Vincenzo Aita, assessore regionale all’agricoltura: risolviamo insieme il problema rifiuti di Acerra.
Sulla vicenda dei rifiuti di Acerra interviene l’assessore all’agricoltura della Regione Campania, Vincenzo Aita, che ha rilasciato la seguente nota e che riportiamo per i nostri lettori:
“ La necessità di partire da una radicale bonifica del territorio è di fondamentale importanza. Abbiamo ereditato grossi problemi del territorio che a lungo trascurati, hanno fortemente danneggiato l’economia agricola. E’ arrivato il momento di rimboccarsi le maniche per salvare un patrimonio che è fonte di lavoro e di orgoglio per il nostro paese. Infatti, la politica dell’assessorato, incentrata sulla qualità e sulla tipicità dei prodotti, ha visto aumentare le esportazioni. Le ragioni del sindaco di Acerra sono inconfutabili, la firma di assenso dell’ordinanza preparata dal dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio da parte del Presidente Sassolino, che conferma la partecipazione di rappresentanti del Comune nella commissione per la valutazione dell’impatto ambientale, è per Acerra un ulteriore garanzia. La commissione così composta lavorerà, dando ulteriori certezze alla cittadinanza e meglio fotografando il territorio e le sue reali necessità. Purtroppo, il problema rifiuti va risolto sia per evitare questo continuo sperpero di denaro pubblico utilizzato per il trasporto delle ecoballe in altri siti di stoccaggio. Soldi che potrebbero essere meglio utilizzati anche per avviare concretamente il processo di raccolta differenziata, sia per evitare ulteriori guerre tra comuni che a nulla servono se non indebolire ulteriormente il territorio, e a rafforzare infiltrazioni mafiose. I 5 milioni di euro, stanziati con delibera di Giunta, devono intendersi esclusivamente destinati a sovvenzionare i primi progetti di bonifica del territorio che in questi anni ha subito gravi danni, a causa della diossina agli allevamenti ed anche alle produzioni ortofrutticole. Qualora la delibera dia adito a diversa interpretazione, essa andrà definita con un nuovo atto deliberativo”.
Assessorato all’agricoltura, foreste, caccia e pesca – Ufficio stampa, Angela Calabrese


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.