BASILICATA. VIGGIANO, VINO SOTTO LE STELLE IL 22 E 23 AGOSTO. IL REPORT.

Vino, musica e piatti della tradizione per raccontare il territorio della Val d’Agri. Sono stati questi gli ingredienti delle due serate che hanno animato i vicoli e gli scorci suggestivi di Viggiano.
Un crescendo di presenze a “Vini sotto le stelle”, l’evento organizzato dal Consorzio di tutela della Doc Terre dell’Alta Val d’Agri, dal Comune e dalla Pro Loco di Viggiano che da tre anni è un appuntamento fisso del cartellone estivo.
Sei gli angoli del centro storico animati da artisti di strada e gruppi musicali, da stand dove si poteva degustare il vino dei sei produttori ((Pisani, Fiorenti, De Blasiis, L’Arcera, Pierdesiis e Nigro) e diversi piatti tipici della cucina viggianese, come ferricelli salsiccia e mollica, cavatelli al guanciale e peperoni cruschi, pecora alla pastorale e soffritto, baccalà in pastella con peperoni ripieni, salsiccia arrostita con insalata di fagioli, formaggi locali e gustose confetture.
Lungo il percorso culturale, illuminato da fiaccole, si trovavano proverbi sul vino e alcuni detti in dialetto. Allestita sotto un porticato la mostra “Viaggiano e i viggianesi” curata da Gaetano Caiazza. Trecentocinquanta scatti che attraverso i volti e le immagini di animali al pascolo raccontavano la vita di una comunità.
<>.
Per l’occasione sono stati serigrafati mille calici con il simbolo dell’arpa e una bottiglia di vino con accanto il logo dell’amministrazione comunale.
Il ricavato della vendita sarà devoluto in beneficenza all’associazione nazionale tumori (Ant) e alla “Missione Francescana in Kongo” di Padre Giuseppe Caso.
<>.
Tra i sei gruppi più votati dai visitatori che hanno compilato la scheda con le preferenze sono stati “Gli sbandamenti”, mentre al secondo posto l’arpista Danila accompagnata alla chitarra da Alberigo.
———————————
FESTA A VIGGIANO
———————————
Un brindisi solidale. Al via la due giorni di “Vino sotto le stelle”, l’evento estivo che ormai è un appuntamento fisso dell’estate viggianese.

La manifestazione è organizzata dal Consorzio di tutela della Doc Terre dell’Alta Val d’Agri, dal Comune e dalla Pro Loco di Viggiano.

Due giornate (il 22 e il 23 agosto) degustazioni e musica, un binomio che abbina i sapori della terra ai saperi di questo territorio.
Per i vicoli e le viuzze del centro storico i visitatori troveranno 6 punti di degustazione e saranno animati dall’esibizione di artisti di strada che intratterranno grandi e piccini.

<>.

All’ingresso del percorso si troveranno inoltre due punti vendita dove acquistare i calici per degustare i vini delle sei aziende aderenti al Consorzio.
Oltre a rappresentare un souvenir dell’evento, svolgeranno un ruolo “sociale”.
Infatti, l’incasso dei calici delle due serate sarà interamente devoluto in beneficenza all’ANT e alla
“Missione Francescana in Kongo” di Padre Giuseppe Caso.

Non mancheranno stand dove poter assaggiare, per accompagnare un buon bicchiere di vino, piatti tipici della cucina viggianese, come ferricelli salsiccia e mollica, cavatelli al guanciale e peperoni cruschi, pecora alla pastorale e soffritto, baccalà in pastella con peperoni ripieni, salsiccia arrostita con insalata di fagioli, formaggi locali e gustose confetture preparate con i frutti della zona.
Tra dolci note e sorsi di vino per trascorrere due serate ad ammirar le stelle.

INFO
Iranna De Meo
giornalista free lance
Mobile + 39 347-9553076
referente Basilicata per l’Arga Campania-Calabria-Basilicata


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.