AITO DOC FESTIVAL:
AL VIA LA RASSEGNA INTERNAZIONALE DI CINEMA DOCUMENTARIO
Festival del folklore, sedicesima edizione
Italia, Argentina, Russia, Sud Africa e Taiwan sul palco allestito nel chiostro della Santissima Trinità
L’appuntamento con il folklore è lunedì 3 agosto ore 21,00 presso il chiostro della Santissima Trinità. Si tratta della sedicesima edizione del festival internazionale delle tradizioni popolari promosso e organizzato dal Comune di Vico Equense in collaborazione con l’associazione Acta. I gruppi che si alterneranno sul palco provengono, oltre che dall’Italia, da Argentina, Russia, Sud Africa, Taiwan. A rappresentare la cultura e la musica popolare italiana sarà l’associazione Aequana che proporrà tammurriate e tarantelle appartenenti alla tradizione della penisola sorrentina e dell’area vesuviana.
“Questa iniziativa che si richiama alla pace universale attraverso la reciproca conoscenza con popoli ed etnie di varie provenienza – afferma Gennaro Cinque, sindaco di Vico Equense – sposa perfettamente la vocazione turistica della nostra bellissima cittadina della costiera sorrentina. Perciò, l’Amministrazione da me rappresentata si pregia di organizzarla in collaborazione con l’Acta del dott. Converso, col proposito di tramandare nel tempo un punto saldo nel calendario degli intrattenimenti estivi, che continui sulla scia delle prime quindici edizioni, con lo stesso successo e soprattutto con lo stesso entusiastico altruismo”.
“Ogni anno ricomincia la scommessa di ripetere il successo già riscosso – spiega Enzo Converso, presidente dell’Acta – con le stesse modalità e le stesse finalità intrinseche di amore, amicizia e pace tra popoli, ordite sul reciproco rispetto. Ma questi scopi riusciamo a concretizzarli solo con gli apprezzamenti del numeroso pubblico sempre presente e dai tanti che ci incoraggiano a perseverare. Anzi, questo apprezzamento sottolinea ancora, ce ne fosse bisogno, il valore artistico dei gruppi partecipanti italiani e stranieri. Per questo formulo a tutti l’augurio di condividere intensamente insieme questi momenti che ci rendono privilegiati pionieri di cultura universale”.
Vico Equense
01/08/2009
——————————
Faito Doc Festival: domenica si saprà il vincitore.
Faito Doc Festival, sta per concludersi la terza edizione della rassegna internazionale di cinema documentario svoltasi presso il Monte Faito.
La manifestazione è stata organizzata dal Comune di Vico Equense, nell’ambito del progetto “Oceano Verde Faito” destinato al rilancio della montagna, e patrocinata dal Comune di Castellammare di Stabia.
“Il Faito Doc Festival è stato inserito all’interno di un progetto a cui da tempo sta lavorando l’Amministrazione – afferma Matteo De Simone, assessore al turismo – che mira alla valorizzazione della nostra meravigliosa montagna e che sta riscuotendo grande successo. Alle precedenti kermesse, Mediflorfestival e Expo Faito, c’è stata grande affluenza in termini di pubblico. Anche questa rassegna di cinema documentario ha rappresentato uno step importante nel percorso che stiamo costruendo ”.
Domani, sabato 1 agosto, i film in concorso che verranno proiettati presso il Parco Oceano Verde sono: The choir, ore 16,00, e Piotr Andrewski, voyageur intranquille, ore 19,45. Domenica 2 agosto, ore 19,00 si terrà la premiazione del vincitore, seguita dal concerto di Giacomo Laricca. Il documentario vincitore verrà, poi, trasmesso su Rai Sat Extra.
31 luglio 2009
—————-
Incontri al glicine
E’ dedicato al giornalismo il secondo appuntamento con “Incontri al Glicine” in programma domenica, 2 agosto, alle 21 sulla terrazza dell’hotel Aequa. Sul tema “Il G8 de L’Aquila: una grande prova mediatica” parleranno Cesare Protetti, redattore centrale dell’agenzia Apcom, e Stefano Polli, capo redattore centrale dell’Ansa e responsabile dell’area internazionale. Entrambi sono autori del volume “E’ l’Agenzia bellezza!” edito dal Centro di documentazione giornalistica. Durante la conversazione saranno illustrati i “segreti” del lavoro di copertura mediatica di un grande evento come quello tenutosi a L’Aquila che ha proiettato all’attenzione internazionale il capoluogo abruzzese. La serie degli incontri culturali promossa dalla direzione dell’albergo vicano in collaborazione con il Museo Mineralogico Campano è patrocinata dall’assessorato comunale alla cultura e si inquadra nel programma “Estate a Vico”.
31 luglio 2009
———————
Teatro Mio arriva in Belgio
Sarà uno spettacolo prodotto dall’associazione culturale Teatro Mio a rappresentare l’Italia al Festival Internazionale di Teatro Sperimentale, che si terrà a Marche en femenne – (Belgio) dal 30 Luglio al 7 Agosto. L’Associazione vicana presenterà per l’occasione, uno spettacolo scritto e diretto da Olimpia Alvino intitolato “Nemesis” e che è l’adattamento teatrale del famoso romanzo del Mastriani “Medea di porta Medina” .
Il prestigioso festival si svolge ogni anno e la selezione, operata dalla Uilt (Organizzazione Nazionale Italiana per il coordinamento del Teatro non professionistico) è veramente dura e capillare. Grande orgoglio quindi per la nostra città che grazie alla tenacia e alla professionalità di Teatro Mio farà parlare di se in una kermesse di così grande prestigio. “Non posso mancare di ringraziare, in questa occasione- dice Bruno Alvino, presidente Teatro Mio – il Comune di Vico Equense che ci ha sempre sostenuto e fatto quindi crescere al punto di essere capaci di raggiungere i risultati che nella fattispecie e in generale abbiamo raggiunto sul territorio”.
Vico Equense
31/07/2009 ———————————–
Anteprima domani sera al cinema Montil con il regista Antonio Capuano e il suo “Polvere di Napoli”.
Apertura festival mercoledì 29, ore 16.00, presso il Parco Oceano Verde, Monte Faito (Vico Equense)
Faito Doc Festival: al via la terza edizione della rassegna internazionale di cinema documentario che si svolge dal 28 luglio al 3 agosto presso il Monte Faito. La manifestazione è organizzata dal Comune di Vico Equense, nell’ambito del progetto “Oceano Verde Faito” che mira al rilancio della montagna, ed è patrocinata dal Comune di Castellammare di Stabia.
Domani sera martedì 28 luglio la prima tappa del Faito Doc Festival si terrà al cinema Montil di Castellammare dalle 19.30 in poi. Si parte con la proiezione dei due lavori che sono stati premiati nell’edizione 2008: “To die in Jerusalem” (Morire a Gerusalemme), produzione statunitense-israeliana, e la “Besa de Luce” (Oltre la legge del sangue), produzione franco-belga. Alle 22.00 appuntamento con il regista Antonio Capuano, presidente della giuria del festival, e il suo “Polvere di Napoli” documentario che, attraverso cinque episodi, racconta una città niente affatto folcloristica o banale, ma una metropoli decisamente ‘anormale’ grazie allo sguardo acuto, ironico e profondo dell’autore. Il regista Antonio Capuano incontrerà il pubblico.
Mercoledì 29, ore 16,00, si terrà la cerimonia di apertura a Monte Faito presso il parco Oceano Verde a cui parteciperanno le autorità locali e durante la quale verrà presentata la giuria composta da esperti del settore cinematografico. Il rinnovato patrocino della Rai, permetterà anche quest’anno al documentario vincitore di essere acquistato dal canale Raisat Extra.
Alle 18,00 si terrà la proiezione del primo documentario in gara, “Primavera in Kurdistan”, alle 20,00 “Diario di un curato di montagna”, alle 22,00 “Stretti al vento”.
“Si tratta della terza manifestazione prevista dal progetto ‘Oceano Verde Faito’ a cui sta lavorando l’Amministrazione – afferma Gennaro Cinque, sindaco di Vico Equense – e che sta riscuotendo grande successo. Alle precedenti kermesse c’è stata una grande affluenza in termini di pubblico e sono sicuro che anche il ‘Faito Doc Festival’ rappresenterà un ulteriore passo in avanti verso l’opera di rilancio e valorizzazione dell’area cui stiamo puntando”.
“Faito è un luogo bellissimo che sempre più deve essere tutelato e valorizzato- sottolinea il sindaco stabiese Salvatore Vozza- L’impegno delle istituzioni è volto a mettere in maggiore evidenza la straordinaria risorsa ambientale, paesaggistica e turistica rappresentata da questa montagna cara a tutti gli stabiesi e i vicani. In questo senso trovo molto positive le iniziative che il Comune di Vico Equense ha organizzato anche quest’anno per animare l’estate del Faito e richiamare visitatori. Sono contento che la prima tappa del Faito Doc Festival si tenga a Castellammare, a sottolineare come le due città siano legate nell’obiettivo comune di rilanciare la montagna”.
Le proiezioni seguiranno nei giorni successivi nel Parco Oceano Verde di Faito, allestito dal Comune di Vico Equense nell’area di fronte al Centro Sportivo. Il programma completo delle proiezioni è disponibile sul sito www.faitodocfestival.it.
Durante i giorni del festival, la funivia prolunga il suo regolare orario di esercizio (fino alle 22.00), rendendo possibile il regolare svolgimento degli eventi festivalieri.
Lunedì 3 agosto, alle ore 20.00, presso il cinema Teatro Mio di Vico Equense ci sarà la proiezione dei film vincitori dell’edizione di quest’anno.

Il legame della città di Castellammare di Stabia con il Faito è rappresentato anche dalla Funivia che collega in pochi minuti la città con il monte.
Due gli appuntamenti, all’interno della rassegna, che raccontano questo rapporto. “Appesi al filo” è il titolo della Mostra di scatti fotografici sulla Funivia realizzati da Aldo Cinque, ex dipendente Circumvesuviana, e fotografo per passione – gentilmente concessi dall’Azienda – per un viaggio a colori e in bianco e nero lungo “il filo” della funivia, con scorci e prospettive a volte difficili anche solo da immaginare. All’interno di un più ampio progetto che vede Circumvesuviana promuovere il cinema e il territorio, il 1° agosto verrà presentato, all’interno del programma del Festival, CORTO in FUNIVIA, un concorso di cinema rivolto a tutta la cittadinanza e alle scuole che darà la possibilità di cimentarsi nella realizzazione di un cortometraggio di 8 minuti (il tempo di una corsa) interamente ambientato in funivia con soggetto e stile completamente liberi. Al regista David Barra, amico del Monte Faito e del Festival, l’onore di lanciare il concorso con la realizzazione di un cortometraggio pilota.

Scheda biografica di Antonio Capuano
Scenografo, pittore, autore e regista teatrale, televisivo e cinematografico, Antonio Capuano è anche titolare della cattedra di Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli, città dove è nato nel 1940 e dove ancora vive e lavora, contribuendo con la sua originalità a dare nuovi impulsi al panorama artistico vesuviano. Il suo esordio nel mondo del cinema, dopo le esperienze in teatro e alla tv, risale al 1991 quando dirige “Vito e gli Altri”. Dopo aver partecipato nel 1994 al film collettivo “L’Unico Paese al Mondo”, Capuano dirige nel 1996 il suo secondo lungometraggio, “Pianese Nunzio 14 anni a Maggio”, accolto alla Mostra del Cinema di Venezia, vincendo anche il premio N.I.C.E.-USA. Nel 1997 dirige un episodio del film “I Vesuviani” e l’anno successivo presenta a Locarno “Polvere di Napoli”, a metà tra l’omaggio e la parodia del celebre “L’oro di Napoli” diretto da Vittorio De Sica. Nel 2001 Capuano torna al Lido di Venezia per presentare “Luna Rossa”, spietato affresco della famiglia Cammararo e delle dure leggi della camorra. Il suo ritorno al cinema è segnato da “La Guerra di Mario”, una pellicola dura e profonda, uno sguardo lucido sulla difficile realtà di una società allo sbando, spaccata da crisi interiori e divisa da aspre inquietudini.
Vico Equense
27/07/2009
Ilenia De Rosa
Addetto Stampa Comune di Vico Equense
Ufficio:081/8019220
Cellulare:338/3283418
E-mail: ufficiostampa@cittadivicoequense.it
Sito: www.cittadivicoequense.it
Alessandra Staiano
Addetto stampa Comune di Castellammare di Stabia
Ufficio: 081/3900208

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.