Bassolino dal Cile telefona a Brancaccio. Ritorna il sereno nei Ds
E’ stato il Governatore Antonio Bassolino a riportare il sereno in casa dei Democratici di Sinistra. Dopo una telefonata con il segretario della presidenza del consiglio, Angelo Brancaccio, ha fatto sapere che verrà personalmente a Caserta per affrontare la diatriba che si è aperta con la Unione regionale, in seguito al passaggio del sindaco di Sant’Arpino dalla Margherita ai DS. Bassolino ritiene centrale la figura di Brancaccio per il partito casertano e campano per questa ragione ha voluto personalmente chiarire la sua posizione con l’ex sindaco di Orta di Atella prima del suo ritorno in Italia dal viaggio in America Latina. Tra i due c’è stata una lunga conversazione telefonica nel corso della quale sono stati limati alcuni punti di contrasto che avevano portato il consigliere Brancaccio, eletto al consiglio regionale con circa 20 mila preferenze, a sospendersi dal partito della Quercia. “Dopo l’incontro con i segretario regionale Nappi, quella del presidente Bassolino – dichiara Brancaccio – è stata una telefonata che ho molto apprezzato per i toni e le parole di profonda stima che ha rivolto alla mia persona. Ho raccolto il suo appello a lavorare per il successo del centrosinistra e quindi dei Democratici di Sinistra. Mi ha assicurato che al suo ritorno, verrà ad incontrare i dirigenti del partito casertano, la stampa e le televisioni locali, per sancire una vicinanza reale che mette a tacere le strumentalizzazioni di questi ultimi giorni”. La telefonata del governatore è arrivata al consigliere Brancaccio nel corso della visita di quest’ultimo al comitato elettorale di Gianfranco Alois, candidato alle primarie amministrative della Città di Caserta, per attestare la sua vicinanza all’ex assessore regionale. All’incontro erano presenti sia il segretario regionale, Gianfranco Nappi, che quello provinciale Ubaldo Greco. “Gianfranco Alois – ha sottolineato Brancaccio – rappresenta sicuramente un elemento di svolta nella vita amministrativa del capoluogo. Con lui si può finalmente conquistare la guida del comune di Caserta e con l’intera coalizione assicurare un progetto di autentico sviluppo adeguato alle esigenze dei cittadini casertani”. Intanto per lunedì è fissata una riunione a Sant’Arpino con i dirigenti locali del partito, a cui prenderanno parte gli stessi Nappi, Greco e Brancaccio al fine di investire la sezione del comune atellano di seguire la vicenda relativa alla richiesta di tesseramento da parte del sindaco di Sant’Arpino.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.