Parte campagna europea informazione su diritti passeggeri

Quali sono i diritti dei viaggiatori europei? Sono molte le persone che si accingono a partire per le vacanze estive e per assisterle la Commissione europea ha lanciato una campagna informativa a livello europeo, in 23 lingue, sui diritti di chi si sposta in treno o in aereo. Non tutti i passeggeri sono ben informati sulle misure prese a livello europeo negli ultimi anni a loro favore in caso di problemi. Da oggi, negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie verranno affissi dei manifesti che ricordano ai viaggiatori i loro diritti. A disposizione ci saranno anche opuscoli gratuiti e un sito internet appositamente concepito.

Il vicepresidente della Commissione Siim Kallas, responsabile per i trasporti, ha dichiarato: “Mentre milioni di europei si preparano a partire per una ben meritata vacanza estiva, vogliamo facilitare il più possibile i loro spostamenti, informandoli sui loro diritti e come poterli fare valere in caso di necessità. Le informazioni non sono mai troppe.”.

La campagna “I diritti del passeggero a portata di mano” ha il suo sito Internet: http://ec.europa.eu/passenger-rights, suddiviso per modalità di trasporto. I diritti del passeggero stabiliscono a cosa si ha diritto qualora sorgano dei problemi durante il viaggio, ad esempio in caso di ritardo o di cancellazione di un volo o in caso di smarrimento o danneggiamento dei bagagli. Viene inoltre garantito lo stesso trattamento a persone disabili o a mobilità ridotta.

La Commissione sta attualmente lavorando per estendere i diritti dei passeggeri ad altre modalità di trasporto, oltre a treno e aereo. In particolare, sono state avviate proposte per i passeggeri del trasporto marittimo o fluviale e per quanti viaggiano in pullman. In funzione degli ulteriori sviluppi a livello legislativo al Parlamento europeo e al Consiglio, queste proposte potrebbero essere adottate già entro quest’anno. La campagna in atto, che terrà conto in tempo reale di tutti questi aggiornamenti, avrà una durata di due anni.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.