Salerno: Sei giorni di cucina contadina in città. Per festeggiare il libro “Le ricette degli agriturismi” di Maristella Di Martino.
“La cucina contadina in città”
Winebar La volpe e l’uva – Borgo Picarielli – Pastena (Sa) – Ore 20,30
Sei serate per gustare la tradizione campana a tavola. E quale modo migliore di far assaggiare “Le ricette degli agriturismi della Campania”? Si inaugura martedì 18 gennaio “La cucina contadina in città”, la manifestazione organizzata dalla giornalista Maristella Di Martino per promuovere la sua ultima pubblicazione, intitolata appunto “Le ricette degli agriturismi della Campania”, volume dal quale sono stati tratti i piatti proposti nel corso della kermesse enogastronomica. Luogo prescelto, il winebar “La volpe e l’uva”, ubicato presso il borgo Picarielli a Pastena, i cui chef Marco Follieri ed Antonio Consiglio ci cimenteranno nella preparazione dei piatti più tradizionali della tradizione gastronomica nostrana. Ma prima di gustare formaggi, latticini, salumi e sottoli, raccontanti direttamente dai titolari delle aziende agrituristiche che li producono, verrà presentato il libro. Ne parleranno, coordinati da Vera Arabino, il presidente e il vicepresidente della Commissione Regionale Attività Produttive Andrea De Simone e Antonio Lubritto, Vito Puglia della Segreteria Nazionale Slow Food, il giornalista Luciano Pignataro, l’asssessore alle Attività Produttive Comune di Salerno Mauro Scarlato.
Il secondo appuntamento, invece, previsto per il martedì successivo, 25 gennaio, sarà interamente dedicato alla cucina napoletana. Due gli ospiti d’eccezione della serata, Francesco Colonnesi, fiduciario Slow Food Napoli e Antonio Tubelli, chef di “Timpani e Tempura”, coordinati da Francesco Aiello. A seguire assaggi di “Ravioloni Nanninella” (Agriturismo Galatea – Piano di Sorrento) e di “Zuppa di farro e orzo perlato” (Agriturismo Bel Vesuvio Inn – San Sebastiano al Vesuvio).
La cucina irpina sarà al centro della serata dell’1 febbraio, quando interverranno, coordinati
dal giornalista Gianni Colucci, Gabriele Matarazzo, fiduciario Slow Food Irpinia e Antonio Pisaniello, chef de “La Locanda di Bu” di Nusco. Per deliziare il palato degli ospiti saranno offerti assaggi di “Verza con fagioli e cotechino” (Agriturismo Arbaresh – Greci) e di “Polenta al ragù” (Agriturismo L’Alveare – Montaguto).
Il 9 febbraio, di scena la cucina del Sannio. La chiacchierata con Gaetano Pascale, responsabile Slow Food Valle Telesina, Raffaele D’Addio, chef de “Il Foro dei Baroni” di Puglianello e il giornalista Achille Mottola, relatori della serata moderata da Pasquale Carlo, farà da preludio alla degustazione di “Pappardelle con ragù di lepre” (Agriturismo Antiche Terre del Barraccone – Castel Pagano) e di “Spezzatino medievale” (Agriturismo Mustilli – Sant’Agata de’ Goti).
Penultimo appuntamento il 22 febbraio. Si parlerà di cucina cilentana con Giancarlo Capacchione, responsabile Slow Food Cilento, Sergio Galzigna, fiduciario Slow Food Condotta Scuola Medica e i giornalisti Giuseppe Liuccio e Annavelia Salerno. Seguiranno assaggi di “Scarola ‘mbuttunata” (Agriturismo Spina Rossa – Casal Velino) e di “Fusilli con ragù di cinghiale” (Agriturismo Corbella – Cicerale).
Chiude la kermesse, la cucina casertana. Il 1 marzo il giornalista Dante Del Vecchio, lo chef de “Le Colonne” di Caserta Rosanna Marziale, il presidente Movimento Turismo Vino
Manuela Piancastelli e il responsabile Ais Caserta Marco Ricciardi, coordinati da Erminia Pellecchia, anticipano verbalmente gli assaggi di “Cavatelli al ragu di castrato e ricotta infornata” (Agriturismo Quercete – San Potito Sannitico) e di “Tacchino al dragoncello” (Agriturismo Le Campestre – Castel di Sasso).
Per informazioni 347 4631482
IL PROGRAMMA E GLI OSPITI
Di seguito il programma de “La cucina contadina in città”, manifestazione organizzata e promossa da Maristella di Martino (347 4631482) per promuovere il libro “Le ricette degli agriturismi della Campania” (Salerno, 18 gennaio – 1 marzo c/o Enoteca La volpe e l’uva)
Sei serate per gustare la tradizione campana a tavola
Winebar La volpe e l?uva – Borgo Picarielli – Pastena (Sa), Ore 20,30
1. 18 gennaio presentazione de “Le ricette degli agriturismi della Campania” della giornalista Maristella Di Martino
Intervengono:
Andrea De Simone, presidente Commissione Regionale Attività Produttive
Antonio Lubritto, vicepresidente Commissione Regionale Attività Produttive
Vito Puglia, Segreteria Nazionale Slow Food
Luciano Pignataro, giornalista
Mauro Scarlato, Assessore alle Attività Produttive Comune di Salerno
Coordinati da Vera Arabino, giornalista
Assaggi di formaggi, latticini, salumi e sottoli, raccontanti da titolari
di aziende agrituristiche
2. 25 gennaio “La cucina napoletana”
Intervengono:
Francesco Colonnesi, fiduciario Slow Food Napoli Antonio Tubelli, chef di “Timpani e Tempura” di Napoli Coordinati da Francesco Aiello, giornalista Assaggi di Ravioloni Nanninella (Agriturismo Galatea, Piano di Sorrento) e di Zuppa di farro e orzo perlato (Agriturismo Bel Vesuvio Inn, San Sebastiano al Vesuvio)
3. 1 febbraio “La cucina irpina”
Intervengono:
Gabriele Matarazzo, fiduciario Slow Food Irpinia Antonio Pisaniello, chef de ?La Locanda di Bu? di Nusco Coordinati da Gianni Colucci, giornalista Assaggi di Verza con fagioli e cotechino (Agriturismo Arbaresh ? Greci) e di Polenta al ragù (Agriturismo L’Alveare, Montaguto)
4. 9 febbraio “La cucina del Sannio”
Intervengono:
Gaetano Pascale, responsabile Slow Food Valle Telesina Raffaele D’Addio, chef de “Il Foro dei Baroni” di Puglianello (Bn)
Achille Mottola, giornalista
Coordinati da Pasquale Carlo, giornalista
Assaggi di Pappardelle con ragù di lepre (Agriturismo Antiche Terre del Barraccone, Castel Pagano) e Spezzatino medievale (Agriturismo Mustilli, Sant’Agata de’ Goti)
5. 22 febbraio ? La cucina cilentana
Intervengono:
Giancarlo Capacchione, responsabile Slow Food Cilento Sergio Galzigna, fiduciario Slow Food Condotta Scuola Medica Giuseppe Liuccio, giornalista e poeta Testimonianze di titolari di aziende agrituristiche Coordinati da Annavelia Salerno, giornalista Assaggi di Scarola ‘mbuttunata (Agriturismo Spina Rossa, Casal Velino) e di Fusilli con ragù di cinghiale (Agriturismo Corbella, Cicerale)
6. 1 marzo “La cucina casertana”
Intervengono:
Dante Del Vecchio, giornalista
Rosanna Marziale, chef de “Le Colonne” di Caserta
Manuela Piancastelli, Presidente Movimento Turismo Vino
Marco Ricciardi, responsabile Ais Caserta
Coordinati da Erminia Pellecchia, giornalista
Assaggi stazione di Cavatelli al ragu di castrato e ricotta infornata (Agriturismo Quercete, San Potito Sannitico) e di Tacchino al dragoncello (Agriturismo Le Campestre,Castel di Sasso)
Tutte le ricette sono tratte dalla guida “Le ricette degli agriturismi della Campania” di Maristella Di Martino


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.