L’ITIS di San Gregorio Magno, collaborando con la ProLoco e l’Amministrazione Comunale, come già accaduto in passato, ha partecipato all’ediz. 2015 di Baccanalia, rinomata manifestazione del piccolo comune dell’interland che vanta una valanga di visitatori attratti dalla valente e tipica gastronomia e dalla suggestiva
“location” di Via Bacco.
I ragazzi dell’ITIS, coadiuvati dai loro insegnanti, hanno curato il concorso del vino che si svolge ormai da tre anni tra le 600 cantine/grotte di via Bacco. I campioni di vino, consegnati presso la cantina assegnata all’ITIS, sono stati sottoposti dagli alunni all’analisi della gradazione alcolica utilizzando l’ebulliometro di Malligand, attrezzatura in dotazione all’istituto. Successivamente i campioni sono stati sottoposti ad una giuria di esperti presieduta dal Onofrio Grippo, sindaco di San Gregorio M., giuria che ha proceduto, in due serate, all’analisi organolettica dei 30 vini in concorso (4 bianchi e 26 rossi) assegnando ad ognuno un punteggio.
E’ risultato vincitore, per i vini bianchi, la Cantina Villecco;
per i vini rossi: primo classificato la “Cantina Re”,
secondo classificato la “Cantina Famularo”,
terzo classificato la “Cantina Il nascondiglio di Bacco”.
La cerimonia di premiazione dei vincitori si è tenuta il 23 agosto, l’ultima serata in calendario per Baccanalia, durante la quale il sindaco ha consegnato una targa ai vincitori e una all’ITIS di San Gregorio Magno nella persona della responsabile di plesso la prof.ssa Rosa Caporale ringraziando l’Istituto per il lavoro svolto.
Va sottolineato che quest’anno l’attività proposta dall’ITIS si è arricchita: le prime due serate è stato attivato nella cantina dell’ITIS un laboratorio del gusto e dei saperi; gli alunni dell’istituto che hanno partecipato al progetto “Sapori e Saperi del Territorio” curato dalle prof.sse Maria Antonietta Boffa e Maria Rosaria Corradino, insieme ad esperti sommelier e Capo Panel hanno guidato i gruppi di visitatori interessati ad un vero e proprio percorso sensoriale che prevedeva assaggi di oli e di vini del territorio. Coloro che si sono avvicinati incuriositi sono rimasti estremamente soddisfatti per l’esperienza fatta e per le interessanti novità apprese. Nel pomeriggio della seconda giornata di Baccanalia è stato anche organizzato dall’ITIS un Workshop “Dall’uva al vino: esperienze a confronto tra credenze e tecnologia” a cui hanno preso parte gli alunni, che hanno presentato il lavoro realizzato nell’ambito del progetto “Sapori e Saperi del Territorio”, ed esperti del territorio come l’agronomo Nicola Calisto, il sommelier Michele Trimarco e dott.ssa Rosa Pepe del CRA – Centro di ricerche in Orticoltura di Pontecagnano. Il convegno, proprio perché presentato dai ragazzi, è risultato estremamente semplice e diretto nel messaggio tanto da suscitare una vera è propria discussione tra i tanti produttori presenti tra il pubblico e gli esperti al tavolo dei relatori sulle corrette tecniche di vinificazione. Dalla discussione è emerso che spesso si commettono errori inconsapevolmente affidandosi a false convinzioni o credenze popolari e che la tecnologia applicata correttamente non è nemica della genuinità e delle tradizioni.
L’ITIS durante le varie serate si è anche offerto di analizzare gratuitamente la gradazione alcolica del vino portato da produttori privati che ne hanno fatto richiesta durante le attività del laboratorio.
Maria Antonietta Boffa, docente dell’ITIS ha così commentato la fruttuosa e importante presenza dei suoi alunni e dell’ITIS in una manifestazione di grande rilevanza eno-gastronomica e turistica come Baccanalia: ” la presenza dell’ITIS, la scuola del territorio, ha dato spessore e qualità ed ha sicuramente arricchito dal punto di vista culturale una manifestazione così importante e folcloristica come Baccanalia e ritengo si debba in futuro continuare in questa direzione.”
da: Cinthia Vargas
di vona internet


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *