VICO EQUENSE(Na).Approvato il bilancio di previsione 2010

L’Amministrazione comunale di Vico Equense ha approvato il bilancio di previsione 2010, documento che rappresenta per l’ente pubblico la linea guida per le entrate e le uscite del corrente anno.
Se ne è discusso durante il consiglio comunale svoltosi ieri sera.

La spesa corrente del Comune, pari a 15 milioni di euro, verrà così suddivisa: 4 milioni per la nettezza urbana,
5 milioni per il personale,
2 milioni per l’ammortamento dei mutui,
520 mila per la pubblica illuminazione,
700 mila per l’assistenza scolastica (refezione, trasporto, fornitura e buoni libro, canoni idrici e elettrici),
300 mila per le iniziative di promozione turistica (comprese le entrate provenienti da contributi esterni),
160 mila per la viabilità,
100 mila per la manutenzione del patrimonio,
80 mila per la protezione dell’ambiente,
500 mila per l’assistenza sociale (piano sociale di zona, contributi canoni di locazione, interventi sociali vari),
60 mila per contributo attività commerciali e economiche,
180 mila per l’assicurazione,
180 mila per consumi elettrici, postali e telefonici,
100 mila per il contenzioso,
160 mila per i fitti.
Il restante per il funzionamento dell’intera macchina comunale.

“Si tratta di un bilancio esiguo – spiega Giuseppe Guida, vicesindaco e assessore al bilancio – a causa dell’alta pressione tributaria e delle sperequazioni statali. La quota di trasferimento che annualmente lo Stato centrale assegna ai Comuni è, infatti, palesemente ingiusta. Già da tempo abbiamo fatto presente che tali cifre rappresentano una vera mortificazione per i comuni peninsulari in quanto compaiono in fondo alla classifica della provincia di Napoli e stiamo continuando in questa battaglia. Per esempio per gli abitanti di Vico Equense la cifra è pari a 67 euro per abitante, per quelli di Massa Lubrense 61, per i sorrentini 68. Valori che, invece, per altri Comuni vicini, risultano essere notevolmente maggiori. A Torre Annunziata la cifra è di 249 euro per abitante, Boscotrecase 200”.

Durante il consiglio comunale è stata approvata una mozione indirizzata al Ministro dell’interno e a quello del bilancio, oltre che al Presidente del Consiglio, per richiedere la revisione dei parametri di assegnazione delle prime due voci dei trasferimenti statali ai Comuni, ovvero il contributo ordinario e quello cosiddetto perequativo.
Vico Equense 04/05/2010

INFO Ilenia De Rosa
Addetto Stampa Comune di Vico Equense
Ufficio:081/8019220
Cellulare:338/3283418
E-mail: ufficiostampa@cittadivicoequense.it
Sito: www.cittadivicoequense.it


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.