ESTATE CON IL JAZZ FESTIVAL A VICO EQUENSE(NA).
(dal 10 al 23 luglio)

Grande chiusura per il Vico Jazz Festival
Ultimi due giorni di jazz con Tuck & Patti, Luigi Grasso Quartet, Pasquale De Rosa Quintet “In My Mind”,
Carlo Lomanto Sextet “Made in Italy”
Il “Vico Jazz Festival” continua con un doppio appuntamento: Luigi Grasso Quartet e Tuck & Patti.
La manifestazione, organizzata dal Comune di Vico Equense, autorizzata e co-finanziata dalla Regione Campania nell’ambito del Por Fesr Campania 2007-2013 (percorso tematico “Le quattro stagioni: Estate 2010. La riscoperta del patrimonio culturale”), diretta da Giovanni Amato, vedrà salire sul palco del chiostro della Santissima Trinità giovedì 22 luglio, alle 20,30, Luigi Grasso Quartet, alle 21,30 Tuck & Patti.
Il duo musicale statunitense, composto da Tuck Andress, chitarrista, e Patti Cathcart, cantante, è nato nel 1978. Lei proveniva da esperienze di folk e di gospel, lui da una solida formazione jazz attraverso la quale si è specializzato in una tecnica chitarristica che prevede l’esecuzione contemporanea degli accordi, delle linee di basso e della melodia. Il loro primo disco si intitola Tears of Joy. L’album racchiude il meglio del loro repertorio dal vivo, con brani originali e personalissime cover di pezzi di successo. Tra queste ultime, particolare interesse presso le stazioni radiofoniche ha destato la rilettura in chiave jazz di Time after Time di Cyndi Lauper, oltre alla stupenda re-interpretazione di Europa (Earths Cry Heavens Smile) (Carlos Santana) in walking bass da parte di Tuck. Il brano ha contribuito a farli conoscere anche in Italia, soprattutto dopo la loro esibizione al Festival di Sanremo 1989. Il successivo Love Warriors ha confermato lo stile e il successo del primo.
La chiusura del festival, prevista per venerdì 23 luglio, è affidata a due gruppi: Pasquale De Rosa Quintet “In My Mind” che si esibirà alle 20,30 e Carlo Lomanto Sextet “Made in Italy” che salirà sul palco alle 22,00. Il costo del biglietto della terza serata in calendario è pari a 15 euro mentre il concerto di chiusura è ad ingresso gratuito.
“Il Vico Jazz Festival rappresenta il fiore all’occhiello del nostro programma estivo – afferma Matteo De Simone, assessore al turismo – e anche quest’anno sta catalizzando un pubblico di intenditori e amanti di questo genere musicale, provenienti da diverse zone della Campania e delle regioni confinanti. E’ obiettivo principale dell’Amministrazione attrarre flussi turistici attraverso spettacoli di qualità. Prossimi appuntamenti al chiostro della Santissima Trinità sono infatti con il Gran galà lirico, previsto per domenica 25 luglio, e con Michele Placido, voce recitante di ‘Pierino e il lupo’ che si terrà lunedì 26 luglio”.
Vico Equense
20/07/2010 ——————————
Il 17 luglio Tom Harrel in concerto
Il programma degli eventi estivi realizzato dal Comune continua con il Vico Jazz Festival
Prossimo appuntamento previsto dal “Vico Jazz Festival” è con Tom Harrel. La manifestazione, organizzata dal Comune di Vico Equense, autorizzata e co-finanziata dalla Regione Campania nell’ambito del Por Fesr Campania 2007-2013 (percorso tematico “Le quattro stagioni: Estate 2010. La riscoperta del patrimonio culturale”), diretta da Giovanni Amato, vedrà salire sul palco del chiostro della Santissima Trinità sabato 17 luglio, alle 21,30, il Tom Harrell Quintet “Roman Nights”. Tom Harrell, trombettista e compositore americano, suona la tromba sin dall’età di otto anni, mostrando una straordinaria precocità, anche nell’improvvisazione. Il suo modo di fare musica, assolutamente particolare e personale, risente della patologia schizofrenica che lo affligge da anni, e che tuttavia ha costituito un incredibile processo formativo della sua vita artistica. Harrell considera, infatti, la sua patologia una prerogativa, scherzandoci sopra. Una volta ha commentato di essere entrato nella suite di un albergo, con due stanze, una per ognuna delle sue personalità.
Doppio appuntamento, invece, per il 22 luglio: alle 20,30 con Luigi Grasso Quartet, alle 21,30 con Tuck & Patti. La chiusura della kermesse, prevista per 23 luglio, è affidata a due gruppi: Pasquale De Rosa Quintet “In My Mind” che si esibirà alle 20,30 e Carlo Lomanto Sextet “Made in Italy” che salirà sul palco alle 22,00. Il costo del biglietto della seconda e terza serata in calendario è pari a 15 euro mentre il concerto di chiusura è ad ingresso gratuito.
Il calendario degli eventi estivi organizzato e promosso dall’assessorato al turismo del Comune di Vico Equense continua con eterogenei appuntamenti. Domenica 25 luglio, si terrà, infatti, al Chiostro della Santissima Trinità un Gran galà lirico con il coro dell’opera di Craiova e l’orchestra filarmonica di Plojesti. Ingresso libero.
Lunedì 26 luglio sarà la volta di Michele Placido, voce recitante di “Pierino e il lupo” di Prokof’ev. Ingresso 10 euro.
Previsto per sabato 7 agosto, invece, l’ormai consolidato appuntamento con il cabaret. Si terrà la sesta edizione del Festival nazionale di cabaret “Ridiamoci su”, condotto da Gigi e Ross, a cui parteciperà come ospite d’onore Francesco Paolantoni. Ingresso 10 euro.
Mercoledì 11 agosto ritorna il teatro con “’Na santarella” di Edoardo Scarpetta, con Sergio Solli, Mario Brancaccio e Antonella Elia. Ingresso 10 euro.
Infine, il 17 agosto, ci sarà Biagio Izzo con la teatrale “Un tè per tre”. Ingresso 20 euro tribuna, 25 euro sedia.
——————————–
INTERVISTA AI MANHATTAN
——————————–
The Manhattan Transfer, l’intervista.
Janis Siegel, Cheryl Bentyne, Tim Hauser, Alan Paul a Vico Equense per l’apertura della decima edizione Vico Jazz Festival. I quattro artisti, che compongono lo storico gruppo The Manhattan Transfer, affermano di amare questo territorio e di essere felici di essere tornati.
Conoscevate già Vico Equense?
Siamo stati in costiera amalfitana, a Ischia, a Napoli ma è la prima volta che abbiamo il piacere di trascorrere qualche giorno in penisola sorrentina. E’ un luogo incantevole, basta respirare un po’ di quest’aria di mare per sentirsi rinati. E poi, non vediamo l’ora di assaggiare la cucina napoletana, andiamo matti per la pasta.
Venite definiti come il gruppo vocale più famoso nella storia della musica. Qual è il segreto di un tale successo?
Lavorare tanto e non fermarsi mai.
Siete maestri del “vocalese”, tecnica introdotta da Jon Hendricks.
Che consiglio vorreste dare a chi desidera diventare esperto in questa tecnica?
Bisogna ascoltare molto. Un difetto che accomuna molti artisti è la fretta di voler cantare. Prima di cantare è necessario ascoltare, capire la musica. Molte scuole insegnano tecniche per l’intonazione, la respirazione… Ma è sbagliato partire da qui, è necessario ascoltare la musica e poi tirar fuori le emozioni che questa ha trasmesso e che sono state interiorizzate.
Cosa è cambiato nel vostro modo di fare musica dall’inizio della vostra carriera ad oggi?
I principi cui ci siamo ispirati originariamente sono rimasti gli stessi. La differenza è all’inizio eravamo fedeli a degli standard, adesso siamo un po’ più pazzi. (ridono)
Qual è il concerto che ricordate con maggiore gioia?
E’ difficile dirlo. Abbiamo suonato durante importanti manifestazioni musicali internazionali, ma anche per il Papa, alla Casa Bianca… Però dobbiamo ammettere che uno dei concerti che ci ha emozionato maggiormente è stato realizzato in questo territorio, a Positano. C’era un’atmosfera unica. Siamo convinti che anche stasera a Vico Equense sarà un concerto indimenticabile.
VicoEquense10/07/2010, Ilenia De Rosa Addetto Stampa Comune di Vico Equense Ufficio:081/8019220
Cellulare:338/3283418
ufficiostampa@cittadivicoequense.it
Info biglietti e prenotazioni:
333/6353444
——————————
6 luglio 2010.
——————————
Con The Manhattan Transfer comincia l’ “Estate al chiostro”.
Il programma degli eventi estivi realizzato dal Comune parte con il Vico Jazz Festival.
Ad inaugurare l’estate vicana sarà The Manhattan Transfer, leggendario gruppo vocale statunitense fondato nel 1969, i cui membri saliranno sul palco allestito nel seicentesco chiostro della Santissima Trinità il 10 luglio, alle 21,30. L’appuntamento è inserito nell’ambito della decima edizione del “Vico Jazz Festival”, manifestazione, organizzata dal Comune di Vico Equense, autorizzata e co-finanziata dalla Regione Campania nell’ambito del Por Fesr Campania 2007-2013 (percorso tematico “Le quattro stagioni: Estate 2010. La riscoperta del patrimonio culturale”), diretta da Giovanni Amato.
A decretare il successo per il gruppo statunitense fu l’album Extension, e il successivo Mecca for Moderns del 1981. Un approccio più jazzistico si rivelò in Bodies and Souls e fu ancora più marcato nei due lavori successivi, Vocalese e Bop Doo Wopp del 1985. Vocalese, infatti, fu candidato ai Grammy Awards in ben 12 categorie.
Del 1987 fu l’album Brasil che ebbe un successo mondiale di grande rilevanza. Il gruppo successivamente tentò una revisione del proprio stile con l’album The Offbeat Of Avenues.
Sono seguiti, poi, numerosi album live, raccolte ed alcuni successi come Tonin’ del 1995, Swing del 1997 e, soprattutto, Vibrate del 2004.
Ma le serate dedicate al jazz saranno quattro, durante le quali si alterneranno sul palco artisti di fama internazionale.

Il 17 luglio, alle 21,30, sarà la volta del Tom Harrell Quintet “Roman Nights”.

Doppio appuntamento, invece, per il 22 luglio: alle 20,30 con Luigi Grasso Quartet, alle 21,30 con Tuck & Patti.

La chiusura della kermesse, prevista per 23 luglio, è affidata a due gruppi: Pasquale De Rosa Quintet “In My Mind” che si esibirà alle 20,30 e Carlo Lomanto Sextet “Made in Italy” che salirà sul palco alle 22,00.

Il costo del biglietto della serata di apertura è di 30 euro per la sedia e 25 per la tribuna, quello della seconda e terza serata in calendario è pari a 15 euro mentre il concerto di chiusura è ad ingresso gratuito.
Costo dell’abbonamento: 45 euro sedia, 40 euro tribuna. E’ possibile acquistare i biglietti attraverso il sito www.teatromio.it, e scegliere la posizione.
Si tratta di un appuntamento da non perdere, non solo per coloro che amano il jazz ma per quanti desiderano ascoltare musica di qualità e trascorrere piacevoli serate, immersi nella suggestiva atmosfera che offre il seicentesco Chiostro.
VicoEquense06/07/2010
———————————–
Vico Jazz Festival,
———————————–
al via la prevendita on-line
Ad aprire la kermesse, il 10 luglio, sarà il leggendario gruppo The Manhattan Transfer
Al via la prevendita on-line dei biglietti per la decima edizione del “Vico Jazz Festival”. La manifestazione, organizzata dal Comune di Vico Equense, autorizzata e co-finanziata dalla Regione Campania nell’ambito del Por Fesr Campania 2007-2013 (percorso tematico “Le quattro stagioni: Estate 2010. La riscoperta del patrimonio culturale”), diretta da Giovanni Amato, si terrà nei giorni 10, 17, 22, 23 luglio presso il Chiostro della Santissima Trinità.
Da oggi è possibile acquistare i biglietti attraverso il sito www.teatromio.it, e scegliere la posizione.
Si tratta di un appuntamento da non perdere, non solo per coloro che amano il jazz ma per quanti desiderano ascoltare musica di qualità e trascorrere piacevoli serate, immersi nella suggestiva atmosfera che offre il seicentesco Chiostro.
Saranno quattro serate durante le quali si alterneranno sul palco artisti di fama internazionale, verranno presentate inedite produzioni culturali, dialogheranno linguaggi e dialetti musicali distanti, modalità e forme artistiche diverse, istanze e suggestioni di terre lontane.
Ad aprire la rassegna il 10 luglio, alle 21,30, sarà The Manhattan Transfer, leggendario gruppo vocale statunitense, fondato nel 1969 da Tim Hauser insieme alla vocalist Laurel Massè. Il 17 luglio, alle 21,30, sarà la volta del Tom Harrell Quintet “Roman Nights”. Doppio appuntamento, invece, per il 22 luglio: alle 20,30 con Luigi Grasso Quartet, alle 21,30 con Tuck & Patti.
La chiusura della kermesse, prevista per 23 luglio, è affidata a due gruppi: Pasquale De Rosa Quintet “In My Mind” che si esibirà alle 20,30 e Carlo Lomanto Sextet “Made in Italy” che salirà sul palco alle 22,00. Il costo del biglietto della serata di apertura è di 30 euro per la sedia e 25 per la tribuna, quello della seconda e terza serata in calendario è pari a 15 euro mentre per il concerto di chiusura l’ingresso è gratuito.
Vico Equense
30/06/2010 ——————————–
L’ANNUNCIO PER VICOJAZZ
——————————–
Decima candelina per il Vico Jazz Festival dal 10 al 23 luglio.
Ad aprire la kermesse sarà il leggendario gruppo The Manhattan Transfer
Un appuntamento da non perdere, non solo per coloro che amano il jazz ma per quanti desiderano ascoltare musica di qualità e trascorrere piacevoli serate, immersi nella suggestiva atmosfera che offre il chiostro della Santissima Trinità, a Vico Equense.
Si tratta della decima edizione del “Vico Jazz Festival”, una manifestazione organizzata dal Comune di Vico Equense, diretta da Giovanni Amato, che si terrà nei giorni 10, 17, 22, 23 luglio.
Saranno quattro serate dedicate al jazz durante le quali si alterneranno sul palco artisti di fama internazionale, verranno presentate inedite produzioni culturali, dialogheranno linguaggi e dialetti musicali distanti, modalità e forme artistiche diverse, istanze e suggestioni di terre lontane.
Ad aprire la rassegna il 10 luglio, alle 21,30, sarà The Manhattan Transfer, leggendario gruppo vocale statunitense, fondato nel 1969 da Tim Hauser insieme alla vocalist Laurel Massè.
Il 17 luglio, alle 21,30, sarà la volta del Tom Harrell Quintet “Roman Nights”.
Doppio appuntamento, invece, per il 22 luglio: alle 20,30 con Luigi Grasso Quartet, alle 21,30 con Tuck & Patti.
La chiusura della kermesse, prevista per 23 luglio, è affidata a due gruppi: Pasquale De Rosa Quintet “In My Mind” che si esibirà alle 20,30 e Carlo Lomanto Sextet “Made in Italy” che salirà sul palco alle 22,00.
Info biglietti e prenotazioni:
333/6353444
Vico Equense,17/06/2010
INFO
Ilenia De Rosa
Addetto Stampa Comune di Vico Equense
Ufficio: 081/8019220
Cellulare: 338/3283418
E-mail: ufficiostampa@cittadivicoequense.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.