VICO EQUENSE il 17 e 18 giugno ospita il VII raduno delle Lancia Flavia e derivate in più con…
Prenderà il via sabato 17 giugno per terminare domenica, il VII Raduno del Registro Internazionale delle Lancia Flavia e derivate, la due giorni dedicata alle storiche di casa Lancia organizzata dal club napoletano di auto storiche Antiquariauto come cornice dell’evento,Vico Equense, cittadina della Costiera Sorrentina a pochi chilometri da Napoli.
Il Registro è nato nel 2000 in occasione dei 40 anni dalla presentazione del modello che raccoglieva in sé una serie di innovazioni tecnologiche avveniristiche per l’epoca ed ancora attuali sui modelli odierni.
Con gli annuali incontri che si sono svolti fino ad oggi il numero degli appassionati si è incrementato notevolmente con una omogenea distribuzione sul territorio nazionale, con alte concentrazioni nel meridione d’Italia, dove la possibilità di incontro e di conservazione sono particolarmente sentite dagli appassionati.
Il Registro conta attualmente oltre 150 aderenti, sia in Italia che all’Estero, con il censimento di oltre 200 modelli, rappresentati oltre che dalle classiche berline, coupè, sport e cabriolet anche da rari modelli derivati, dal furgone Jolly a motorizzazioni speciali per veicoli speciali, sia agricoli che per fuoristrada. Si aggiungono inoltre anche il modello 2000 e la Gamma, che, pur rappresentando l’evoluzione, ne conservano strutturalmente la meccanica e la telaistica.
Signorili, eleganti, mai eccessive, questi i caratteri che gli automobilisti hanno sempre attribuito alle vetture Lancia. Ma non va dimenticato che poche case hanno contribuito come Lancia al progresso dell’automobile, proponendo soluzioni tecniche inedite, talvolta controcorrente, spesso semplicemente in anticipo rispetto alle richieste degli automobilisti.
La Flavia fu presentata ufficialmente al salone di Torino del 1960 e come molti modelli della Lancia sorprese il pubblico con soluzioni innovative e d’avanguardia: è stata la prima vettura di grande serie con motore boxer a cilindri contrapposti e la prima vettura in Italia ad adottare la trazione anteriore e i freni a disco.
“Quest’anno, in occasione del Centenario della Lancia, – dice Luigi di Matteo presidente di Antiquariauto – l’Evento è stato particolarmente curato nella scelta della località, fra le più belle del golfo di Napoli dove la suggestività della Costiera Sorrentina e il massiccio del Monte Faito fanno da raccordo fra la vegetazione, il clima, i colori ed i sapori dei prodotti enogastronomici”.
“L’appuntamento di questo week-end –dice Walter Tiani direttore dell’Azienda Autonoma Cura Soggiorno e Turismo di Vico – riveste una importanza strategica, in quanto pone le basi per una serie di progettualità legate al mondo delle auto d’epoca, che non potrà non avere positive ripercussioni sul turismo”
Il giro dei 13 Casali di Vico Equense, la visita con gara di regolarità al Monte Faito con successiva premiazione alla serata di gala prevista presso l’hotel Moon Valley di Seiano, il programma per sabato.
Domenica, le Lancia verranno esposte nel centro storico di Vico, in modo da consentire a cittadini e turisti di ammirarle da vicino. Ai visitatori sarà consegnata una scheda con la quale dovranno indicare l’auto preferita. I voti dei partecipanti alla manifestazione, stabiliranno il vincitore del 1° Trofeo Città di Vico Equense, che potrebbe rappresentare l’inizio di un ciclo di manifestazioni dedicate alle auto d’epoca.
Nando Cirella


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.