SORRENTO OSPITA IL GRANDE JAZZ
(31 agosto – 4 settembre)

Dal 31 agosto al 4 settembre è grande jazz a Sorrento
Tullio De Piscopo: «Il mio festival sarà all’insegna della novità».
Ritorna il grande jazz a Sorrento. Dal 31 agosto al 4 settembre, il Chiostro di S. Francesco e il Circolo dei Forestieri ospiteranno la IX edizione di Sorrento Jazz.
L’inizio del festival sarà annunciato il 31 agosto dalla street band “’A paranza do’ Lione” che a partire dalle 19.00 percorrerà le strade di Sorrento suonando gli strumenti della tradizione popolare campana. Alle 20.30 la rassegna avrà ufficialmente l’inizio con l’esibizione al Chiostro di S. Francesco di The Mammolights Jazz Quintet, giovane formazione allestita nel 2007 dal batterista Matteo Mammoliti, cui seguirà nella stessa sera il concerto di Saba Anglana, cantante che vive in Italia dall’età di cinque anni e che si è imposta al grande pubblico con l’album da solista “Jidka”, cantato nella lingua della terra delle sue origini: la Somalia.
Il primo settembre, ancora al Chiostro di S. Francesco, saliranno sul palco prima The Walking Time Jazz Ensemble che hanno di recente pubblicato un disco con la collaborazione di Fabrizio Bosso alla tromba e Aldo Vigorito al contrabbasso, e successivamente il pianista Francesco Nastro per un concerto in assolo.
Trasferimento al Circolo dei Forestieri per gli appuntamenti del 2, 3 e 4 settembre. Si comincia con l’attesissimo concerto di Al Di Meola, che si esibirà accompagnato da Gumbi Ortiz alle percussioni, Peo Alfonsi alla chitarra classica e Fausto Beccalossi alla fisarmonica.
Il 3 settembre sarà il giorno di Tom Harrell, il genio della tromba, il virtuoso dell’improvvisazione dalla straordinaria vena solistica, che salirà sul palco di Sorrento Jazz nel suo Quintet Light On in cui è accompagnato dal sax tenore di Wayne Escoffery, dal piano di Danny Grisset, dal basso di Ugonna Okegwo e dalla batteria di Johnatan Blake.
Armonie jazz e ritmi brasiliani per il concerto che chiuderà la rassegna: quello di Tania Maria il 4 settembre. La regina della musica brasiliana, straordinario talento canoro, si esibirà anche al piano accompagnata da Caio Mamberti alla batteria, da Marc Bretaux al basso, e da Mestre Carnero alle percussioni.
«A Sorrento ormai sono di casa e ci torno spessissimo – ha commentato il Direttore Artistico di Sorrento Jazz, Tullio De Piscopo, presentando il suo festival –. Abbiamo voluto costruire un’edizione all’insegna delle novità aspirando a soddisfare l’esigente palato di un pubblico internazionale. Il feeling che cerchiamo di instaurare con il pubblico che ci sostiene caratterizza ogni aspetto della manifestazione, sia le cinque serate del cartellone principale, sia le tante iniziative a corredo che mirano a diffondere la cultura jazz».
Tullio De Piscopo assisterà ai concerti di Al Di Meola, Tom Harrell e Tania Maria. C’è da scommettere che come accaduto in tutte le altre edizioni del festival, non resisterà all’impulso di salire sul palco per suonare con gli artisti in improvvisate jam sessions.
Ufficio stampa
Altre info: http://www.sorrentojazz.it

———————
Il 2 SETTEMBRE SERA
———————-
CONCERTO DI AL MEOLA
L’appuntamento è alle 22 sulla terrazza del Circolo dei Forestieri di Sorrento. Confermata la presenza di Tullio De Piscopo
Dopo le prime due serate al Chiostro di S. Francesco, Sorrento Jazz si trasferisce sulla terrazza del Circolo dei Forestieri per i tre eventi clou in calendario: i concerti di Al Di Meola, Tom Harrell e Tania Maria, rispettivamente il 2, il 3 e il 4 settembre. Confermata anche la presenza a tutte e tre le serate del Direttore Artistico Tullio De Piscopo.
Il primo dei tre “big”, il chitarrista Al Di Meola, si esibirà domani sera (inizio del concerto alle 22). Sarà accompagnato da Gumbi Ortiz alle percussioni, Peo Alfonsi alla chitarra classica e da Fausto Beccalossi alla fisarmonica.
Al Di Meola, più volte vincitore del premio come miglior chitarrista assegnato dalla rivista “Guitar Player Magazine”, è tra i massimi esponenti della cosiddetta “fusion”: mescolanza ibrida tra rock e jazz. Tra le sue innumerevoli collaborazioni si segnalano quelle con il bassista Stanley Clarke, il violista Jean-Luc Ponty, e i chitarristi John McLaughlin e Paco De Lucia.
I suoi album hanno complessivamente venduto circa nove milioni di copie nel mondo. In Italia è anche noto per aver collaborato con l’indimenticabile Andrea Parodi in una lunga tournèe nella quale è stato registrato un cd live dal titolo “Midsumme night in Sardinia”.
Recentemente ha lavorato ad un disco in duetto con Pino Daniele.

DOMENICA 31 AGOSTO AL VIA SORRENTO JAZZ IX EDIZIONE
Al Chiostro di S. Francesco appuntamento con The Mammolights Jazz Quintet e con la cantante somala Saba Anglana
Dopo il prologo del 30 agosto con l’esibizione degli allievi del percorso formativo “I giovanissimi verso la musica”, e la conclusione del Jazz Tour II edizione che ha visto la Jazzy groovy band esibirsi in dodici concerti in locali e luoghi storici della Penisola Sorrentina, domani sera avrà ufficialmente inizio Sorrento Jazz IX edizione.
Alle 19 la street band della tradizione campana “‘A Paranza do’ Lione” annuncerà l’inizio del festival percorrendo le strade cittadine con gli strumenti della tradizione popolare. Alle 21, nel Chiostro di S. Francesco, avrà inizio la prima delle cinque serate in programma, con ben due concerti. I primi a salire sul palco saranno i musicisti di The Mammolights Jazz Quintet, formazione giovane, formatasi nell’estate del 2007. Il quintetto è formato da Matteo Mammoliti (batteria e percussioni), Tullio Salvatore (tromba e flicorno), Paolo Firpo (sassofono tenore), Marcello Picchioni (piano) e Piero Martinelli (contrabasso).
Seguirà il concerto di Saba Anglana, straordinario talento canoro, che attraverso la musica africana e le canzoni scritte in lingua somala ripercorre la sua storia di bambina, e ricuce il legame con la sua terra natia, la Somalia, da cui è stata strappata all’età di soli cinque anni perchè suo padre (un italiano) e sua madre (un’etiope), con la salita al potere di Siad Barre e le sopraggiunte tensioni politiche tra Somalia ed Etiopia, furono sospettati di essere spie.
La sua famiglia ha dovuto perciò trasferirsi in Italia, a Roma. Saba Anglana ha preso la maturità scientifica e poi una laurea in Letter Moderne, con indirizzo Storia dell’Arte. Ha successivamente collezionato una serie di esperienze eterogenee: lavori nelle case editrici, un ruolo da attrice in una fiction tv, poi il teatro e anche il doppiaggio di un film d’animazione. Quindi l’inizio di una carriera nella musica: dopo aver cantato in progetti in lingua inglese, ha sposato la musica africana e grazie all’incontro con Fabio Barovero, ha inciso il suo primo album da solista Jidka (The line), scritto e cantato dalla stessa Saba Anglana in lingua somala, uscito in 60 paesi tra cui Francia, Stati Uniti, Giappone e Italia.
A qyesto indirizzo c’è il formato jpg della locandina del concerto di domani sera di Saba Anglana:
http://www.sabaanglana.com/Public/Images/News/Saba_Anglana_Sorrento_Jazz_Festival.jpg
A questo indirizzo è possibile scaricare una cartella formato zip contenente foto degli artisti: http://www.sorrentojazz.it/Sorrentojazz/9edizione/images/foto.zip
Ufficio stampa
Altre info: http://www.sorrentojazz.it

TOM HARRELL PER SORRENTO JAZZ
Il genio della tromba si esibirà domani sera al Circolo dei Forestieri (ore 22)
Mercoledì 3 sera quarto appuntamento di Sorrento Jazz IX edizione. Il Circolo dei Forestieri ospiterà il concerto di Tom Harrell e il suo “Quintet Light On” in cui è accompagnato dal sassofono tenore Wayne Escoffery, dal pianista Danny Grisset, dal bassista Ugonna Okegwo e dal batterista Johnatan Blake.
I critici musicali quando parlano di Tom Harrell, spesso lo paragonano a Chet Baker, a Dizzy Gillespie, a Fats Navarro, a Clifford Brown: per tutti è la più grande tromba del jazz contemporaneo, uno straordinario compositore, il virtuoso nell’improvvisazione dall’inesauribile vena solistica.
Classe 1946, Harrell ha iniziato a suonare la tromba da bambino e già a 13 anni si esibiva in formazioni jazz della Baia di San Francisco. Dopo la laurea in composizione a Stanford e lo studio dell’arrangiamento con Tony Baker, ha cominciato a suonare nelle orchestre di Stan Kenton e di Woody Herman e poi nella band di Horace Silver. Si è affermato definitivamente nel quintetto di Phil Woods cui ha preso parte tra il 1983 e il 1989. A partire dall’anno successivo ha deciso di guidare proprie formazioni e pubblicato numerose registrazioni a proprio nome che si sono aggiudicate importanti riconoscimenti, tra cui per tre volte il premio della critica della rivista Jazztimes. Tom Harrell è stato inoltre

——————
4 SETTEMBRE 2008
——————
TANIA MARIA PER LA CHIUSURA DI SORRENTO JAZZ.
La regina della musica brasiliana si esibirà giovedì 4 sera al Circolo dei Forestieri (ore 22).
Sarà Tania Maria a chiudere la nona edizione di Sorrento Jazz. Giovedì sera, al Circolo dei Forestieri, la regina della musica brasiliana si esibirà in un concerto intitolato Intimidade, dal nome del suo più recente lavoro discografico. Ad accompagnare la sua frizzante vocalità e i suoi virtuosismi al pianoforte ci saranno Caio Mamberti alla batteria, Marc Bretaux al basso e Mestre Carnero alle percussioni.
Tania Maria è nata in Brasile da una famiglia povera ma con la passione per la musica. Suo padre, un metalmeccanico con buone doti di cantante e chitarrista, sin dall’età di sette anni la spinge allo studio del pianoforte per farla suonare nelle sue jam session del fine settimana. A tredici anni Tania Maria è già leader di un gruppo di musicisti professionisti e con la sua band si impone in un premio locale. La samba, il jazz, il pop, il corho brasiliano cominciano ad influenzarla sin da adolescente. Si interessa subito sia al jazz che alla musica popolare brasiliana, e da questo connubio di atmosfere, suoni e melodie nasce l’inconfondibile mix di ritmi brasiliani e armonie jazz che l’ha resa famosa e acclamata in tutto il mondo. Attraverso i suoi componimenti ha ridato lustro alla musica popolare brasiliana, rendendola più internazionale. Anche per questa sua veste di ambasciatrice nel mondo delle melodie brasiliane, Tania Maria ha preferito trasferirsi a Parigi da dove le è più facile compiere tour in Europa e negli Stati Uniti.

——————————–
LE DATE DEL JAZZ TOUR IN AGOSTO IN PENISOLA SORRENTINA
Appuntamenti Jazz Tour di agosto in penisola sorrentina
Il Jazz Tour – proposta itinerante in penisola sorrentina e
nell’area stabiese dei concerti della Jazzy Groovy Band –
continua il viaggio…
Il Jazz Tour, iniziativa collaterale e prologo di Sorrento
Jazz, è nato da un’idea del direttore artistico Tullio De
Piscopo e ha l’intento di diffondere la cultura jazz e
portare il suo messaggio in musica oltre i confini di
Sorrento.
NOTE BIOGRAFICHE DELLA JAZZY GROOVY BAND
La Jazzy Groovy Band nasce dall’idea di Francesco Daversa, batterista e leader del gruppo, di proporre in chiave moderna e allo stesso tempo raffinata, una miscela di generi musicali strettamente imparentati fra loro – lo swing, il jazz ed il latin jazz – con brani resi immortali dai grandi interpreti del passato e del presente della scena musicale internazionale come Frank Sinatra, Ella Fitzgerald, Michael Bublè, Al Jarreau e altri.
La rilettura che la band fa di questo vastissimo repertorio è supportata dalla grande esperienza di tutti i componenti, i quali da anni calcano i palcoscenici dei più importanti jazz club italiani ed esteri.
Il sound che scaturisce dalla fusione dei vari stili invita al godimento dell’ascolto come alla voglia di lasciarsi andare ad un ballo carico di ritmo sulle atmosfere latin e sulle note “swinganti” di celeberrimi brani che con la loro magia suscitano grande emozione nel pubblico.
Ulteriori info: http://www.sorrentojazz.it
Di seguito il calendario completo del Jazz Tour II edizione con l’esibizione della Jazzy Groovy Band:

20/08 ore 21,30 – Vico Equense – Chiostro SS. Trinità
21/08 ore 21,30 – Sorrento Piazza A. Lauro
22/08 ore 21,30 – Sorrento Circolo dei Forestieri
23/08 – ore 21,30 – Sorrento Casarlano
24/08 – ore 21,30 – Sorrento Cafè Cappiello Via Tasso
25/08 -ore 21,30 – Meta – Piazza Scarpati
26/08 – ore 21,30 – Piano di Sorrento – Chiostro
dell’Immacolata
27/08 – ore 21,30 – Sant’Agnello – Piazzetta Angri
28/08 – ore 21,30 – Gragnano – Giardini della Bellezza
29/08 – ore 21,30 – Sorrento
Circolo dei Forestieri
30/08 – ore 20,30 – Sorrento Chiostro di S. Francesco è in programma il prologo di Sorrento Jazz “I giovanissimi verso la musica”. L’ensemble, guidato dal maestro Giuseppe D’ Antuono, è composto dagli allievi del percorso formativo del festival
A seguire:
JAZZY GROOVY BAND
Stefania Tschantret – voce
Simone Valla – sax
Stefano Riva – contrabbasso
Massimo Sgargi – pianoforte
Francesco Daversa – batteria

31/08 – ore 11,30 – Circolo dei Forestieri – Concerto
Aperitivo

———————-
La Jazzy groovy band
———————-
Come nasce un gruppo: storia della Jazzy groovy band
La formazione è stata creata da Francesco Daversa, l’allievo che Tullio De Piscopo ha promosso ad insegnante della sua scuola, e a cui ha affidato il jazz tour di Sorrento Jazz.
Atmosfere tipiche del jazz e del latin jazz, brani indimenticabili della tradizione swing, contaminazioni di generi studiate per coinvolgere il pubblico: è il jazzy. Ed è groovy, è musica groovy, dal verbo inglese to groove: fa godere, arriva al pubblico e crea emozione, sentimento. Sono in cinque, perciò una band. Una band groovy che fa musica jazzy: la Jazzy groovy band.
Il leader, colui che ha selezionato i componenti, scommesso sulle alchimie musicali e umane, è Francesco Daversa, il batterista della band. Una carriera, la sua, iniziata da autodidatta, perché nella sua Brindisi non c’erano scuole di musica, apprendendo dai batteristi che aveva l’occasione di vedere esibirsi, i cui segreti assimilava e metteva a servizio della garage-band con cui ha mosso i primi passi. Poi con coraggio e senso della sfida a ventiquattro anni si è trasferito a Milano e ha frequentato la Nuova Audio Muscimedia dove ha incontrato colui che è diventato il suo maestro: Tullio De Piscopo.
E’ rimasto in quella scuola dal 1986 fino al 2003. Quattro anni di studio gli sono bastati per farsi notare da De Piscopo che decise di affidargli l’incarico di insegnante e farlo suonare con lui in numerose occasioni pubbliche. «Lui è stato è sarà sempre il mio maestro – dice Francesco Daversa, parlando di Tullio De Piscopo –. Nonostante lo conosca da ventidue anni non mi sento in grado di dargli del tu. E’ inarrivabile. Tutto quello che so fare lo devo a lui».
Quando ha deciso di formare la Jazzy groovy band ha chiamato l’amico di vecchia data, il contrabbassista Stefano Riva – musicista eclettico proveniente da varie esperienze musicali jazz e rock -, il pianista Massimo Sgargi – noto non solo per le sue doti di concertista ma anche per l’abilità nel produrre musiche per immagini -, e il sassofonista Simone Valla – artista versatile, con una lunga carriera alle spalle, uno straordinario talento nelle improvvisazioni – con cui aveva già collaborato in numerose occasioni.
Infine la scelta di dare una voce alla band. Quella, incantevole, di Stefania Tschantret, di cui a Daversa era capitato di leggere un’entusiastica recensione sulle pagine de “La Repubblica”. Ha voluto seguirne un concerto, le ha chiesto di fare una prova con la band, ed è scattato un feeling, istantaneo, che ha dato corpo a nuove possibilità, fatto pensare a nuovi arrangiamenti, riletture di vecchi brani in chiave moderna.
Il loro percorso artistico è iniziato a Sorrento: Tullio De Piscopo, direttore artistico di Sorrento Jazz, ha voluto affidargli il jazz tour, prologo del festival, che prevede concerti itineranti in locali e luoghi storici della Penisola sorrentina e dell’area stabiese con l’obiettivo di diffondere la musica jazz. Ma Sorrento Jazz sarà per loro solo il battesimo musicale, e non un’esperienza d’insieme destinata a conclusione: è già in programma un loro concerto a Milano, il 13 settembre, e stanno lavorando al calendario degli appuntamenti dei prossimi mesi.

da:A.T.S. (Arti, Turismo, Sport), Sorrento
[esposito.ricca@tele2.it]
ufficiostampa@sorrentojazz.it

Categorie: Eventi

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.