Associazione FILOS o.n.l.u.s.
Info: 329 1483746 – 349 3199034

Venerdì 19 maggio ’06, a Casapesenna s’inaugura “La Perla”:
Comunità Educativa per i Minori

Ospitare fino a circa otto minori in età 6-18 anni, che si trovano in stato di abbandono o di incuria. Questa la mission de “La Perla”: Comunità Educativa per i Minori che sarà inaugurata venerdì 19 maggio ’06, alle ore 18, a Casapesenna. Un’iniziativa di grande valenza sociale ideata e concretizzata dall’Associazione “Filos” e per essa da Maria Pellino, Adriana Dell’Amico, Carmela Tessitore, rispettivamente presidente, responsabile e coordinatrice dell’equipe della Comunità collocata in una struttura di due piani in Via Chiesa 44. Il piano terra è diviso in cucina, salone e sala da pranzo. II primo piano e diviso in tre camere da letto per i minori ciascuna con propri servizi igienici e da una camera per gli educatori residenti. La struttura è immersa nel verde, circondata dal giardino.
“Obiettivo del servizio – precisa Dell’Amico – è quello di favorire la crescita e lo sviluppo psicologico e sociale di ogni bambino, per permettergli in seguito di ritornare a casa con i genitori e i parenti, o di inserirsi in un diverso ambiente familiare (affido, adozione). I piccoli ospiti sono accolti per il tempo strettamente necessario ad attuare il Progetto educativo individuale”. Per accedere alla struttura residenziale, i minori che vivono situazioni tali da pregiudicare la loro crescita, devono essere segnalati dai servizi sociali in molto casi d’intesa con il giudice minorile. “Il Coordinatore educativo – dichiara Carmela Tessitore – espone il caso del minore all’equipe educativa e poi il minore viene presentato alla Comunità.II suo inserimento nel gruppo dei bambini avviene nel rispetto di tutti, effettuando modifiche e adattamenti, in rapporto alle necessità. La frequenza e le modalità delle visite dei parenti (quando sono previste) vengono stabilite dagli educatori, insieme all’ente che ha segnalato il bambino. La programmazione delle visite tiene conto del progetto educativo generale e degli aspetti organizzativi della casa di accoglienza”. “Ogni minore – aggiunge Maria Pellino – ha bisogno di vivere in uno spazio accogliente e ricco d’affetto. Gli educatori cercano di favorire l’inserimento del minore in Comunità predisponendo l’ambiente e gli spazi secondo l’età del minore e personalizzando gli arredi e il vestiario stabilendo un rapporto affettivo intenso, che dia al piccolo sicurezza e scacci le sue paure favorendo la relazione con gli altri bambini”. La Comunità “La Perla” si pone dunque come una straordinaria esperienza di crescita individuale e collettiva, includendo importanti servizi per l’infanzia. La struttura opera in rete con istituzioni sanitarie, sociali, scolastiche e con diverse associazioni di volontariato promuovendo molte esperienze esterne, volte a stimolare i piccoli sui piano affettivo, cognitivo e sociale. I minori possono cosi frequentare spazi-gioco e partecipare a gite ed escursioni. Alla cerimonia inaugurale è prevista la presenza di diversi soggetti istituzionali tra cui il sindaco di Casapesenna Fortunato Zagaria.
Elpidio Iorio [elpidioiorio@libero.it]

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.