’ingresso della Chiesa di San Domenico davanti alla scala;
alle ore 18.00;
il contributo associativo è di 6 euro a persona.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
——————————————————
DOMENICA 18 MARZO ORE 10.30
POPPEA: LE DELIZIE DI OPLONTI
Al centro della bellissima Torre Annunziata vi è Oplontis, il suo nome compare già nella Tabula Peutingeriana, copia medioevale di un’antica mappa relativa alle strade esistenti in Italia all’epoca dell’Impero Romano.
Il monumento principale, unico visitabile, è la villa di Poppea inserita tra i beni che l’UNESCO ha definito “Patrimonio dell’Umanità”: grandiosa costruzione residenziale della metà del I secolo a.C., ampliata in età imperiale, era in corso di restauro al momento dell’eruzione. È attribuita a Poppaea Sabina, seconda moglie dell’imperatore Nerone, ma in ogni caso rientrante nel patrimonio della famiglia imperiale.
Le prime campagne di scavi nell’area oplontina furono effettuate prima nel ‘700 e poi i primi scavi sistematici si sono svolti dal 1964 riportando alla luce la Villa di Poppea, dieci anni dopo fu rinvenuta la Villa di Lucius Crassius Tertius: ad oggi le esplorazioni delle due strutture sono ancora in essere.
Di seguito l’itinerario:
• Origini di Oplonti-Torre Annunziata;
• Storia degli Scavi;
• Villa di Poppea;
• I saloni e i suoi affreschi;
• La Piscina e la leggenda del latte;
• Il Triclinio: alla corte degli uccelli;
• Il Labirinto delle colonne: Peristilio;
• Ospitalia e Viridarium;
• Il Larario, la Latrina e il Caledarium;
• Poppea la “donna delle delizie”;
• Leggende e storie tra segreti e proverbi.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria.
L’appuntamento è all’ingresso degli scavi (ESTERNO);
in Via Sepolcri- Torre Annunziata;
alle ore 10.30.
Il contributo associativo è di 6 euro a persona.
Il ticket va pagato alla struttura ed è di euro 5.50;
ridotto a euro 2.75 dai 18 ai 25 anni ed insegnanti con documento;
gratis fino ai 18 anni.
Per chi arriverà con la Circumvesuviana: Linea per Sorrento, fermata Torre Annunziata- Oplonti. Dalla stazione la struttura dista circa 10 minuti a piedi.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
———————————————————
SABATO 31 MARZO ORE 16.15
Dai MICENEI ai ROMANI: VERGINI SOTTERRATA
(strutture IV secolo a.C.)
A nord della poderosa murazione di Neapolis, nel cuore del quartiere Vergini-Sanità, sepolta dalle alluvioni, si estende una straordinaria necropoli. I monumenti nei versanti tufacei delle colline di Capodimonte, caratterizzati da raffinati prospetti, richiamano potentemente architetture di ambiente macedone. Gli Ipogei funerari rappresentano il prestigio delle famiglie aristocratiche del IV sec. a.C., costituendo una sottolineatura autorevole dell’identità greca nella quale si riconosce Napoli. Entrando in alcune strutture si scenderanno delle scalinate e ci si ritroverà tra catacombe e aree di necropoli con brani di affreschi e testimonianze della Napoli Micenea, Greca e Romana, tra acquedotti e altorilievi.
Di seguito l’itinerario:
– storia ed origini dei Vergini;
– la Necropoli dei Vergini e l’Alluvioni;
– gli Ipogei Funerari Ellenistici;
– Ipogeo dei TOGATI con Altorilievi scena di fides;
– la Cisterna e l’acquedotto Augusteo;
– Ipogeo dei MELOGRANI (facoltativo e se accessibile) + dolce di Poppella
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria
LA VISITA CONSISTE IN IPOGEI
L’appuntamento è a Porta San Gennaro su Via Foria;
alle ore 16.15;
il contributo associativo è di 12 euro ed è comprensivo della visita guidata + del ticket della struttura + dolce di Poppella.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it

——————————————————————————–
SABATO 3 MARZO ORE 10.50 ALLE ARMI ! ARRIVANO I LONGOBARDI
————————————
SABATO 3 MARZO ORE 16,45 i TONDI di SAMMARTINO a San CAMILLO
(autore del Cristo Velato)
————————————-
DOMENICA 4 MARZO ORE 10.30 REGGIA BORBONICA di CASERTA
————————————–
SABATO 10 MARZO ORE 16.15 Dai MICENEI ai ROMANI: VERGINI SOTTERRATA
(strutture IV secolo a.C.)
————————————–
A seguire alcuni dei prossimi appuntamenti:
11 marzo spettacolo: Salvi per miracolo+Rubens
17 marzo: Farmacia degli Incurabili
———————————————-

SABATO 3 MARZO ORE 10,50 ALLE ARMI ! ARRIVANO I LONGOBARDI
La mostra i “Longobardi. Un popolo che cambia la storia”, ricostruisce le sfide economiche e sociali affrontate da un popolo che nel 568 varcò le Alpi guidato da Alboino per riunificare l’Italia. Fu fermato però dall’opposizione del papato e da Carlo Magno che conquistata l’Italia, mise fine al loro regno del Nord nel 774. Ma nel Sud i Longobardi sopravvissero come entità autonoma con il ducato di Benevento che con Arechi nel 774 divenne un principato che comprendeva tutta l’Italia meridionale fino alla Calabria. …e Napoli? La città partenopea non fu mai Longobarda, rimase fedele a Bisanzio e visse come ducato dinastico dal IX secolo e per tre secoli, di assoluta indipendenza, forse tra i più longevi della propria storia.
Di seguito l’itinerario:
– origini ed arrivo in Italia dei Longobardi (MOSTRA);
– il sincronismo dal pagano al sacro cristiano;
– tombe e scoperte funerarie;
– il vissuto medioevale e le tradizioni;
– usi e costumi del medioevo;
– oggetti d’arredo e l’oreficeria longobarda;
– la longobardia Minor;
– i ritrovamenti campani.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria.
L’appuntamento è all’ingresso del Museo Archeologico (davanti alla scalinata centrale);
alle ore 10,50;
Il contributo associativo è di 6 euro a persona per la visita guidata mentre il ticket d’ingresso va pagato direttamente alla struttura museale.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
————————————————-
SABATO 3 MARZO ORE 16.45 i TONDI di SAMMARTINO a San CAMILLO
Ospiti delle Suore di Carità dell’Assunzione si potrà visitare la chiesa di Santa Maria del Divino Amore detta di San Camillo de Lellis, che sorge nell’antica aerea di Palazzo Villani. Annessa ad un convento fu costruita dal Manni e da F. A. Picchiatti poi rifatti gli interni tra marmi e stucchi da Ferdinando Sanfelice. Al suo interno sono conservate opere di grande rilievo di Francesco De Mura, Andrea Mattei e Giuseppe Mastroleo. La chiesa ospita anche la reliquia del Santo fondatore dell’ordine camilliano e due opere inedite di Giuseppe Sammartino (autore del Cristo Vetato) ed un‘opera di Pacecco De Rosa.
Di seguito l’itinerario:
– origini della Chiesa;
– altare del Sanfelice;
– Adorazione dei Pastori di Massimo Stanzione;
– Immacolata Concezione e Deposizione di M. De Mura;
– Crocifisso del Mastroleo;
– due ovali inediti di Giuseppe Sammartino;
– Madonna della Purità di Pacecco De Rosa;
– storia delle Suore di Carità dell’Assunzione;
– San Camillo, reliquia e miracoli;
– proverbi e leggende.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria
L’appuntamento è alla fine di Via S.Gregorio Armeno (nello slargo angolo S.Biagio dei Librai);
alle ore 16.45;
il contributo associativo è di 8 euro a persona e comprende visita guida + contributo alla struttura.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
——————————————————————
DOMENICA 4 MARZO 10.30 REGGIA BORBONICA di CASERTA
Nel 1750 Carlo di Borbone decise di erigere la Reggia quale centro ideale del nuovo regno di Napoli, ormai autonomo e svincolato dall’egida spagnola. Il progetto fu affidato, dopo alterne vicende, all’architetto Luigi Vanvitelli. Dallo scalone d’onore, invenzione dell’arte scenografica, si accede agli appartamenti reali e poco di fronte si apre la Cappella Palatina. Progettata dal Vanvitelli fin nelle decorazioni, è di certo l’ambiente che più di ogni altro mostra una chiara analogia con il modello di Versailles. Il Parco Reale si ispira ai giardini delle grandi residenze europee, fondendo la tradizione italiana rinascimentale con le soluzioni francesi.
Di seguito l’itinerario:
– origini e storia della Reggia;
– scalone reale;
– Cappella Palatina (se aperta al pubblico);
– Appartamenti reali;
– Parco Reale con fontane e giardini;
– Cascata o Fontana di Diana e Atteone;
– Giardino Inglese.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria
LA DURATA DELLA VISITA E’ DI 3 ORE
L’appuntamento è all’interno della REGGIA davanti allo scalone reale;
alle ore 10.30;
il contributo associativo è di 6 euro per la visita + ticket per il parco € 5 intero o € 2,50 ridotto dai 18 ai 25 anni, gratis fino ai 18 anni, da pagare direttamente alla struttura.
ANCHE SE E’ LA GIORNATA GRATUITA.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
————————————–
SABATO 10 MARZO ORE 16.15 Dai MICENEI ai ROMANI: VERGINI SOTTERRATA
(strutture IV secolo a.C.)
A nord della poderosa murazione di Neapolis, nel cuore del quartiere Vergini-Sanità, sepolta dalle alluvioni, si estende una straordinaria necropoli. I monumenti nei versanti tufacei delle colline di Capodimonte, caratterizzati da raffinati prospetti, richiamano potentemente architetture di ambiente macedone. Gli Ipogei funerari rappresentano il prestigio delle famiglie aristocratiche del IV sec. a.C., costituendo una sottolineatura autorevole dell’identità greca nella quale si riconosce Napoli. Entrando in alcune strutture si scenderanno delle scalinate e ci si ritroverà tra catacombe e aree di necropoli con brani di affreschi e testimonianze della Napoli Micenea, Greca e Romana, tra acquedotti e altorilievi.
Di seguito l’itinerario:
– storia ed origini dei Vergini;
– la Necropoli dei Vergini e l’Alluvioni;
– gli Ipogei Funerari Ellenistici;
– Ipogeo dei TOGATI con Altorilievi scena di fides;
– la Cisterna e IV° IPOGEO;
– Ipogeo dei MELOGRANI (entrare in questa area è facoltativo);
+ dolce di Poppella.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria
LA VISITA CONSISTE IN SOTTERRANEI
L’appuntamento è a Porta San Gennaro su Via Foria;
alle ore 16.15;
il contributo associativo è di 12 euro ed è comprensivo della visita guidata + del ticket della struttura + dolce di Poppella.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
www.oltreiresti.it
————————————————
DOMENICA 11 MARZO ORE 11.10 SALVI x MIRACOLO + RUBENS e BRUEGHEL
L’associazione OLTRE I RESTI Vi accompagnerà alla scoperta dello spettacolo SALVI x MIRACOLO. Con gli attori e la tecnica dei tableaux vivants, verremo trasportati in un viaggio visionario con i dipinti in movimento collegati alla città di Napoli arricchiti da musiche e scene di vita popolare. Nella seconda parte la visita verterà sull’opera di RUBENS e BRUEGHEL, in mostra eccezionalmente in questo periodo nel Museo Donnaregina, l’unica opera a quattro mani.
Di seguito l’itinerario:
– Spettacolo SALVI PER MIRACOLO dei Tableaux Vivants;
– la Madonna con Bambini in una ghirlanda di fiori;
– Rubens, origini e pittura;
– Brueghel, origini e pittura.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria.
L’appuntamento è a Largo Donnaregina (all’ingresso del Museo nella piazzetta),
alle ore 11,10;
il contributo associativo è di 14 euro a persona ed è comprensivo dello spettacolo e della visita guidata.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it
——————————————————-
SABATO 17 MARZO ORE 09.45 FARMACIA DEGLI INCURABILI
Un tuffo nella storia del primo Ospedale del SUD e del Regno di Napoli, tra luoghi e cortili, chiese e musei, e la bellissima FARMACIA che nasconde e racconta il mondo della medicina. Un primato della storia impregnato di veneti e di aneddoti che ci faranno conoscere una Napoli diversa.
Di seguito l’itinerario:
– Farmacia degli Incurabili,
– Quadreria,
– Museo delle arti mediche,
– Chiostro della spezieria,
– Chiostro di S. Maria delle Grazie.
Numero chiuso. Prenotazione obbligatoria.
L’appuntamento è all’ingresso dell’Ospedale Incurabili a Via Luciano Armanni (DAL LATO DI VIA ANTICAGLIA);
alle ore 09.45;
il contributo associativo è di 12 euro a persona.
Per info e prenotazioni
Dott.ssa Mango
oltreiresti@oltreiresti.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.