UNIONE EUROPEA
Firma Roaming: Losco (DL – Margherita) oggi è un giorno importante. Dal 30 giugno dovremo vigilare affinché le imprese attuino il regolamento ed informino gli utenti sulle nuove “eurotariffe”.
Dichiarazione del deputato europeo di DL – Margherita Andrea Losco, relatore per la Commissione economica monetaria del Parlamento europeo del regolamento europeo che porterá le tariffe roaming ad una riduzione di oltre il 50% del costo delle telefonate.
“Con la firma apposta oggi a Bruxelles a margine della sessione plenaria, dal Presidente del Parlamento Europeo Hans-Gert Pöttering e dal Cancelliere tedesco Angela Merkel, all’accordo sul Roaming inizia una nuova era per la telefonia in Europa. Il 30 giugno sarà infatti un giorno importante per i cittadini dell’Unione europea, dal momento che il nuovo regolamento europeo sul roaming entrerà in vigore nei 27 Stati membri dell’UE.
Quest’estate usare il telefonino all’estero sarà molto meno caro grazie soprattutto alla tenacia con la quale il Parlamento europeo ha portato a casa questo importante risultato per le tasche di milioni di cittadini europei. Dal 1 luglio però, dovremo vigilare affinché le aziende di telefonia attuino il regolamento ed informino gli utenti sulle nuove eurotariffe.”
Per ulteriori informazioni e foto:
www.andrealosco.it
Ufficio stampa:
3470885233 – 3339064533
da: Andrea Losco Ufficio stampa [andrealoscostampa@gmail.com]

RIFIUTI, MONTEMARANO: “NESSUN RISCHIO DI MALATTIE INFETTIVE”
MONITORAGGIO COSTANTE DELL’OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO REGIONALE
“Allo stato attuale non trovano alcun riscontro oggettivo gli allarmi sollevati, da più parti, che paventano il rischio d’insorgenza di malattie infettive (in particolare, tifo, colera, epatite) legate alla emergenza rifiuti in Campania”. Così l’assessore regionale alla Sanità Angelo Montemarano, a proposito dei rischi sanitari relativi all’emergenza rifiuti in Campania. “E’ quanto emerge – prosegue Montemarano – dal monitoraggio costante effettuato da diversi anni dal l’Osservatorio epidemiologico regionale per rilevare l’incidenza dell’inquinamento ambientale sulla salute dei cittadini. Si tratta di un’attività prevista dai piani di bonifica per i siti di interesse nazionale, che riguarda soprattutto le aree dove sono più frequenti i fenomeni di rilascio incontrollato di rifiuti (Litorale Domitio in provincia di Caserta e area nord-est della provincia di Napoli). L’attività di monitoraggio dell’ osservatorio – ricorda Montemarano – si svolge anche attraverso collaborazioni con enti internazionali, attraverso l’uso dei principali dati sanitari e dei principali indicatori di salute delle popolazioni interessate. Gli esperti sottolineano che la presenza di rifiuti solidi nei centri abitati e nelle periferie, pur rappresentando un indice di degrado da eliminare con il contributo di tutte le competenti istituzioni, non può essere in alcun modo correlabile alla presenza e diffusione di epatite virale A o di altre malattie infettive”.
Per quanto concerne gli aspetti della prevenzione, Montemarano sottolinea che “essendo l’epatite A (lo stesso vale per il tifo ed il colera) una malattia a trasmissione fecale-orale, il principale veicolo di infezione è quello alimentare. Pertanto le misure idonee da adottare per non contrarre l’infezione sono riconducibili all’osservanza di alcune norme igieniche riguardanti, in particolare, i frutti di mare, quali: l’acquisto solo presso commercianti autorizzati (da evitare assolutamente gli ambulanti); la conservazione da parte dei venditori in apposite confezioni a rete in cui sia leggibile il certificato che ne garantisce l’avvenuta depurazione; il divieto assoluto della pratica del rinfresco; infine il consumo esclusivamente dopo cottura.
L’Assessorato alla Sanità sta mantenendo un costante livello di attenzione sui fenomeni in questione anche attraverso un potenziamento dei controlli sollecitato ed ottenuto da tutti i dipartimenti di prevenzione delle Asl campane” ha concluso l’assessore regionale.
PIANO ARIA, ASSESSORE NOCERA: “SODDISFATTO PER APPROVAZIONE DA PARTE DEL CONSIGLIO REGIONALE. IL PIANO TERRÀ CONTO DELLA SITUAZIONE DERIVANTE DA RIFIUTI IN STRADA E ROGHI”. L’Assessore alle Politiche ambientali della Regione Campania Luigi Nocera ha espresso viva soddisfazione per l’approvazione, da parte del Consiglio regionale, del Piano della qualità dell’aria. “Il Piano – ha dichiarato l’Assessore nel dibattito in Aula – è stato concepito come uno strumento dinamico, partecipato, verificabile quotidianamente, e potrà essere adeguato in funzione dell’efficacia delle azioni messe in atto. E’ chiaro – ha aggiunto l’Assessore Nocera – che tutte le misure di risanamento previste terranno conto delle situazioni di inquinamento che di volta in volta si manifesteranno sul territorio, a cominciare dalla mutata condizione dovuta ai rifiuti in strada e ai roghi che si sono sviluppati nelle ultime ore.“Con la sua approvazione – ha concluso l’Assessore Nocera – si passa alla fase più delicata. Occorre ora che le “autorità competenti” provvedano a porre in essere le misure pianificate previa redazione di “programmi” di intervento, con tempi e modalità di attuazione; che vengano individuate le necessarie risorse finanziarie, sia nazionali che comunitarie, in aggiunta a quelle regionali; che infine si provveda a monitorare l’attuazione e l’efficacia del piano stesso proponendo, laddove necessarie, eventuali rimodulazioni tecniche in funzione dei risultati conseguiti”.
INCONTRO IN REGIONE SULLA DISCARICA RESIT DI GIUGLIANO
I problemi connessi alla discarica Resit, in località Scafarea in Giugliano, interessata al momento da un grave incendio, sono stati al centro di un incontro svoltosi presso la Presidenza della Regione Campania, presenti, tra gli altri, il Capo della Segreteria Politica della Presidenza Gianfranco Nappi, il Sub Commissario alle Bonifiche Arcangelo Cesarano, il Commissario del Consorzio NA3 Francesco Forleo, cui è affidata la discarica.
Il Sub Commissario ha comunicato che l’intervento di messa in sicurezza permanente della discarica Resit è inserito in un programma più vasto che interesserà altre dieci discariche collocate all’interno del Sito di interesse nazionale Litorale Domitio Flegreo ed Agro Aversano.
L’ ARPAC avvierà immediatamente le attività di caratterizzazione dei siti, a partire dalla discarica Resit, per le misure di messa in sicurezza e di eventuale bonifica da realizzare.
In particolare per la discarica Resit, a breve saranno definiti le eventuali ulteriori indagini che completeranno il quadro conoscitivo della situazione del sito di discarica e della falda sottostante, consentendo in tal modo la definizione del progetto per la sistemazione finale.
I lavori dovrebbero durare all’incirca un anno a partire dall’affidamento.
CASCETTA SUI DISSERVIZI NEI COLLEGAMENTI AEREI DI ALPI EAGLES E FERROVIARI DI CIRCUMVESUVIANA: ACCERTARE SUBITO LE RESPONSABILITA’
In merito ad alcuni disservizi nei collegamenti aerei verificatisi negli ultimi mesi – tra i quali in particolare quelli relativi alla cancellazione del volo Alpi Eagles Catania-Napoli della scorsa settimana – l’Assessore regionale ai Trasporti, Ennio Cascetta, ha inviato una lettera al Capo Dipartimento della Navigazione Marittima Aerea del Ministero dei Trasporti, Silvio Di Virgilio, al Direttore Generale dell’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile), Silvano Manera, e all’Amministratore Delegato della Gesac, (società di gestione dell’Aeroporto di Napoli-Capodichino), Mauro Pollio.
Nella missiva Cascetta esprime vibrata protesta “per i ripetuti disservizi che da tempo si verificano nei collegamenti da e per Napoli da parte della società ALPI EAGLES. A riguardo si invita ad effettuare ogni necessaria verifica e ad assumere ogni opportuno provvedimento”.
L’Assessore Cascetta ha poi inviato un’altra lettera all’Amministratore dell’Eav (Ente Autonomo Volturno, holding regionale dei trasporti), Alessandro Rizzardi e all’Amministratore unico della Circumvesuviana, Fernando Origo, nella quale chiede di avviare subito un’inchiesta interna per accertare i motivi dei gravi disservizi verificatisi il 26 giugno scorso nei collegamenti regionali, associandosi all’iniziativa del Presidente Bassolino che ieri aveva sollecitato lo stesso Origo a presentare subito un esposto alla Procura e la Presidenza dell’Inps ad avviare immediatamente tutti gli accertamenti medico-fiscali necessari a verificare la singolare epidemia che avrebbe colpito i 25 addetti alla sala di controllo.

IL TELESCOPIO VST IN VIAGGIO PER IL CILE – ARMATO: “ LA CAMPANIA PROTAGONISTA NELLO SVILUPPO DEL SITO ASTRONOMICO PIÙ PRESTIGIOSO DEL MONDO”
E’ partita in queste ore da Salerno la nave portacontainer che porterà ad Antofagasta, il porto nei pressi del sito astronomico di Cerro Paranal in Cile, il VLT Survey Telescope (VST), progettato e realizzato a Napoli dall’Osservatorio Astronomico di Capodimonte dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.
Dopo la lunga fase di test presso la Mecsud di Scafati, dove era stato pre-assemblato, il VST ha cominciato il suo viaggio di 35 giorni alla volta del Cile. Sarà installato presso l’osservatorio situato a quota 2650 m. sulle Ande, uno degli insediamenti astronomici più importanti del mondo, dove sono già state consegnate le parti ottiche costruite a Mosca. A partire dalla metà del prossimo anno il telescopio svolgerà un’incessante esplorazione del cielo profondo nella luce visibile, una tipologia di ricerca per la quale il VST è oggi il più grande telescopio in funzione.
L’impresa, molto impegnativa, è stata ideata e diretta dal prof. Massimo Capaccioli ed è il frutto del lavoro di giovani ingegneri e tecnici provenienti soprattutto dal Mezzogiorno.
Il progetto è stato finanziato dalla Regione Campania, dal CIPE e dal Ministero della Ricerca per un totale di 11 milioni di euro.
“Il lavoro svolto in questi anni dai ricercatori, dai tecnici e dalle imprese campane – ha sottolineato l’Assessore regionale alla Ricerca Teresa Armato – ha dato alla nostra Regione un ruolo da protagonista nello sviluppo del sito astronomico più prestigioso del mondo. Insieme al Presidente Bassolino abbiamo sostenuto e seguito il progetto, garantendo la dotazione di risorse necessarie a superare le fasi più critiche. Ora ci avviciniamo all’entrata in funzione del telescopio con soddisfazione e con la massima attenzione per gli importanti risultati che verranno dall’utilizzo di queste attrezzature d’avanguardia.”

REGIONE CAMPANIA. COMUNICATI UFFICIO STAMPA DEL 27 GIUGNO 2007


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.