Sono trascorsi 40 anni dal devastante terremoto che mise in ginocchio il Sud Italia sconvolgendo in particolare la Campania e la Basilicata. Alle 19:34 del 23 novembre 1980 una scossa fortissima di magnitudo 6.9 con epicentro tra i comuni di Teora, Castelnuovo di Conza e Conza della Campania provocò 2.914 vittime, 280 mila sfollati e 8.848 feriti.

Per ricordare questo tragico anniversario, per far luce su cosa è stato fatto e cosa abbiamo imparato a distanza di quattro decenni, il Consiglio Nazionale dei Geologi organizza, in collaborazione con AIGA e AIGeo, il webinar “Eredità ed esperienze a 40 anni dal terremoto irpino-lucano” che si svolgerà giovedì 19 novembre 2020 dalle ore 10 alle 13.30 in modalità esclusivamente digitale sulla piattaforma web Zoom. L’incontro sarà moderato dalla giornalista del TG3 Patrizia Senatore.

Il terremoto irpino-lucano, considerato il sisma più violento dal dopoguerra ad oggi, mise in luce varie problematiche tra cui la fragilità e la fatiscenza del patrimonio edilizio italiano, l’enorme ritardo nei soccorsi e l’urgenza della realizzazione della moderna Protezione civile, il cui padre fondatore, Giuseppe Zamberletti, nominato Commissario straordinario a seguito della tragedia dell’Irpinia, è scomparso il 26 gennaio  dell’anno scorso. Proprio da questo sisma è partito l’iter amministrativo dell’istituzione del Dipartimento della Protezione civile.

Al webinar parteciperà Salvatore Margiotta, Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; inoltre sono stati invitati il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e della Regione Basilicata Vito Bardi. All’evento saranno presenti autorevoli relatori che si confronteranno e faranno il punto sul tema della sismicità e del rischio sismico nel nostro Paese. Per partecipare e iscriversi è sufficiente cliccare qui e agli iscritti sarà inviato un link di collegamento al convegno.

Clicca qui per il Programma del Webinar


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *