VICO EQUENSE(NA). UN DIBATTITO SU COME RICOSTRUIRE L’AQUILA

Pezzopane: “L’Aquila ha ancora bisogno di tutto”.
L’incontro svoltosi il 26 agosto allo Scrajo Terme è stato organizzato dal Comune di Vico Equense in collaborazione con Castellammare di Stabia, Capri e i Comuni della penisola sorrentina, con l’aiuto di Padre Giuseppe De Gennaro

“Non vogliamo 10 miliardi di euro subito, come qualcuno ha detto. Ciò che chiediamo è sapere che tipo di risorse e con quali modalità verranno stanziate per capire tra cinque, dieci, vent’anni cosa ci ritroveremo”.

Con queste parole Pierluigi Pezzopane, assessore alla solidarietà del Comune di L’Aquila, ha parlato della difficilissima situazione in cui vive la città vittima del terremoto del 2009 e di cosa servirebbe per consentire a questo territorio di risorgere. Lo ha fatto nel corso dell’incontro “Con la missione della Carità, verità nella Carità, Carità nella verità, ricostruiamo insieme la città” organizzato dal Comune di Vico Equense in collaborazione con Castellammare di Stabia, Capri e i Comuni della penisola sorrentina, con l’aiuto di Padre Giuseppe De Gennaro, fondatore dell’Università della Preghiera dell’Aquila.

Sono intervenuti alla tavola rotonda Giuseppe Guida, vicesindaco Vico Equense, Francesco Coppola, assessore Vico Equense, Raffele Esposito, assessore Vico Equense, Gaetano Milano, assessore Sorrento, Giuseppe Gargiulo, assessore Sant’Agnello, Roberto Russo, assessore Capri, Giuseppe Cannavale, vicesindaco Castellammare di Stabia, Pierluigi Pezzopane, assessore L’Aquila, padre Giuseppe De Gennaro, fondatore Università della Preghiera L’Aquila.

“L’85 percento del terreno edificato è stato danneggiato dal sisma – ha continuato Pierluigi Pezzopane – e 5 milioni di tonnellate di macerie hanno sommerso la città. Di queste, soltanto una minima quantità è stata rimossa, per liberare i passaggi, mentre la maggior parte è ancora lì. L’Aquila ha ancora bisogno di tutto.
Mi domando se questo terremoto fosse capitato in un territorio della Lega Nord quali provvedimenti sarebbero stati presi. Sarebbe stato abbandonato allo stesso modo in cui è stata abbandonata L’Aquila? ”.

I rappresentanti dei Comuni presenti hanno dimostrato solidarietà e vicinanza alla città di L’Aquila e all’operato del vulcanico Padre Giuseppe De Gennaro.

“E’ stato importante rendere partecipe la popolazione della penisola sorrentina della difficile situazione in cui vivono gli aquilani – ha affermato padre Giuseppe – affinché possa generarsi una sensibilizzazione nei confronti di una situazione ancora da risolvere”.
Vico Equense 26/08/2010

———————————
Ricostruire L’Aquila,
——————————-
se ne parlerà in una tavola rotonda a Vico Equense(Na)
All’incontro parteciperanno Gianni Chiodi, presidente della giunta regionale dell’Abruzzo, Massimo Cialente, sindaco di L’Aquila, Giuseppe Molinari, arcivescovo di L’Aquila, Giovanni D’Ercole, vescovo ausiliare di L’Aquila
Sarà un momento per mettere a confronto i principali attori coinvolti nella ricostruzione dell’Aquila, città vittima del terribile terremoto che ha distrutto case, palazzi e, soprattutto, vite.
Si tratta dell’incontro previsto per giovedì 26 agosto, ore 12,00, presso lo Scrajo Terme organizzato dal Comune di Vico Equense in collaborazione con Capri, Castellammare di Stabia, Sorrento, con l’aiuto di Padre Giuseppe De Gennaro, fondatore dell’Università della Preghiera dell’Aquila.
Il titolo è “Con la missione della Carità, verità nella Carità, Carità nella verità, ricostruiamo insieme la città” e vi prenderanno parte Gianni Chiodi, presidente della giunta regionale dell’Abruzzo, Massimo Cialente, sindaco di L’Aquila, Giuseppe Molinari, arcivescovo di L’Aquila, Giovanni D’Ercole, vescovo ausiliare di L’Aquila.
Obiettivo della tavola rotonda è quello di individuare la giusta strada per permettere alla città di risorgere più bella e operativa di prima.
“La popolazione della penisola sorrentina e di tutta l’Italia vuole sapere la verità sullo stato in cui vivono i cittadini terremotati – spiega padre Giuseppe – ci sono, infatti, molte idee confuse che non giovano alla ricostruzione. Le persone che interverranno al dibattito rappresentano i massimi protagonisti del soccorso immediatamente dato il 6 aprile 2009, insieme a protezione civile e Governo, e sono consapevoli delle improrogabili operazioni di ricostruzione necessarie per far rivivere la città.
E’ arrivato il momento di parlarne e di rendere partecipe la popolazione affinché si generi una sensibilizzazione nei confronti di una situazione ancora da risolvere”.
La scelta del giorno 26 agosto è legata al centenario della nascita di Madre Teresa di Calcutta che, quando visitò L’Aquila nel 1989, disse:
“Vi sarò sempre al fianco in ogni necessità, pensiamo ai più poveri dei poveri, senza indugio, Che Dio vi benedica”. Vico Equense 20/08/2010
INFO
Ilenia De Rosa
Addetto Stampa Comune di Vico Equense
Ufficio:081/8019220
Cellulare:338/3283418
E-mail: ufficiostampa@cittadivicoequense.it
Sito: www.cittadivicoequense.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.