MANI LIBERE ITALIA – LA PRIMA ORGANIZZAZIONE DI TERZO SETTORE AD ADERIRE ALLA “CARTA DELLA RAPPRESENTANZA”

In una nota: “il Segretario Generale si auspica, in relazione agli ultimi tristi accadimenti che hanno interessato la città di Napoli, che in un futuro prossimo venturo anche le Istituzioni Politiche possano adottare un documento similare alla Carta della Rappresentanza che restituisca dignità alla Politica ed in conseguenza al fare Civile e Sociale”

In concomitanza con la presentazione ufficiale, tenutasi a Roma ieri 18 Dicembre presso la Sede Unicef, della Carta della Rappresentanza, che si propone di favorire i rapporti tra il volontariato, il terzo settore e la pubblica amministrazione ed è predisposta per tutelare dignità, visibilità, competenze delle singole organizzazioni e delle reti che le comprendono, a Napoli si riuniva il Consiglio Direttivo dell’organizzazione Mani Libere Italia che all’unanimità votava favorevolmente per l’adesione sia come Firmatari che come Diffusori della Carta e dei suoi Valori. Oggi 19 Dicembre è giunta alla Segreteria Nazionale di Mani Libere la comunicazione che la stessa risulta essere il primo soggetto di 3° Settore, oltre ovviamente ai soggetti che l’hanno promossa e sostenuta (Celivo -Centro Servizi del Volontariato della provincia di Genova – Forum del Terzo Settore di Genova e della Liguria, CSVnet – Coordinamento nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato – Consulta Nazionale del Volontariato presso il Forum del Terzo Settore e Convol – Conferenza Permanente Presidenti Associazioni e Federazioni Nazionali di Volontariato), ad avere sottoscritto la Carta della Rappresentanza. In una breve nota la segreteria generale dell’organizzazione nella persona del Segretario Generale dott. Alfonso Gentile ha sottolineato che – La Carta della Rappresentanza viene ad essere un modo concreto per supportare le organizzazioni non-profit a costruire o rafforzare forme e luoghi di rappresentanza efficaci e autodeterminati, così come richiesto dall’attuale contesto delle relazioni sociali e istituzionali.

Un documento per contrastare improprie interferenze all’autonomia e alla pluralità della società civile, in una logica di sussidiarietà e in vista del bene comune. – ha inoltre espresso – gioia nell’apprendere che l’ODV Mani Libere Italia, da tempo impegnata nella ricerca di una codificazione dei Valori e Principi propri del Volontariato e più in generale del Terzo Settore, è stata la prima ad aderire all’ iniziativa, fondendo così il percorso individuale che aveva visto la realizzazione di un Codice Etico con il più generale percorso comune tra i quali ringrazia con particolare attenzione Marco Granelli Presidente di CSVnet, il Giorgio Licheri Presidente Convol, Stefano Tabò Presidente Celivo, Valerio Balzini Presidente Forum Ligure del Terzo Settore, Luigi Bulleri Presidente della Consulta del Volontariato presso il Forum del Terzo Settore Andrea Oliveri, cui vanno i migliori auguri per la nomina di Presidente del Forum del Terzo Settor e quanti si siano impegnati in questo percorso nell’interesse generale – Infine, Gentile – si è auspicato, in relazione agli ultimi tristi accadimenti che hanno interessato la città di Napoli, che in un futuro prossimo venturo anche le Istituzioni Politiche possano adottare un documento similare alla Carta della Rappresentanza che restituisca dignità alla Politica ed in conseguenza al fare Civile e Sociale. –
Napoli lì 19/12/2008

da: ucamattiucci@gmail.com;
per conto di:
Segretario Generale ODV Mani Libere
[manilibere@gmail.com]
Ufficio Stampa
MLI – 320/3826042


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.