COMUNICATO STAMPA

Brancaccio: solidarietà ai compagni di San Cipriano,
anche questa volta saremo più forti dell’illegalità

E’ vicino ai compagni della sezione di San Cipriano
d’Aversa, il segretario della presidenza del consiglio
regionale Angelo Brancaccio dopo l’attentato
incendiario che la sezione dei Ds ha subito nella
notte tra venerdì e sabato. “E’ l’ennesimo attentato
alla democrazia che assume un segnale ancora più forte
perché arriva alla vigilia del giorno delle elezioni –
sottolinea Brancaccio – ai cittadini di San Cipriano,
all’amico e compagno Lorenzo Diana, da sempre
un riferimento significativo nelle lotte ad ogni forma
di sopraffazione e malaffare, ai compagni tutti, ai semplici iscritti e ai dirigenti del
partito di quella zona va tutta la mia solidarietà e
l’invito ad andare avanti, dal momento che la logica
dell’illegalità, quella che autorizza la presenza di
ordigni esplosivi nelle scuole, non può avere il
sopravvento in un territorio che ha voglia di
scrollarsi di dosso il marchio di terra di camorra e
di delinquenza”. Brancaccio sottolinea come
l’attentato di San Cipriano arrivi a due settimane di
distanza da quello che ha subito la sezione di Calvi
Risorta. “Come in quel caso siamo andati avanti nella
nostra battaglia di legalità, così oggi, con ancora
maggior forza, dobbiamo rinnovare il nostro impegno
per cambiare le sorti di una provincia che, se pur tra
mille contraddizioni, è un territorio ricco di risorse
– ha spiegato Brancaccio – che ha voglia di esaltare
le sue peculiarità e le sue eccellenze e di affossare
queste negatività. Occorre una svolta ferma e decisa,
dove le istituzioni, le associazioni, la Chiesa,il volontariato,
la politica, la scuola ritrovino nel dialogo e nella nelle azioni
sinergiche la strada maestra per arrivare ad una società
ideale di civiltà, di progresso e di armonia”.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.