Addio a Vera
Martedì 2 febbraio 2016 nel pomeriggio alle ore 19 verrà celebrato il suo trigesimo nella chiesa di San Luigi dei Gesuiti in via Petrarca: amici e colleghi sono invitati a intervenire.

Si è spenta nei giorni scorsi a Napoli Vera De Luca. Giornalista da oltre quarant’anni, ha lottato per un anno contro un male incurabile che l’aveva minata nel fisico ma non nella mente e nella lucidità di pensiero. Aveva iniziato la sua attività giornalistica con il quotidiano “Roma” negli anni ’70, per diventare poi corrispondente dalla terraferma del quotidiano “Il Golfo” di Ischia e ,ancora, con il quotidiano “Metropolis”, dove curava la pagina settimanale di cultura e turismo. Ha diretto nella sua lunga attività giornalistica numerosi periodici di cultura, attualità, turismo e enogastronomia. Vice presidente dell’Associazione Giornalisti Europei, peraltro era componente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. Chi l’ha conosciuta, la ricorda sorridente, piacevole nel chiacchierare, sempre con la sua biro ed i suoi appunti che non lasciava mai. In prima linea nel trasmettere le difficoltà nelle quali si dibatte il settore in Campania, è stata un punto di riferimento soprattutto per i giovani che si avvicinano alla professione, sostenendoli e spronandoli a superare ogni ostacolo. Vera, impegnata anche nella comunicazione, era consigliere della FeRPi (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana), nonché fondatrice della CDP Relazioni Pubbliche. Ha ideato il corso “L’arte del comunicare” con la partecipazione di docenti ed esperti di primo livello. Come delegata regionale dell’Associazione Giornalisti Europei, ha poi dato vita alla Borsa di studio, con cadenza biennale, sull’economia europea per giovani laureati. Con la sua scomparsa il mondo del giornalismo napoletano perde un’amica sempre pronta a tendere una mano a chi ne aveva necessità.
da: Harry di Prisco, il marito (harrydiprisco@libero.it)
—————————————–
2 gennaio 2016 – Si è spenta a Napoli, all’età di 67 anni, la giornalista Vera De Luca. I funerali si terranno domenica 3 gennaio 2016, alle ore 10 nella chiesa di San Luigi in via Petrarca.
Ha lottato per un anno contro un male incurabile che l’aveva minata nel fisico, ma non nella mente e nella lucidità di pensiero.
Vera De Luca, era stata tra le prime giornaliste ad iscriversi all’Arga Campania partecipando con passione ed impegno alle attività dell’associazione dei giornalisti per l’ambiente e l’agricoltura.
Vicepresidente dell’Associazione Giornalisti Europei (Sezione d’Italia) e delegata regionale per la Campania è stata ideatrice di eventi culturali come la Borsa di Studio sull’Economia Europea – Giovani Giornalisti Europei, e membro della Commissione di Arbitrato Internazionale dell’AGE, era tuttora componente nazionale del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti.
Vera De Luca ha diretto nella sua oltre quarantennale attività giornalistica numerosi periodici di cultura, attualità e turismo. Pubblicista dal 1973, ha iniziato la sua attività presso i quotidiani “ROMA” e “Napoli Notte”, collaborando con inchieste socio – culturali e curava per Settimia Cincinnati i “Mosconi” e la rubrica “Scuola e vita”. Autrice dei libri:”Città per vivere” e “Vivara tra passato e futuro” è stata membro nel quadriennio 2006-2009 del Collegio presso la Corte di Appello di Napoli per l’Odg nonchè componente della Commissione Pari Opportunità dell’Odg della Campania.
Corrispondente da Napoli per il quotidiano “Il Golfo” dal 1995 al 2010 collaborava da tre anni con il quotidiano “Metropolis” per il quale era titolare della pagina settimanale di cultura e di varia attualità. È stata negli anni Settanta Direttore Responsabile del mensile “Il Nostro Ambiente – Verde, Vita, Salute” e attualmente dirigeva dal 1999 il periodico “Sentiero degli Dei-Appennino Meridionale”, edito dalla Sezione di Napoli del Club Alpino Italiano (CAI).
Ha diretto negli anni Ottanta la rivista a carattere nazionale “Bomboniera Più”, periodico a diffusione mirata per gli operatori del settore “oggettistica”, il periodico “Umbria Più” ed il mensile “Libero Mercato e Democrazia”.
Geppina Landolfo presidente dell’Arga Campania e i soci tutti si stringono intorno alla famiglia ed esprimono le più sentite condoglianze.
Gianpaolo Necco Consigliere Nazionale Unaga e Consigliere Nazionale FNSI per la Campania.
——————————
IL RICORDO DI LAURA CAICO socia Arga Campania
caro Giampaolo è un triste giorno per chi come me ha apprezzato e stimato la cara Vera, sempre piena di entusiasmo e interessi, attivissima al fianco di Harry, fulcro della famiglia e giornalista di notevole spessore : l’ultima volta che l’ho vista e ho avuto il piacere di conversare con lei è stato d’estate al circolo Savoia e anche lì, con grande dignità personale, aveva minimizzato i suoi problemi di salute preferendo parlare di nuove iniziative, di lavoro e di vacanze. Purtroppo ora ha intrapreso il suo ultimo viaggio, stavolta verso la luce, e spero che il cammino le sarà lieve, Ci mancherà molto ma rimarrà viva nei nostri cuori perchè era una persona speciale. Laura
—-Cara Laura anch’io ho sempre apprezzato la sua disponibilità verso gli altri. Quando ancora mi occupavo nell’ufficio stampa del Consiglio regionale della Campania mi recavo in ufficio di buon’ora ma prima passavo per il porto di Napoli aspettando l’arrivo dell’aliscafo da Ischia che con i passeggeri sbarcava anche il quotidiano Il Golfo allora diretto dal compianto Domenico Di Meglio. Inserivo quegli articoli del giornale che si occupavano dell’attività della Regione e pescavo sempre i suoi scritti inserendoli nella rassegna stampa quotidiana. Quando, incontrandoci, glielo dicevo era sempre piena di complimenti per il mio lavoro ma soprattutto che il suo giornale, Il Golfo, fosse nella mia rassegna. Un raro esempio di professionalità ma anche di amore per quello che faceva. Peccato ci abbia lasciati così presto ma lassù troverà di certo un altro grande professionista, Francesco Landolfo, col quale passare un pò di quel tempo ricordando i tempi andati mentre a noi non resta che riflettere, ricordandola, al vuoto che s’è fatto con la sua dipartita. Gianpaolo
LA NOTA DI MARIO CARILLO giornalista socio Arga Campania
Lutto nel mondo giornalistico. E’ venuta a mancare all’affetto dei suoi cari, la collega Vera De Luca. Ha lottato per un anno contro un male incurabile che l’aveva minata nel fisico, ma non nella mente e nella lucidità di pensiero. Nata nel 1948 aveva iniziato la sua attività giornalistica negli anni ’70 con il Roma dove curava per Settimia Cincinnati i “Mosconi” e la rubrica “Scuola e vita”. Corrispondente da Napoli per quindici anni del quotidiano “Il Golfo” e qualche anno più tardi di “Metropolis”, “Gustolandia”; “Italie Evenement”; International Tourist Press”; ha diretto numerosi periodici di cultura, attualità e turismo. Vice presidente dell’Associazione Giornalisti Europei, ideatrice della Borsa di Studio sull’Economia Europea; consigliere Ferpi, membro nazionale del Consiglio dell’Ordine dei giornalisti, socia fondatrice della CDP, relazioni pubbliche; direttore responsabile del mensile “Il Nostro Ambiente, Verde, Vita, Salute”, del periodico “Sentiero degli Dei-Appennino Meridionale”; “Bomboniera Più”, “Umbria più”; “Libero Mercato e Democrazia”; consigliere nazionale del Centro Internazionale della Stampa Turistica, socia della Federazione Internazionale bes Jounalistes ed Escrivains de Tourisme, aderente all’Unesco; coofondatrice dell’Accademia di Studi Europei; componente della giuria dei lettori del Premio “Campiello” e della giuria del concorso Miss Italia 97; collaborato alla redazione del volume “L’Italia a tavola” di Carnicina e Jadanza, coautrice del testo “Città per vivere – intervista sull’ecologia urbana”, autrice di “Vivara tra passato e futuro”. Ricevuti i premi Napoli Flora; Colliano; Leader del Turismo; riconoscimento del Comune di Napoli per il contributo di idee ed esperienze dell’Assessorato all’Ecologia e Ambiente; Premio giornalistico Castelsandra: Mediflor; Latina agricola; Premio Leucosia; Premio per la sezione quotidiani del Premio Napoli; Premio Utopia; Penna d’oro 2007, conferito dall’Associazione Provinciale Cuochi Napoli. Cavaliere dell’ordine al Merito della Repubblica italiana.
da: Mario Carillo socio Arga Campania[mcarill@tin.it]
———————————–
RICORDO DI VERA DE LUCA Di Laura Caico
Una persona solare. Vera De Luca, cronista napoletana scomparsa un mese fa, membro della Commissione di Arbitrato Internazionale dell’AGE e componente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, ha lasciato un vuoto nel cuore di chi la conosceva bene e che l’ha frequentata come collega e amica: ferma nelle sue decisioni e capace di iniziative importanti per il mondo del giornalismo nazionale e internazionale (sua l’idea di istituire la Borsa di Studio sull’Economia Europea – Giovani Giornalisti Europei, nella sua veste di Vicepresidente dell’Associazione Giornalisti Europei -Sezione d’Italia e delegata regionale per la Campania), Vera adombrava una dolcezza che non a tutti era dato di cogliere, se non ai familiari, agli amici più stretti e ai colleghi più sensibili. Incontrarla e parlare con lei dei tanti problemi della professione giornalistica, dei casi della vita, di difficoltà personali, aiutava a mettere a fuoco con maggiore chiarezza la strada da seguire, grazie alla sua acuta capacità di analisi, alla sua apertura mentale, alla grande dignità di persona che sosteneva con vigore le sue idee – come nel quadriennio 2006/2009 quand’era membro del Collegio presso la Corte di Appello di Napoli per l’Odg nonchè componente della Commissione Pari Opportunità dell’Odg della Campania – e che ha voluto minimizzare fino all’ultimo le sue condizioni di salute, con grande coraggio e riserbo, nascondendo la verità dietro a un sorriso. Vera era così, tanto fiera, coerente e battagliera per la professione giornalistica in cui metteva il fuoco di una vera passione, quanto discreta e riservata nelle sue vicende personali, attenta e protettiva verso il carissimo marito Harry Di Prisco e l’adorata figlia.
Autrice dei libri:”Città per vivere” e “Vivara tra passato e futuro”, Consigliere della FeRPi (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana), nonché fondatrice della CDP Relazioni Pubbliche e ideatrice del corso “L’arte del comunicare” con la partecipazione di docenti ed esperti di primo livello, Vera amava ricordare ai giovani (per cui aveva sempre un consiglio e tanta disponibilità) i suoi esordi con il quotidiano “Roma” negli anni ’70, per arrivare a dirigere nel tempo numerosi periodici di cultura, attualità, turismo e enogastronomia, seguire come associata dell’Arga Campania i problemi dell’ambiente e dell’agricoltura e collaborare, infine, con il quotidiano “Il Golfo” di Ischia e con il quotidiano “Metropolis”, dove curava la pagina settimanale di cultura e turismo.
Martedì 2 febbraio nel pomeriggio alle ore 19 verrà celebrato il suo trigesimo nella chiesa di San Luigi dei Gesuiti in via Petrarca: amici e colleghi sono invitati a intervenire.
da: lauracaico1@gmail.com


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.