S.GIORGIO A CREMANO COL TIMBRO DIGITALE DAL 3 LUGLIO.

I certificati anagrafici del Comune? Si richiedono all’ufficio postale.

San Giorgio a Cremano città pilota di un progetto del Ministero della Funzione Pubblica.

L’accordo firmato in villa Bruno dal sindaco Giorgiano e da Salvatore Luongo, manager di Poste Italiane.

San Giorgio a Cremano, 3 luglio 2008 – Nel giro di qualche settimana i cittadini sangiorgesi potranno richiedere certificati ufficiali di competenza del Comune, con tanto di timbro, presso gli uffici postali cittadini ed in quelli dei Comuni limitrofi. Parte così la sperimentazione del progetto
“Timbro digitale”, realizzato in accordo dal Comune di San Giorgio a Cremano e da Poste Italiane su iniziativa del Ministero della Funzione Pubblica e della
Innovazione Tecnologica.
Il protocollo d’intesa che da il via ufficiale al progetto è stato firmato ieri mattina al piano nobile di villa Bruno dal sindaco Mimmo Giorgiano e da Salvatore Luongo, country manager Sud Italia di Poste Italiane.
San Giorgio è stata scelta come città pilota in tutta Italia di questo progetto che potrebbe essere allargato sul territorio nazionale nel giro di pochi mesi. Così, i sangiorgesi che abbiano bisogno di un certificato di nascita, di uno stato di famiglia o di una dichiarazione di inizio attività per la propria attività commerciale, ma abbiano difficoltà a recarsi presso gli uffici comunali o addirittura si trovino lontano da casa, potranno recarsi nel più vicino ufficio di Poste Italiane.
A quel punto basterà richiedere all’addetto allo sportello il documento che serve e far passare in un lettore di smart card la propria Carta Nazionale dei Servizi (a San Giorgio tutti i capifamiglia ne sono stati forniti già alcuni anni fa) per poter ricevere il certificato nel giro di pochi minuti, con tanto di sigillo elettronico che garantirà il pieno valore legale dell’atto. Se il progetto avrà successo, si amplierà l’orizzonte geografico e sarà possibile ottenere i certificati, ad esempio, anche negli uffici postali di Sondrio o Cagliari.

San Giorgio si conferma, così, la “città telematica”, punto di riferimento per tutto il Paese in materia di tecnologie per l’informazione e la comunicazione.

“Il campo di applicazione del progetto sarà vastissimo. – affermano il sindaco Mimmo Giorgiano ed il vicesindaco della città ed assessore alle Nuove Tecnologie Giorgio Zinno – Già adesso i cittadini in possesso della Carta Nazionale dei Servizi possono connettersi alla rete del Comune e stampare da qualsiasi personal computer i certificati di cui hanno bisogno, ma devono comunque recarsi presso i nostri uffici per farseli timbrare. Con il nuovo sistema, invece, il timbro elettronico garantirà la possibilità di utilizzare da subito i documenti stampati.”

“Il nostro obiettivo è quello di rendere accessibili ai cittadini i servizi della pubblica amministrazione attraverso la pluralità di canali che Poste Italiane, con la sua rete fisica e telematica, può mettere a disposizione” dichiara l’ingegner Salvatore Luongo.

Il Ministero e Poste Italiane metteranno a disposizione dell’amministrazione sangiorgese un software nuovo di zecca e sono già al lavoro per individuare un’ampia gamma di servizi da garantire ai cittadini. Le Poste contano di stipulare accordi anche con altri enti pubblici come le Asl o l’Agenzia delle Entrate per allargare il raggio d’azione della sperimentazione.

—————-
L’ANNUNCIO
—————-
Gentili colleghi, scusandomi per il ritardo vi informo che domani, 3 luglio 2008, alle 12 verrà firmato presso il Palazzo di Città, in piazza Vittorio Emanuele II, 10 un accordo tra il Comune e Poste Italiane per la sperimentazione del “timbro digitale”.
Saranno presenti il sindaco Mimmo Giorgiano, il vicesindaco Giorgio Zinno e il community manager di Poste Italiane per il Sud Italia Salvatore Luongo.
Tutti i colleghi sono invitati a presenziare alla firma dell’accordo.
In ogni caso, domani invierò a tutti un comunicato stampa.

Presto i cittadini sangiorgesi potranno richiedere certificati ufficiali di competenza del Comune, con tanto di timbro, presso qualsiasi ufficio postale italiano.
Così, tra poche settimane, i sangiorgesi che abbiano bisogno di un certificato di nascita, di uno stato di famiglia o di una dichiarazione di inizio attività per la propria attività commerciale, ma abbiano difficoltà a recarsi presso gli uffici comunali o addirittura si trovino a centinaia di chilometri lontano da casa, potranno recarsi nel più vicino ufficio di Poste Italiane.
A quel punto basterà richiedere all’addetto allo sportello il documento che serve e far passare in un lettore di smart card la propria Carta Nazionale dei Servizi (a San Giorgio tutti i capifamiglia ne sono stati forniti già alcuni anni fa) per poter ricevere il certificato nel giro di pochi minuti, con tanto di sigillo elettronico che garantirà il pieno valore legale dell’atto.

INFO

A cura dell’Ufficio Stampa del Comune di San Giorgio a Cremano
0815654462 / 3403008340 michele.ippolito@e-cremano.it

Info per la stampa:
Michele M. Ippolito
Capo Ufficio Stampa
3403008340
[michele.ippolito@fastwebnet.it]


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.