DUE EVENTI il 16 e 17 a Sorrento(NA).
Domenica 16 luglio la prima signora del podio sul cartellone del Sorrento Festival: Nicoletta Conti dirige la Sinfonietta Novecento
Il Sorrento Festival presenta le sue carte al femminile, inaugurando gli appuntamenti concertistici riservati alle signore del podio.
Domenica 16 luglio alle 21 nel Chiostro di San Francesco sarà di scena la Sinfonietta Novecento, diretta da Nicoletta Conti e con i solisti Alessandro Modesti (tromba) e Domenico Sarcina (corno inglese).La serata è la prima che questa XXXIV edizione del Sorrento Festival, con la direzione artistica di Laura Valente, dedica alla musica delle donne, sempre più protagoniste del grande concertismo internazionale. Ed è una delle scelte artistiche importanti del Sorrento Festival, voluta da Vladimiro Ariano Amministratore dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Sorrento – Sant’Agnello e realizzata con il contributo dell’Assessorato al Turismo ed ai Beni Culturali della Regione Campania e del Ministero Beni Culturali. Il programma è vario e articolato, costruito intorno a pagine significative del linguaggio compositivo dell’ultimo secolo. Il concerto si apre sulle note di Aaron Copland, di cui si potrà ascoltare il poema sinfonico “Quiet City” per corno inglese, tromba in si bemolle e archi, datato al 1940. Si prosegue con Vittorio Testa e la sua recentissima “Mater Venti (20 giorni di danza)”, atmosfere oniriche e scrittura di gusto tonale affidata all’orchestra d’archi. Ancora archi per eseguire “Adagio for strings”, l’opera 11 firmata da Samuel Barber nel 1936, sino alla conclusione nel segno di Josef Suk, violinista e compositore ceco, e della sua magnifica Serenade op. 6.
Sinfonietta Novecento direttore Nicoletta Conti
solisti: Alessandro Modesti, tromba – Domenico Sarcina, corno inglese Aaron Copland Quiet City per corno inglese, tromba in si bemolle e archi slow Vittorio Testa Mater Venti ( 20 giorni di danza) per orchestra d’archi calmo e sereno Samuel Barber Opera 11 Adagio for Strings molto adagio Josef Suk
Serenade, Opera 6 andante con moto – allegro ma non troppo e grazioso – adagio – allegro giocoso, ma non troppo presto.
Nicoletta Conti, direttore.
Nata a Bologna ha compiuto gli studi di pianoforte, composizione e direzione d’orchestra presso i Conservatori G. Verdi di Milano e G.B. Martini di Bologna; in seguito si è perfezionata in direzione d’orchestra con F. Ferrara a Siena, L. Hager a Salisburgo, L. Bernstein, S. Ozawa e K. Masur a Tanglewood. Vincitrice di numerosi premi, tra cui il concorso di Musica da Camera “Città di Stresa” e il concorso “Nicolai Malko” per Direttori d’Orchestra a Copenhagen, nel 1987, ha iniziato l’attività direttoriale in Italia e all’estero dedicandosi sia al repertorio lirico che a quello sinfonico. In seguito al seminario tenuto da Leonard Bernstein presso l’ “Accademia di Santa Cecilia” a Roma è stata scelta dal Maestro stesso come sua assistente debuttando quindi alla guida dell’omonima Orchestra con cui ha ottenuto un vivo successo di pubblico e di critica. Nel 1989 ha ricevuto in Campidoglio il prestigioso Premio Minerva per le arti, prima musicista italiana ad esserne insignita. Ha collaborato con importanti festival e teatri, tra cui il Covent Garden, il Teatro Comunale di Firenze, il Teatro Comunale di Bologna, il Rossini Opera Festival, il Festival della Valle d’Itria. Molto intensa anche l’attività concertistica – a fianco di grandi artisti quali Luciano Pavarotti, Renato Bruson, Leo Nucci, Daniela Dessì – e didattica, in masterclasses per cantanti e pianisti collaboratori. Ha guidato complessi prestigiosi quali: Orchestra Arturo Toscanini, Orchestra Arena di Verona, Tanglewood Music Festival Orchestra, Orchestra Regionale Toscana, Kiushu Symphony Orchestra, Hungarian Symphonic Orchestra, Orchestra Sinfonica Città di Ferrara, Orchestra da Camera di Bologna, Orchestra “I Filarmonici di Bologna”, Orchestra Filarmonica di Torino, Orchestra Filarmonica di Stoccarda. Fra i suoi ultimi impegni spiccano la direzione di Don Giovanni di Gazzaniga per il Teatro Regio di Torino, due opere contemporanee in prima esecuzione assoluta al Festival Mozart di Rovereto e al Teatro Comunale di Bologna, Nabucco e Madama Butterfly per la regia di Beppe De Tomasi nei Teatri di Ascoli Piceno e Fano; recentemente. ha diretto concerti sinfonici con l’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” di Milano e ha diretto “Madama Butterfly” al Festival di Montepulciano. Nell’agosto 2000 è stata assistente del M° Antonio Pappano a Londra per la realizzazione del CD e del film musicale “Tosca” con l’Orchestra del Covent Garden; ancora una volta nell’agosto scorso è stata assistente del M° Pappano presso gli studi EMI per la registrazione di “Il Trovatore”. Recentemente ha diretto un concerto lirico al Teatro Sao Carlos di Lisbona con Angela Gheorghiu ottenendo un vivo successo, la direzione di Suor Angelica e I Pagliacci a Londra con l’Orchestra Royal Philarmonic e de “La Belle Helène” a Pisa, Lucca e Livorno. Fra i suoi prossimi impegni spiccano la registrazione di Pagliacci a Londra con Roberto Alagna e Angela Gheorghiu con l’Orchestra London Symphony e la direzione de “Il Trovatore” in Giappone con l’Orchestra Tokyo Philarmonic.

Biglietti: da 15 a 30 euro.
Info per il pubblico:
Azienda autonoma di Soggiorno e Turismo Sorrento – Sant’Agnello
via Luigi De Maio, 35
80067 Sorrento (Napoli)
tel. 081.8074.033 – fax 081.8773.397
L’Ufficio Stampa Agenzia Tigellio
tel. – fax 070.4525.850
338.8776.790 – 328.1361.756
agenziatigellio@yahoo.it

Lunedì 17 luglio arriva al Sorrento Festival “Sacred Concert” di Duke Ellington
In scena i Cameristi del Teatro di San Carlo diretti da Carlo Morelli
Grandi suggestioni per il nuovo appuntamento con la XXXIV edizione del Sorrento Festival, che lunedì 17 luglio alle 21 presenta nel Chiostro di San Francesco una prima esecuzione italiana: è l’integrale di “Sacred Concert” di Duke Ellington, pagina di assoluto fascino nella produzione musicale del Novecento.
Protagonisti della serata, che si annuncia da non perdere, saranno i Cameristi del Teatro di San Carlo, con la direzione di Carlo Morelli. I ruoli di solisti sono affidati a Francesco Nastro, Pietro Condorelli, Marco De Tilla, Salvatore Tranchini e Angela Luglio.
Il Sorrento Festival, con la direzione artistica di Laura Valente, porta la firma di Vladimiro Ariano Amministratore dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Sorrento – Sant’Agnello ed è realizzato con il contributo dell’Assessorato al Turismo ed ai Beni Culturali della Regione Campania e del Ministero Beni Culturali.
“Sacred Concert” è il grande progetto compositivo e poetico che accompagnò gli ultimi anni di vita di Duke Ellington, il suo linguaggio del decennio che va dal 1964 al 1974, anno della morte. La prima esecuzione è del 1965, ma il “Duca” continuò a lavorare al progetto, commissionatogli nel ’64), per tutti gli anni successivi. Musicalmente è uno straordinario esempio delle pulsioni spirituali ma anche sperimentali del jazz di quel periodo, che si intreccia con la musica liturgica.
Sorrento Festival
Lunedì 17 luglio
Chiostro di San Francesco, ore 21
SACRED CONCERT di Duke Ellington
prima esecuzione italiana in forma integrale
Cameristi del Teatro di San Carlo
direttore Carlo Morelli
solisti: Francesco Nastro, Pietro Condorelli, Marco
De Tilla, Salvatore Tranchini, Angela Luglio
Programma
Praise God Choir & Band
Heaven Soprano solo, Choir & Band
Freedom
a. To be contended Choir & Band
b. Freedom Choir & Rhythm section
c. Word you heard Choir & Band
d. Freedom is a word Choir & Recitation
e. Sweet, fat and that Choir & Rhythm section
f. Freedom – Svoboda Recitation
g. To be contended Choir & Band

The Shepherd Choir tacet
The Majesty of God Soprano solo, Choir & Band
Come Sunday Soprano solo & Choir
David danced before the Lord Percussion-solo, Choir & Band
Almighty God Choir & Band
T.G.T.T. Soprano solo & Piano
(Choir tacet)
Praise God and Dance – Finale Soprano solo, Choir & Band

Carlo Morelli, direttore
Carlo Morelli nasce a Napoli nel 1964, inizia lo studio del pianoforte all’età di 9 anni. Studia successivamente percussioni con il M° Morellina, composizione con il M° Bruno Mazzotta, canto con Claudio Desderi e Pier Mirando Ferraro, diplomandosi al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli sempre con il massimo dei voti. Studia Composizione polifonica vocale e Dodecafonia nel 1992 a Jennersdorf in Austria. Studia direzione d’orchestra con Karl Martin, Francesco la Vecchia e Tom Koopman. Segue i corsi di perfezionamento di Jill Feldmann, Enrico Intra e Pier Miranda Ferraro. Frequenta il corso d’armonia jazz e analisi musicale di Michel Petrucciani a Londra nel settembre ’96. Frequenta nell’estate 97-98-99 i corsi di Composing and Arranging alla Manhattan School di New York. Lavora come arrangiatore per Claudio Baglioni, Josè Feliciano, Terence Trent D’Arby, I Nomadi, Manuela Villa, Eliades Ochoa e tanti altri. Lavora come cantante lirico in diversi Teatri italiani ed esteri: Teatro San Carlo, Sferisterio di Macerata, Teatro Valli di Reggio Emilia, Teatro Comunale di Ferrara e Modena, Teatro Villa Vitali di Fermo, Teatro Sociale di Rovigo, Teatro Municipale di Piacenza, Teatro Coccia di Novara, Amburgo, Dresda, Wiesbaden, Francoforte, Glascow, nella San Martin di Londra. Come direttore d’orchestra lavora con le seguenti orchestre: I Solisti Romani, L’orchestra Giovanile marchigiana, Orchestra di Cracovia, di Montpellier, Orchestra della Radio Svizzera, Innsbruck Orchestra. Fonda e dirige nel 1995 l’ensemble “I Cameristi del Teatro di San Carlo” con i quali si esibisce con programmi che spaziano dalla musica vocale rinascimentale alla musica contemporanea.

Biglietti: da 15 a 30 euro.
Info per il pubblico:
Azienda autonoma di Soggiorno e Turismo Sorrento – Sant’Agnello
via Luigi De Maio, 35
80067 Sorrento (Napoli)
tel. 081.8074.033 – fax 081.8773.397

L’Ufficio Stampa Agenzia Tigellio
tel. – fax 070.4525.850
338.8776.790 – 328.1361.756
agenziatigellio@yahoo.it
Agenzia Tigellio [agenziatigellio@libero.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.