Quisisana Festival Grande Evento della Regione Campania

Alain Meunier,(nella foto), erede della prestigiosa scuola violoncellistica francese, protagonista domani 20 luglio del terzo appuntamento del “Quisisana Festival 2007”

Castellammare di Stabia (Na) 19 luglio 2007. Francese, classe 1942. Segni particolari: virtuoso delle sette note. Questa la “carta d’identità” di Alain Meunier, uno degli eredi della prestigiosa scuola violoncellistica d’Oltralpe, protagonista del terzo appuntamento firmato “Quisisana Festival 2007”: raffinata rassegna di musica classica ambientata nel Parco della Reggia di Quisisana a Castellammare di Stabia.

Dopo i sold out registrati dall’artista bulgaro Moni Ovadia e dal pianista siciliano Giuseppe La Licata, domani venerdì 20 luglio, toccherà al grande musicista francese e al suo Quintetto movimentare il nuovo rendez-vous del Festival diretto da Maria Libera Cerchia, da quest’anno, entrato a far parte dei Grandi Eventi della Regione Campania. La rassegna, che gode del sostegno dell’Assessorato Regionale al Turismo guidato da Marco Di Lello, è organizzata dall’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Castellammare di Stabia amministrata da Annamaria Boniello, con il Comune della città stabiese retto dal sindaco Salvatore Vozza e con l’Assessorato al Turismo e alla Cultura guidato da Massimo De Angelis, e vede come location i giardini della suggestiva dimora estiva dei Borboni, oggetto di recente di un attento restauro.

In scaletta, per l’occasione, ben due eventi, che vedranno i riflettori puntati sull’ “eclettico” Meunier.

Momento clou della serata, il concerto dal titolo “Notti di musica d’insieme”, che prenderà il via alle 21. Sul palco con Alain Meunier anche Alberto Maria Ruta e Rossella Bertucci al violino, Antonello Farulli alla viola e Antonello Cannavale al pianoforte. In programma, il “Quintetto in fa min. op. 34” di Brahms e il “Quintetto in mi bem. Magg. op. 44” di Schumann.

Aprirà la serata, invece, a partire dalle 19.30, “Profumo di musicista”. Un incontro sui generis, che vedrà il violoncellista francese raccontare al pubblico gli esordi di carriera, il feeling con l’Italia e gli incontri significativi della sua vita, tra cui quello con la creatrice della raffinata “Maison” di alta profumeria Annick Goutal, conosciuta all’età di quindici anni al Conservatorio di Parigi e ritrovata vent’anni dopo per diventare sua moglie. Per l’occasione, l’artista racconterà, tra l’altro, come sono nate le essenze più esclusive della Maison, che si potranno anche “provare” dal vivo nell’apposito corner allestito nei giardini della Reggia. Fresche note agrumate, che durante il concerto si fonderanno grazie a particolari brucia-essenze, con quelle musicali scandite dal magico violoncello di Meunier.

Tutti i concerti della rassegna sono a ingresso gratuito. Gli inviti sono disponibili fino ad esaurimento posti presso l’Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo in piazza Matteotti a Castellammare di Stabia.
Per informazioni 081 8711334

Nota bene: per ragioni organizzative i giornalisti che vorranno accreditarsi per lo spettacolo di domani 20 luglio dovranno inviare un’e-mail di conferma con nome, cognome, cellulare e testata entro le 18 di oggi giovedì 19 luglio.

Le immagini sono scaricabili da questo link:

http://it.pg.photos.yahoo.com/ph/robertorace/album?.dir=/e80fre2&.src=ph&.tok=phIn_5GB2s.ZN6A1

Per ulteriori informazioni e immagini:
Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Castellammare di Stabia
Ufficio stampa:
press@stabiatourism.it
Roberto Race
3470885233 – 3339064533
Annalisa Palmieri
3495458714

Di seguito il programma, il curriculum di Meunier ed alcuni siti utili:

Quisisana Festival 2007
20 luglio 2007
“NOTTI DI MUSICA D’INSIEME”
ALAIN MEUNIER, violoncello
ALBERTO MARIA RUTA, violino
ROSSELLA BERTUCCI, violino
ANTONELLO FARULLI, viola
ANTONELLO CANNAVALE, pianoforte

1 agosto 2007
ORCHESTRA DA CAMERA DELLA CAMPANIA
LAURA DE FUSCO, pianoforte
LUIGI PIOVANO, direttore

3 agosto 2007
Solisti & Coro del
PHILHARMONIA CHORUS di Londra in:
“CARMINA BURANA” di Carl Orff
Jan Latham-König, direttore

Curriculum di Alain Meunier:
Se qualcuno potesse riassumere in una sola parola Alain Meunier, uno degli ultimi veri eredi della prestigiosa scuola violoncellistica francese (Gendron, Navarra, Fournier, Tortelier), lo si potrebbe definire “eclettico”. Alain Meunier è all’apogeo della sua maturità artistica, musicista fin nel profondo della sua anima, generoso, delicato, un vero cultore delle discipline umanistiche e con una grande apertura mentale.
Appassionato difensore dei compositori contemporanei, si destreggia con abilità nel repertorio classico e romantico. Uno schietto interesse per la musica da camera lo ha portato ad esibirsi nelle più prestigiose sale da concerto d’Europa. E’ ospite abituale nei più importanti festival musicali francesi, come anche a Marlboro e Sarasota (USA) e al Festival Internazionale di Musica di Napoli (Italia).
Fra le sue numerose incisioni discografiche si segnalano il Trio op.11 di Beethoven, realizzata con Rudolf Serkin (pianoforte) e Richard Stoltzman (clarinetto), le Sonate per violoncello e pianoforte di Debussy, di Hindemith e di Malipiero, il “Quatuor pour la fin du temps” di Messiaen e le Sonate a quattro di Rossini .
Recentemente ha registrato le Suites per violoncello solo di Bach, che hanno ricevuto ottime recensioni dalla stampa specializzata.
Compactdisc Magazine: “La densità dello schietto approccio di Alain Meunier, la sobrietà del suo stile, la ricchezza e la purezza della sua esecuzione dimostrano la massima dimensione dell’espressività e della nobiltà seduttrice. L’atmosfera brillante e riflessiva è estremamente percepibile.”
Le Monde de la Musique: “Alain Meunier ci ha regalato un’interpretazione d’incanto delle Suites per Violoncello solo di Bach, facendoci percepire uno spirito colto, un rigore costruttivo e un’esaltazione meditativa ereditata dalla grande tradizione esecutiva di Casals e Tortelier”.
Repertoire: “Parlando di J.S. Bach, la cosa più sorprendente senza alcun dubbio è venuta dalla registrazione di Alain Meunier delle Suites per Violoncello Solo, eseguite come se fosse stato seduto su una nuvola”.
Alain Meunier (1942) si è diplomato presso il Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi e ha vinto quattro primi premi, in violoncello, piccolo complesso orchestrale, musica da camera, estetica musicale. Insegna Musica da Camera al Conservatorio di Parigi e tiene numerosi masterclass negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone. Dal 1964 Alain Meunier è stato prima allievo e poi docente per 39 anni all’Accademia Chigiana di Siena. Fa parte del Trio Europa, assieme a Pavel Vernikov (violino) e Christian Ivaldi (pianoforte).
Alain Meunier è il direttore artistico del Concorso Internazionale per Quartetto d’archi di Bordeaux e delle Serate Internazionali di Musica d’Insieme organizzate dall’Ass. Alessandro Scarlatti di Napoli a Villa Pignatelli, considerato un vero e proprio polo musicale unico nel suo genere, dove si incontrano musicisti di diverse nazionalità che “montano” brani di musica da camera durante le “prove aperte al pubblico”.

Siti utili:
Azienda di Cura, Soggiorno e Turismo di Castellammare di Stabia Ufficio stampa:
www.stabiatourism.it
Sulla Reggia:
www.comune.castellammare-di-stabia.napoli.it/progetti /palazzo_reale.asp

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.