UIL RUA: QUELLA DEI PRECARI DEL CNR È STORIA DI ORDINARIA INGIUSTIZIA CHE VA RISOLTA SUBITO

“Quella che stanno vivendo i precari del CNR è una storia di ordinaria ingiustizia che va risolta immediatamente: pena la paralisi del più grande Ente Pubblico di Ricerca del nostro Paese”. Lo ha dichiarato la Segretaria Generale della UIL RUA Sonia Ostrica che oggi ha partecipato al presidio dei sindacati questa mattina in Piazzale Aldo Moro.
“Da tempo chiediamo – inascoltati – un intervento per risolvere una situazione incancrenita e che non è più sopportabile. La mancata stabilizzazione dei precari degli Enti Pubblici di Ricerca e la mancanza di risorse ordinarie adeguate per la ricerca pubblica sono il primo passo verso un processo inarrestabile di silenzioso e colpevole smantellamento della ricerca pubblica – conclude Sonia Ostrica -. Se non saranno rese disponibili le risorse necessarie (dagli Enti che possono stabilizzare) e conferiti nuovi finanziamenti (a quelli che non possono farlo), per la ricerca pubblica anche la legge Madia rischia di restare solo inchiostro sulla carta”.
Roma, 20 giugno 2017
UIL RICERCA UNIVERSITÀ AFAM – UFFICIO STAMPA
Via Umbria, 15 – 00187 Roma
Tel. 064870125 – Fax 0687459039 – Cel. 342 8508547
Web – Mail – Facebook – Twitter

Categorie: Attualità

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.